Archivi categoria: attualità

Arthur Ashe: Giorni di grazia

Ho iniziato a seguire il tennis nel 1988. Vero, in seguito ho letto 500 anni di tennis di Gianni Clerici e ho dato uno sguardo agli albi d’oro dei tornei, ma al di là di qualche singola partita che sono … Continua a leggere

Pubblicato in anteprima, attualità, biografie, impressioni di lettura, sport | Contrassegnato | Lascia un commento

Notre-Dame de Paris

Senza parole.

Pubblicato in attualità | Lascia un commento

Silvana De Mari: Non facciamoci imbavagliare!

Parlare di Silvana De Mari è difficile, e lo è da un bel po’ di tempo. Non so quanti anni fa ho scritto un testo su un suo romanzo e una persona ha commentato qualcosa tipo “ma hai visto cosa … Continua a leggere

Pubblicato in attualità, Silvana De Mari | Contrassegnato | 3 commenti

Franklin Foer: I nuovi poteri forti

Non posso dire di aver apprezzato del tutto I nuovi poteri forti. Come Google, Apple, Facebook e Amazon pensano per noi di Franklin Foer, ma alcune parti sono illuminanti. Onestamente della biografia dei fondatori dei vari colossi non mi importava … Continua a leggere

Pubblicato in attualità, citazioni, impressioni di lettura | Contrassegnato | Lascia un commento

Emily Suvada e il diritto di scrivere fantascienza

Non avevo la minima idea di chi fosse Emily Suvada fino a quando non mi sono imbattuta in lei per caso. Dopo aver fatto qualche controllo ho scoperto che ha pubblicato un thriller fantascientifico con connotazioni romantiche (o forse dovrei … Continua a leggere

Pubblicato in attualità, fantascienza | Contrassegnato | Lascia un commento

Christina Dalcher: Vox

Avevo già programmato un altro post per oggi ma ho cambiato idea e l’ho rinviato a domani. Oggi preferisco riproporvi la recensione di Vox di Christina Dalcher, che avevo già pubblicato un mese fa su FantasyMagazine, con qualche commento aggiuntivo. … Continua a leggere

Pubblicato in anteprima, attualità, recensione | Contrassegnato | Lascia un commento

Da Hannah Arendt, Le origini del totalitarismo

In un mondo incomprensibile e in continuo cambiamento le masse avevano raggiunto il punto in cui avrebbero, allo stesso tempo, creduto in tutto e niente, pensato che tutto fosse possibile e niente fosse vero. Hannah Arendt, Le origini del totalitarismo

Pubblicato in attualità, citazioni | Contrassegnato | 1 commento