Classifiche: 18 novembre 2018

1 (100) Luis Sepúlveda, Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa, Guanda;

2 Camilla Läckberg, Donne che non perdonano, Einaudi;

3 (4) Marco Malvaldi, La misura dell’uomo, Giunti;

4 Donato Carrisi, Il gioco del suggeritore, Longanesi (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 3 dicembre);

5 Levante, Questa è l’ultima volta che ti dimentico, Rizzoli;

6 Michelle Obama. Becoming. La mia storia, Garzanti;

7 Pif, …che Dio perdona a tutti, Feltrinelli;

8 (1) Antonio Manzini, Fate il vostro gioco, Sellerio;

9 Federico Rampini, Quando inizia la nostra storia, Mondadori;

10 (2) Antonio Scurati, M. Il figlio del secolo, Bompiani;

11 Mauro Corona, Nel muro, Mondadori;

12 (10) Elena Ferrante, L’amica geniale, E/O;

13 (7) Paolo Cognetti, Senza mai arrivare in cima. Viaggio in Himalaya, Einaudi;

14 (3) Benedetta Rossi, La cucina di casa mia, Mondadori Electa;

15 (6) Alessandro Baricco, The Game, Einaudi;

16 Nicola Gratteri e Antonio Nicaso, Storia segreta della ‘ndrangheta. Una lunga e oscura vicenda di sangue e potere (1860-2018), Mondadori;

17 Maurizio De Giovanni, Vuoto. Per i bastardi di Pizzofalcone, Einaudi (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 27 novembre);

18 (9) Stephen King, The outsider, Sperling & Kupfer;

19 Gaetano Savatteri, Il delitto di Kolymbetra, Sellerio;

20 Massimo Recalcati, A libro aperto. Una vita e i suoi libri, Feltrinelli.

 

I titoli fantastici presenti nella top 100:

26 (71) Gianmarco Zagato, Ouija, I 12 rintocchi, Mondadori Electa;

38 (16) Wu Ming, Prolekult, Einaudi;

41 (26) J.R.R. Tolkien, La caduta di Gondolin, Bompiani;

42 (12) Dante Alighieri, Inferno (con illustrazioni di Gabriele dell’Otto), Mondadori;

60 (95) George R.R. Martin, Fuoco e sangue, Mondadori (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 20 novembre);

71 George Orwell, 1984, Mondadori;

78 (72) J.K. Rowling, Harry Potter e la pietra filosofale, Salani, 10,00 €.

 

La classifica di fantasy e fantascienza:

1 (1) J.R.R. Tolkien, La caduta di Gondolin, Bompiani;

2 (3) George R.R. Martin, Fuoco e sangue, Mondadori (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 20 novembre);

3 (9) Victoria Aveyard, Tempesta di guerra, Mondadori;

4 (4) Margaret Atwood, Il racconto dell’ancella, Ponte alle Grazie;

5 (5) Aleksandr Bogdanov, Stella rossa, Alcatraz;

6 (8) Licia Troisi, L’isola del santuario. La saga del dominio. Vol. 3, Mondadori;

7 (6) Ransom Riggs, La mappa dei giorni. Il quarto libro di Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali, Rizzoli;

8 (12) Philip K. Dick, La svastica sul sole, Fanucci;

9 (24) Stephanie Garber, Legend, Rizzoli;

10 (19) Christelle Dabos, Fidanzati dell’inverno. L’attraversaspecchi, E/O;

11 (15) Amie Kaufman e Jay Kristoff, Illuminae. Vol. 1, Mondadori;

12 Ray Bradbury, Fahrenheit 451, Mondadori;

13 (29) Douglas Adams, Guida galattica per gli autostoppisti. Il ciclo completo, Mondadori;

14 Joe Kelly e Ken JM Nijmura, I kill giants. Titan edition, Bao Publishing;

15 (11) AAVV, Vikings. La saga di Ragnar Lothbrok, Fanucci;

16 Marion Zimmer Bradley, Le nebbie di Avalon. Vol. 1, HarperCollins Italia;

17 Aldous Huxley, Il mondo nuovo-Ritorno al mondo nuovo, Mondadori;

18 (7) Brian K. Vaughan e Fiona Staples, Saga. Vol. 9, Bao Publishing;

19 Naomi Alderman, Ragazze elettriche, Nottetempo;

20 Mirka Andolfo, Contronatura. Vol. 3: La rinascita, Panini Comics;

21 J.R.R. Tolkien, Il signore degli anelli, Bompiani, 50,00 €;

22 Laini Taylor, Il sognatore, Fazi;

23 Victoria Aveyard, Regina rossa, Mondadori;

24 George R.R. Martin, Il trono di spade. Le cronache del ghiaccio e del fuoco.  Vol. 1, Mondadori;

25 Valerio Evangelisti, Il fantasma di Eymerich, Mondadori;

26 Michael Ende, La storia infinita, Longanesi;

27 Kugane Maruyama, Hugin Miyama e Satoshi Oshio, Overlord. Vol. 9, Edizioni BD;

28 Andrzej Sapkowski, La spada del destino, Nord;

29 (12) J.R.R. Tolkien, Beren e Lúthien, Bompiani;

30 Brian K. Vaughan e Fiona Staples, Saga. Vol. 1, Bao Publishing.

Annunci
Pubblicato in classifiche | Lascia un commento

Morto William Goldman, sceneggiatore di Butch Cassidy e La storia fantastica

Lo dice già il titolo, e io non ho il tempo per scrivere, ma non posso far finta di nulla. È morto William Goldman, fra le opere da lui sceneggiate ci sono Butch Cassidy (con Paul Newman e Robert Redford…), Tutti gli uomini del presidente e La storia fantastica, quest’ultimo film basato sul suo romanzo di diversi anni prima. Sì, ha sceneggiato parecchi altri film importanti, ma per me lui è queste tre opere.

La scena in bicicletta:

Il duello:

Sono solo un paio di scene. Guardate i film, sono bellissimi.

Pubblicato in cinema | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Novità di novembre 2018 – seconda parte

Victoria Aveyard, Tempesta di guerra, Mondadori,19,90 €

La sinossi:

Mare Barrow lo ha imparato fin troppo bene quando Cal l’ha tradita, ferendola a morte. Ora, desiderosa di proteggere il proprio cuore – e di assicurare la libertà ai rossi e ai novisangue come lei –, è determinata a rovesciare il regno di Norda una volta per tutte e togliere la corona dalla testa di Maven. Ma non esiste battaglia che si possa vincere da soli, perciò, in attesa che i rossi si preparino a insorgere, Mare è costretta a fare fronte comune proprio con il ragazzo che le ha spezzato il cuore. Solo così potrà forse riuscire nel suo intento e sconfiggere colui che l’ha quasi distrutta. Perché lei, insieme agli argentei, i potenti alleati di Cal, e alla Guardia Scarlatta, ha nelle mani una forza formidabile. Ma l’ossessione che guida le mosse di Maven è profonda e lui non si fermerà fintanto che non avrà di nuovo dalla sua parte Mare, anche se questo significa demolire tutto – e tutti – lungo la strada. La guerra è ormai alle porte e ciò per cui Mare ha lottato finora è in pericolo. Sarà sufficiente la vittoria per far cadere i regni argentei? Oppure la ragazza che controlla i fulmini sarà costretta per sempre al silenzio? Nel capitolo finale della straordinaria serie di Victoria Aveyard, Mare dovrà finalmente abbracciare il suo destino e chiamare a sé l’intero suo potere, perché a questo punto tutto dovrà essere messo alla prova. Ma non tutto sopravviverà…

 

Tullio Avoledo, Furland®, Chiarelettere, 16,50 €

La sinossi:

Francesco Salvador è un tenente nazista di Kosakenland ’44. Questo, almeno, fino a che non finisce il suo turno, quando rientra nella sua casa nella Trieste asburgica della Belle époque e sulle Attrazioni e gli Onorevoli Ospiti si spengono le luci. Perché il Friuli non è più una regione, nell’Italia post 2023. È stata combattuta una guerra d’indipendenza, l’enigmatico Vittorio Volpatti ha preso il potere convincendo il popolo che l’unica strada possibile per sopravvivere in un mondo di nuovi potenti, gli Azionisti, fosse trasformare la regione in un parco divertimenti a carattere storico. E così, se Trieste torna a essere asburgica, Aquileia romana e Cividale longobarda, fra i monti della Carnia risorgono villaggi celtici e la Kosakenland del ’44. Ma non tutti sembrano d’accordo. Francesco Salvador, chiamato a scoprire chi sia lo Zorro anarchico che sabota le Attrazioni, si avventurerà nel cuore profondo di un mistero che racconta del paradosso su cui si fonda il mito delle radici e ha trasformato il Friuli in Furland. Con lo stile caustico e la capacità di guardare oltre il contemporaneo che da sempre lo contraddistinguono, in questo suo nuovo romanzo Avoledo ci conduce in un viaggio ai limiti del potere, mostrandoci chi potremmo diventare, e come potrebbero essere l’Italia e l’Europa di domani.

 

Signe Bergstrom, Gli archivi della magia. Esplora i segreti del film Animali fantastici: I crimini di Grindelwald, HarperCollins Italia, 39,90 €

La sinossi:

Esplora il backstage dell’universo magico popolato dai maghi e dalle creature magiche create da J. K. Rowling, e scopri i segreti di Animali fantastici: I crimini di Grindelwald con questo straordinario volume a colori. Newt, Tina, Queenie e Jacob, gli amati protagonisti di animali fantastici e dove trovarli, sono tornati! In questa nuova avventura incontreranno alcuni dei personaggi potteriani preferiti dai fan, compresi Albus Silente, Nicolas Flamel e il mago oscuro Gellert Grindelwald. Autorizzato ufficialmente da Warner Bros. Consumer Products e creato da MinaLima, il team di designer che ha realizzato le scenografie e moltissimi oggetti di scena per i film di Harry Potter e per Animali fantastici e dove trovarli, questo esauriente compendio offre un punto di vista unico sulla realizzazione del film adatto ai fan di ogni età. Gli Archivi della Magia soddisferà ogni tua curiosità su Newt Scamander e la sua coloratissima schiera di amici – sia animali che maghi – e ti permetterà di osservarli da vicino mentre affrontano il malvagio Gellert Grindelwald, uno dei più potenti maghi oscuri del mondo, in una storia che si svolge tra New York, Londra e Parigi. Traboccante di segreti sulla realizzazione del film, di illustrazioni a colori e di aneddoti raccontati dagli attori e dalla troupe, questo splendido volume contiene, oltre ad alcuni incredibili effetti speciali, anche una decina di riproduzioni rimovibili di oggetti di scena e altri materiali. Magico tributo alla realizzazione del film, è una guida indispensabile per tutti i fan del mondo magico e per coloro che aspirano a diventare concept artist, sceneggiatori o esperti di cinema.

 

Roald Dahl, Le streghe, Salani, 13,90 €

Nuova edizione. La sinossi:

Chi sono le vere streghe? Non quelle delle fiabe, sempre scarmigliate e a cavallo di una scopa, ma signore elegantissime, magari vostre conoscenti. Portano guanti bianchi, si grattano spesso la testa, si tolgono le scarpe a punta sotto il tavolo e hanno denti azzurrini… Tutto per nascondere gli artigli, le teste calve, i piedi quadrati e la saliva blu mirtillo: i segnali distintivi delle vere streghe. Ora che lo sapete potrete evitare di essere trasformati in topi, ma solo se terrete gli occhi bene aperti. La realtà non è sempre quella che sembra…

 

James Douglas, Codice Excalibur, Newton Compton, 9,90 €

La sinossi:

Per generazioni, la spada è stata tenuta nascosta, custodita per quando ce ne fosse stato bisogno. Era il luglio del 1937 quando Excalibur scomparve, inghiottita dalle nubi della guerra che presto avrebbe travolto il mondo. 1941. Dodici generali delle SS si riuniscono in un castello della Prussia orientale per evocare, con un rito antichissimo, gli spiriti dei più potenti guerrieri d’Europa. Al centro del rituale c’è un pentagramma formato da cinque spade. Una di loro è Excalibur, la mitica arma estratta dalla roccia da Re Artù. 2010. L’esperto di opere d’arte Jamie Saintclair sta consultando un documento appartenente a un veterano di guerra tedesco, quando incappa nella descrizione di uno strano rituale che coinvolge la leggendaria Excalibur. La cosa lo fa sorridere, ma il collezionista Adam Steele si dichiara disposto a pagare una fortuna per la spada. E così Jamie parte alla volta della Tana del Lupo di Hitler. Braccato da un gruppo di assassini, dovrà imparare a distinguere i nemici dagli amici: la missione potrebbe rivelarsi la più pericolosa che abbia mai affrontato.

 

Stephen Fry, Mythos, Salani, 19,80 €

La sinossi:

Nessuno ama e litiga, desidera e inganna con tanta audacia e genialità come gli dei. Tramandati attraverso i millenni, i miti greci fanno parte del DNA culturale dell’Occidente e hanno ispirato un’infinità di scrittori e artisti, da Shakespeare a Michelangelo, da James Joyce a Walt Disney. Nelle mani di Stephen Fry le storie dei titani e degli dei diventano un affascinante racconto di ribalderia e dissolutezza, amore e giustizia, suicidi e assassini, trionfi e tragedie. Vi innamorerete di Zeus, vi stupirete alla nascita di Atena, vi dispererete con Pandora, sussulterete per la vendetta di Crono e Gaia, piangerete con Re Mida, andrete a caccia con la bella e feroce Artemide. Dalla nascita dell’universo alla creazione del genere umano, l’autore ci offre un nuovo racconto di antiche storie che pensavamo di conoscere, riscritte per la nostra epoca tragica, comica, fatale. Un libro intelligente, ma soprattutto divertente, che coglie tutta la ricchezza e la profondità del mito per darci, infine, uno sguardo lucido e ironico sulla nostra umanità.

 

Stephanie Garber, Legend, Rizzoli, 18,00 €

La sinossi:

Dopo la travolgente avventura nel mondo magico e misterioso del Caraval, Donatella Dragna è riuscita finalmente a sfuggire al padre e a salvare la sorella Rossella da un disastroso matrimonio combinato. Ma Tella non è ancora libera; per ritrovare la madre Paloma ha stretto un patto disperato con un criminale misterioso, che vuole in cambio qualcosa che solo lei può dargli: il vero nome di Legend, il Mastro di Caraval.L’unica possibilità per scoprire il vero nome di Legend è vincere il nuovo Caraval, che si terrà a Valenda, l’antica capitale dove una volta regnavano i Fati, in occasione del genetliaco di Elantine, la sovrana dell’Impero di Mezzo.Tella dovrà quindi immergersi di nuovo nella competizione magica, tra le attenzioni di un inquietante erede al trono, una storia d’amore impossibile e una ragnatela di segreti, tra cui anche quelli di Rossella. Se fallirà non potrà mantenere il suo patto e rischierà di perdere tutto, compresa forse la vita. Ma se vincerà, Legend e il Caraval saranno distrutti per sempre.

 

Matthew J. Gilbert, Stanger Things: piccolo manuale di sopravvivenza, Mondadori, 9,90 €

La sinossi:

Dalla serie culto di Netflix, un libro pieno di fotografie, citazioni e perle di saggezza che ti aiuteranno a sopravvivere a qualsiasi cosa: scuola, relazioni, amicizie e… qualche occasionale discesa in una dimensione parallela!

 

Elisabetta Gnone, Fairy Oak. La trilogia: Il segreto delle gemelle-Il potere della luce-L’incanto del buio, Salani, 19,90 €

La sinossi:

Fairy Oak è un villaggio di pietra, antico e incantato, sperduto tra le pieghe di un tempo immortale e cresciuto intorno a una quercia fatata, da cui ha preso il nome. Lo circonda una natura viva e rigogliosa ed è l’unico luogo dove umani e creature magiche vivono in perfetta armonia, tanto che è difficile distinguere gli uni dagli altri, poiché maghi, streghe e cittadini comuni abitano le case di pietra da tanto di quel tempo, che nessuno fa più caso alle reciproche stranezze, e tutti si somigliano un po’. Solo le fate sono diverse: piccole e luminose, vengono chiamate dai Magici per badare ai bambini, ed è proprio una di loro a raccontarci questa storia. Felì è la fatina a cui è affidato il difficile compito di proteggere le streghe gemelle Vaniglia e Pervinca, nate con opposti poteri e insieme simbolo vivente di un’eterna alleanza, quella fra Luce e Buio, che un terribile nemico è deciso a spezzare. A fare da scudo e da arco ci sono i loro amici, e un piccolo popolo, ardito e coraggioso, deciso a salvare il proprio magnifico mondo…

 

Michael Kogge, Harry Potter e Animali fantastici. La guida completa al mondo magico, Magazzini Salani, 12,90 €

La sinossi:

Questo libro speciale è lo strumento perfetto per entrare nella storia di Harry Potter e Animali Fantastici. Contiene tutte le conoscenze necessarie per classificare un Ippogrifo a partire dagli Horcrux, tracciare il lignaggio delle più antiche famiglie magiche, conoscere i diversi Governi della magia, studiare Hogwarts dagli inizi del Novecento e non solo. Il volume è corredato da alberi geneaologici completi, infografiche e molte altre curiosità. Contenuti esclusivi dall’ultimo film della serie, “Animali fantastici: I crimini di Grindelwald”, con un approfondimento sulla classe di Albus Silente del 1927 e sulle misteriose meraviglie del Circus Arcanus! Età di lettura: dMiami 2003. John è solo, come sempre, nel suo appartamento arroventato da una torrida estate. Un uomo e una donna bussano alla sua porta con una proposta che non si può rifiutare. Un lavoro pagato profumatamente e all’apparenza innocuo: sbobinare delle registrazioni e metterle su una chiavetta. Ma c’è una condizione inquietante: non dovrà mai rivelare a nessuno ciò che ascolterà. E la condizione non è negoziabile. John ha pochi soldi, un lavoro che non gli piace e una «maledizione» che tormenta le sue notti. Così accetta, e la trascrizione comincia. Voci inquietanti raccontano storie che lo terrorizzano, lo sconvolgono ma che allo stesso tempo lo attirano in modo irresistibile in un mondo al confine della realtà, in una discesa incontrollabile verso paure inimmaginabili.a 10 anni.

 

Esteban Labruna, Storie per chi non vuole dormire, Sperling & Kupfer, 17,90 €

Miami 2003. John è solo, come sempre, nel suo appartamento arroventato da una torrida estate. Un uomo e una donna bussano alla sua porta con una proposta che non si può rifiutare. Un lavoro pagato profumatamente e all’apparenza innocuo: sbobinare delle registrazioni e metterle su una chiavetta. Ma c’è una condizione inquietante: non dovrà mai rivelare a nessuno ciò che ascolterà. E la condizione non è negoziabile. John ha pochi soldi, un lavoro che non gli piace e una «maledizione» che tormenta le sue notti. Così accetta, e la trascrizione comincia. Voci inquietanti raccontano storie che lo terrorizzano, lo sconvolgono ma che allo stesso tempo lo attirano in modo irresistibile in un mondo al confine della realtà, in una discesa incontrollabile verso paure inimmaginabili.

 

Ruth Lauren, Le guerriere del ghiaccio e della neve, De Agostini, 17,90 €

La sinossi:

È trascorso un mese da quando Valor è riuscita a liberare sua sorella Sasha dalla prigione più sicura del regno di Demidova, smascherando chi tramava contro la corona. Ma i problemi non sono finiti perché la principessa Anastasia è scappata e, per cercare di ritrovarla, la regina chiede aiuto proprio a Valor, considerata ormai un’eroina in tutto il Paese. La ragazza riunisce così attorno a sé gli amici più fidati per una missione che richiederà un coraggio straordinario. Quando però anche la sovrana scompare, la situazione si fa davvero drammatica: il reame è in pericolo. Valor e Sasha si preparano ad attraversare i meandri ghiacciati di Demidova e portare allo scoperto anche i segreti più oscuri. Ma devono agire in fretta, perché il destino di un intero popolo dipende da loro. Età di lettura: d 12 anni.

 

George MacDonald, La principessa e i goblin, Lindau, 16,50 €

La sinossi:

La principessa Irene vive in un castello situato in una verde vallata ai piedi di una montagna. Un giorno di pioggia, mentre si aggira per i corridoi nel tentativo di scacciare la noia, scopre una scala nascosta, che sale fino alla stanza più lontana della torre più alta. Qui avviene l’incontro con la sua trisavola, una specie di fata bellissima e apparentemente senza età che, all’insaputa di tutti, vive lassù in una camera meravigliosa e passa le sue giornate all’arcolaio tessendo fili magici. Nel frattempo Curdie, il giovane figlio di un minatore, mentre è al lavoro nelle viscere della montagna, scopre un diabolico piano dei goblin, le subdole creature che si annidano nel sottosuolo. Rifugiatisi secoli prima in caverne scavate nella roccia per protesta contro le leggi del regno, ora tramano per distruggerlo; non solo, hanno anche intenzione di rapire Irene e darla in sposa al loro principe! Non c’è tempo da perdere, e Curdie si mette subito all’opera per proteggere la principessa, ma, nonostante il suo coraggio e la sua astuzia, avrà bisogno di lei e del dono magico fattole dall’antenata per vanificare le malvagie trame dei goblin.

 

Gustav Meyrink, Il golem, Skira, 20,00 €

La sinossi:

Il Golem, essere artificiale creato dalla magia del Rabbino Loew, riprende vita grazie allo scambio di un cappello nel Duomo di Praga, squarciando il velo che separa il mondo reale da quello segreto e oscuro dei sogni. Il Golem, cui una parola infilata tra i denti conferisce una vita provvisoria e cui la stessa parola, privata della prima lettera, spegne l’esistenza (Emeth – verità, Meth – morte).

 

Jan Nathan, Ciak, si gira! La magia del film Animali fantastici: I crimini di Grindelwald, HarperCollins Italia, 14,90 €

La sinossi:

Torna nel mondo della magia e scopri come il regista David Yates e il produttore David Heyman hanno portato sul grande schermo l’avvincente nuovo capitolo tratto dal libro Animali fantastici: dove trovarli di J. K. Rowling. In Animali fantastici: I crimini di Grindelwald i lettori ritroveranno il magizoologo Newt Scamander e i suoi amici Tina, Queenie e Jacob in viaggio dalla New York degli anni Venti fino a Londra e a Parigi, ed esploreranno un mondo magico minacciato dall’ascesa di Gellert Grindelwald. Esplora la magia del film con Ciak, si gira! e scopri di una miriade di meravigliose location mai viste prima. Con uno stile avvincente e pieno di brio, Ian Nathan racconta la storia del film dalla sceneggiatura allo schermo attraverso i profili dei personaggi chiave e rivela il punto di vista unico di Eddie Redmayne, Johnny Depp, Jude Law e molti altri. Il volume comprende anche sezioni dedicate ai costumi di scena, alla realizzazione dei set, al trucco, agli effetti speciali e ai materiali di scena, ciascuna impreziosita da interviste ai premi Oscar David Heyman, David Yates, Stuart Craig, Colleen Atwood e ad altri magici personaggi della troupe. Ricco di fantastiche fotografie che rivelano nel dettaglio le varie fasi della realizzazione del film, questo libro è una guida esauriente e una perfetta introduzione ad Animali fantastici: I crimini di Grindelwald.

 

Massimo Polidoro, Atlante luoghi misteriosi d’Italia, Bompiani, 25,00 €

La sinossi:

Massimo Polidoro percorre la penisola da nord a sud e descrive questi luoghi svelandone i fenomeni in apparenza non scientifici, smontandone i miti nati dalla fantasia popolare. O forse no, almeno non del tutto, perché in queste storie si trova anche il cuore dell’uomo con i suoi meccanismi misteriosi, destinati forse a sfuggirci sempre. E dove non arrivano le parole, provano a spingersi le illustrazioni di Francesco Bongiorni, con le loro atmosfere enigmatiche ed essenziali.

 

Dermot Power, La creazione artistica di Animali fantastici: I crimini di Grindelwald, HarperCollins Italia, 49,90 €

La sinossi:

Entra nel mondo del talentuoso team artistico guidato dallo scenografo Stuart Craig, tre volte premio Oscar, che ha creato gli indimenticabili personaggi, le locations e le creature fantastiche che animano le nuove, attesissime avventure ambientate nel mondo magico creato da J. K. Rowling. Curato dal concept artist Dermot Power e impreziosito dai commenti di Stuart Craig e del team di artisti che ha collaborato alla realizzazione del film, La creazione artistica di Animali fantastici: I crimini di Grindelwald vi condurrà alla scoperta dei processi creativi, in un viaggio eccitante e magico come quello affrontato da Newt, Tina, Queenie e Jacob. Con un impianto raffinato, che racchiude centinaia di disegni, schizzi, bozzetti, progetti, fondali, illustrazioni e complessi modelli dei set, stampato con raffinati “effetti speciali” e arricchito da preziosi elementi rimovibili, questo superbo volume, autorizzato ufficialmente da Warner Bros. Consumer Products, è una gioia per gli occhi dei lettori e offrirà ai fan una full immersion indimenticabile nel mondo di Animali fantastici.

 

Philip Pullman, La bussola d’oro, Salani, 14,90 €

Nuova edizione. La sinossi:

«”La bussola d’oro” è il primo romanzo della trilogia “Queste oscure materie”. Quando apparve nel 1995 riscosse immediatamente un enorme successo di pubblico e critica: la ricchezza dello stile, la profondità dei temi, la bellezza dei personaggi e soprattutto la vastità di un immaginario che coniuga il romanzo d’avventura e di formazione con i quesiti fondamentali della nostra filosofia (il destino e il libero arbitrio, il caso e la necessità) ne fecero un caposaldo della letteratura per ragazzi, letto e discusso anche dagli adulti, da critici letterari, da scrittori d’eccezione. Oggi La bussola d’oro è un classico che va ben oltre il genere e la definizione di fantasy. Lyra è un’eroina, sventata e intrepida, intelligente e curiosa, in grado, con le sue risorse di ragazzina, di decifrare la verità dietro le macchinazioni dei potenti e di varcare il confine tra realtà e mondi diversi. I daimon – forme viventi dell’animo umano – gli orsi corazzati, le streghe sono personaggi icastici e indimenticabili, e l’universo creato da Pullman sfida la nostra immaginazione e stimola il desiderio di riflettere, confrontarci, capire».

 

Luca Raffaelli, Le anime disegnate, Tunué, 28,00 €

Nuova edizione aggiornata. La sinossi:

Le anime disegnate svela i misteri e le leggende dei disegni animati più popolari.

Andando nel dietro le quinte di quello che è ormai un immaginario comune, Luca Raffaelli ci mostra come si realizza un cartone animato seriale portandoci nelle produzioni, da quelle della Warner & Co. a quelle televisive, da Braccobaldo ai Simpson e oltre, fino agli anime. Un libro inimitabile che vede ora una nuova edizione ampliata e aggiornata. Un saggio unico che va a indagare i film di Walt Disney, quelli di Braccio di Ferro, Bugs Bunny e Silvestro, i Simpson, South Park, fino ad arrivare ai giapponesi.

Un’analisi unica sulla capacità comunicativa di alcune produzioni come Mazinga e Heidi, Le anime disegnate è un punto di riferimento unico per gli appassionati e non solo, tradotto in Francia.

 

Philip Reeve, Macchine mortali, Mondadori, 17,50 €

La sinossi:

In un futuro prossimo post-apocalittico, in seguito a un olocausto nucleare che ha causato terribili sconvolgimenti geologici, le città sono diventate enormi ingranaggi a caccia di altre città di cui cibarsi per sopravvivere. Tom, giovane Apprendista Storico di Terza Classe, lavora nel museo di Londra, una delle città più potenti. Un caso fortuito porta il ragazzo a sventare il piano omicida di Hester, una giovane orribilmente sfigurata che attenta alla vita del capo della Corporazione degli Storici, l’archeologo Valentine. Prima che la misteriosa ragazza si dilegui, Tom riesce a farsi rivelare la sua identità. Ma, da quel momento, da eroe si trasforma in preda.

 

Adrian R. Rednic, La caduta dello Zentir. I rinnegati di Arest. Vol. 1, Fanucci, 25,00 €

La sinossi:

In una notte che sa di mistero, Nathan, John, Gwen e Sam vengono colpiti da piccoli meteoriti blu caduti dal cielo. Sono i frammenti dello Zentir, un potente e prodigioso artefatto esploso in circostanze sospette, con conseguenze devastanti per la Terra e Liiandris, il mondo magico oltre il Velo. I quattro, diventati adesso Rinnegati, scoprono non solo di possedere incredibili e inaspettati poteri, ma vengono anche in contatto con una miriade di creature magiche, malie, illusioni e pericoli provenienti da oltre il Velo. La loro vita cambia per sempre, risucchiata dal ritmo incalzante della scoperta. Dei misteriosi Cavalieri, però, danno loro la caccia mentre i Templari cercano un Varco per il mondo magico e una fazione di stregoni complotta per distruggere il delicato equilibrio che governa il tessuto magico della realtà. Coinvolti loro malgrado in una guerra di cui il mondo ignora l’esistenza, i ragazzi saranno costretti a scegliere da che parte stare. Guidati da un bibliotecario eccentrico e geniale attraverseranno mondi sconosciuti, scopriranno nuovi poteri e, soprattutto, affronteranno le loro paure più profonde.

 

Matthew Reinhart, Hogwarts. Il libro pop-up, Magazzini Salani, 75,00 €

La sinossi:

Questo spettacolare volume offre a chiunque abbia amato la saga di Harry Potter una nuova incredibile esperienza all’interno del Mondo Magico. Oltre alle incantevoli scenografie principali – tra cui il Castello di Hogwarts, la Foresta Proibita e molto altro – ogni pagina contiene decine di mini pop-up con gli elementi più famosi – come la Mappa del Malandrino o la Ford Anglia volante – mentre altri flap e finestre nascoste (anche all’interno del Castello!) mostrano alcune delle scene e dei momenti chiave della saga. Grazie a contenuti esclusivi, illustrazioni estremamente dettagliate e costruzioni meticolose, questo fantastico libro pop-up rappresenta un pezzo da collezione unico per gli appassionati di tutto il mondo.

Lo so. il prezzo è elevatissimo, ma c’è un motivo per questo:

 

 

Luis Sepulveda, Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa, Guanda, 14,00 €

La sinossi:

Da una conchiglia che un bambino raccoglie su una spiaggia cilena, a sud, molto a sud del mondo, una voce si leva, carica di memorie e di saggezza. È la voce della balena bianca, l’animale mitico che per decenni ha presidiato le acque che separano la costa da un’isola sacra per la gente nativa di quel luogo, la Gente del Mare. Il capodoglio color della luna, la creatura più grande di tutto l’oceano, ha conosciuto l’immensa solitudine e l’immensa profondità degli abissi, e ha dedicato la sua vita a svolgere con fedeltà il compito che gli è stato affidato da un capodoglio più anziano: un compito misterioso e cruciale, frutto di un patto che lega da tempo immemore le balene e la Gente del Mare. Per onorarlo, la grande balena bianca ha dovuto proteggere quel tratto di mare da altri uomini, i forestieri che con le loro navi vengono a portare via ogni cosa anche senza averne bisogno, senza riconoscenza e senza rispetto. Sono stati loro, i balenieri, a raccontare finora la storia della temutissima balena bianca, ma è venuto il momento che sia lei a prendere la parola e a far giungere fino a noi la sua voce antica come l’idioma del mare.

 

Emily Stead, Animali fantastici: I crimini di Grindelwald. Il libro magico, Magazzini Salani, 11,90 €

La sinossi:

Scopri tutto quello che c’è da sapere del magico mondo di “Animali fantastici: i crimini di Grindelwald” da Newt Scamander ad Albus Silente, da New York a Parigi e dallo Snaso al Kelpie, rivela i segreti dei tuoi personaggi preferiti, dei luoghi e delle creature magiche. Con immagini e dettagli dal film, questa è la guida perfetta. Età di lettura: da 10 anni.

 

Bram Stoker, Joseph Sheridan Le Fanu, John W. Polidori, Vampiri: Dracula-Carmilla-Il vampiro, Skira, 25,00 €

La sinossi:

Per la prima volta, riuniti in un volume, i tre testi che nell’Ottocento hanno dato forma al canone della letteratura vampirica. Il Vampiro di Polidori (1819), scrittore e medico britannico, il primo racconto sul tema; Carmilla, dell’irlandese Joseph Sheridan Le Fanu (1872), la prima vampira donna, testo che ispirerà Bram Stoker per il suo Dracula (1897), il più celebre vampiro di tutti i tempi.

 

Andrea Tortoreto, Filosofia della fantascienza, Mimesis, 26,00 €

La sinossi:

Il volume mette in dialogo due discipline che, seppure quasi mai poste a confronto sul piano accademico, hanno dei profondi punti di contatto. Di certo usano strumenti e linguaggi radicalmente differenti, talvolta apparentemente inconciliabili, eppure possiedono un terreno comune di temi e problemi che può essere indagato con profitto. In alcuni casi, la fantascienza pare addirittura costituire un tentativo di risposta a quesiti ed esigenze filosofiche. Un tentativo che risponde in primo luogo alle logiche dell’immaginazione e del mito, ma che può anche fornire interessanti spunti di discussione ai filosofi, sotto forma di quegli esperimenti mentali che spesso la dialettica del pensiero utilizza fruttuosamente. Se, quindi, come sostiene Dick, la fantascienza ha la capacità di stupire attraverso una “trasposizione fondata dell’esistente”, allora può anche costituire il luogo di scaturigine di interrogativi e problemi da indagare razionalmente. I saggi proposti esplorano il rapporto tra filosofia e fantascienza sotto molteplici punti di vista, interrogandosi costantemente sulla relazione tra l’uomo e il mondo in cui vive. Così facendo possono aiutarci a comprendere più a fondo il tempo presente, senza dimenticare mai di gettare lo sguardo verso il futuro. Introduzione di Luca Gallesi.

Pubblicato in freschi di stampa | Contrassegnato | 4 commenti

I fiumi della guerra di George R.R. Martin. Capitolo 19: Sam

Samwell Tarly in cammino verso la Barriera. Chi l’avrebbe detto che in un disastro simile proprio lui sarebbe riuscito a venirne fuori? Per la verità qualche sospetto c’era visto che lui è quello intelligente, che è l’amico del protagonista (del protagonista delle vicende che si svolgono alla Barriera e oltre, almeno), e che di solito i personaggi vengono introdotti elle storie per fargli fare qualcosa, ma visto che George R.R. Martin spesso si diverte a distruggere cliché il rischio di una prematura dipartita di Sam c’era.

Pur stremato Sam arriva a un villaggio – non Whitetree, quindi chissà dov’è – insieme a Gilly e al suo bambino e, nella disperazione, rivolge una preghiera a quegli Antichi dèi a cui ha giurato fedeltà. Nella breve pausa canta una canzone che parla dei Sette Dèi, Martin non inserisce spesso canzoni nei suoi romanzi ma qualcuna c’è. Con la canzone conosciamo un po’ meglio le figure divine adorate nei Sette Regni.

Il riposo è interrotto dall’arrivo di Piccolo Paul, ormai un non-morto, venuto perché ha percepito la vita nel piccolo di Gilly. Ha le mani nere come il carbone e nei suoi occhi scintilla quella stessa luce azzurra che abbiamo imparato ad associare ai non-morti. Con Piccolo Paul l’ossidiana, efficacissima contro gli Estranei, non funziona, per fortuna Sam si ricorda del fuoco.

Una volta che Piccolo Paul è morto di nuovo Sam scopre che i guai sono tutt’altro che finiti, visto che i cadaveri ambulanti abbondano. Fra loro Chett, il simpatico punto di vista del prologo di I fiumi della guerra (A Storm of Swords), uno dei cospiratori che volevano fuggire dopo aver ammazzato, fra gli altri, Jeor Mormont e Sam. La situazione è salvata dai corvi che mettono in fuga i non morti. A guidarli, a guidare Sam e Gilly nella fuga, un uomo vestito di nero, che chiama Sam Confratello, ma che ha le mani nere come i non morti.

Pubblicato in George R.R. Martin rilettura | Contrassegnato | Lascia un commento

Emily Suvada e il diritto di scrivere fantascienza

Non avevo la minima idea di chi fosse Emily Suvada fino a quando non mi sono imbattuta in lei per caso. Dopo aver fatto qualche controllo ho scoperto che ha pubblicato un thriller fantascientifico con connotazioni romantiche (o forse dovrei dire un thriller romantico con aspetti fantascientifici?) per adolescenti… insomma, un mix di generi del tipo che quando lo riceviamo in negozio ci guardiamo e ci chiediamo: “e questo dove lo mettiamo?”. L’unica cosa certa è che a me non attira minimamente. Però la tizia ha postato una serie di tweet molto interessanti, ve li ripropongo: https://twitter.com/emilysuvada/status/1062097604945702912.

Saw a comment about me from someone who hasn’t read my work bemoaning “non-STEM people” writing scifi. I get this assumption a lot, and usually delight in casually saying that in fact I studied theoretical astrophysics, and what did THEY study? But I feel differently today…

Usually all I can see in these situations (besides rage) is the sexism. People assume I’m “non-STEM” because I’m a woman. It’s so clichéd it’s almost boring. But every time I defend my writing with my STEM cred, I feel like I’m conceding & playing into a system that I loathe.

Because, although my love of science is what drove me to study STEM, and to write scifi, I believe that a formal education in STEM isn’t required to create great scifi. Scifi is more than science – it’s all of humanity’s hopes and fears about ourselves and our creations.

A story about technology means nothing without exploring the people it touches – their emotions and dreams, searching out the innate, eternal truth that our *humanity* is the force that guides us, not the tools in our hands. You don’t need to be a scientist to tell that story.

Does it help to study science? It can! But what’s more important is a passion for asking questions, for dreaming about the future, and for drawing patterns from history and our current society to mirror our nature & our society back to us.

Every time someone interrogates my “worthiness” to write scifi, and every time I wield my background as a weapon, I’m cutting into myself, my readers, and my community. Scifi is for everyone – to read, write, watch, play, and enjoy. The gatekeeping in this genre makes me furious.

Saying that only “STEM people” can write scifi is saying “only certain voices matter”. It’s saying that people aren’t welcome at the table. And that’s bullshit. This same logic can be found in the systems in place to keep women and people of color out of science, too.

The fact is that we live in a science fiction world. We’re hacking our genes. We’re searching for aliens. We’re using tech to change the environment, our economy, and our minds. Gatekeeping in scifi is a restriction of these IDEAS. But they belong to everyone.

I’d love to see science’s barriers torn down and its jargon done away with, to see it taught and discussed in a way that doesn’t alienate so many. I’d love to see the stereotypes smashed, the sexism and racism fade, and bring WONDER and ADVENTURE back into scifi’s pop culture.

I truly believe we need scifi more than ever, and we NEED to foster a love of science as it continues to shape and change our world. So I’ll keep writing books full of passion and science, and I’ll keep working my ass off to make them accessible and exciting.

But the next time someone interrogates me about my worthiness to write scifi, I’m not going to wave around my degree. I’m going to respond that I LOVE IT. Because that’s all that really matters.

In pratica si è imbattuta in un commento di qualcuno che non ha letto le sue opere (oltre al romanzo in circolazione c’è almeno un racconto) e l’ha criticata, non so in quali termini perché Suvada non lo dice, per la sua scrittura indirizzata a lettori non STEM (definizione che non conoscevo, si riferisce a persone esperte in scienza, tecnologia, ingegneria e matematica). Di solito la risposta di Suvada è di informare il critico di aver studiato astrofisica e di chiedere a sua volta cosa ha studiato lui, ma stavolta la risposta preconfezionata e aggressiva, per quanto giusta, non l’ha soddisfatta.

A suo giudizio la critica è di tipo sessista, l’interlocutore di turno ritiene che lei non sia STEM perché è una donna, un cliché talmente frequente da essere diventato noioso. Ma rispondere che lei invece ama la scienza e che ha fatto esattamente quel genere di studi significa accettare quel sistema di valori, come se solo gli STEM potessero scrivere valida fantascienza. Ma la fantascienza va oltre la scienza perché parla delle speranze e delle paure dell’umanità riguardo a noi stessi e a ciò che creiamo.

Studiare la scienza aiuta, ma il desiderio di porre domande è molto più importante, quello di immaginare il futuro, di tracciare i percorsi della storia per rispecchiare la nostra società. Nessuno scrittore è degno di scrivere fantascienza in base ai suoi studi, e il curriculum scolastico non rende uno scrittore più importante di un altro. Questa concezione è discriminatoria, e lei vorrebbe vedere tutte le barriere, quelle legate agli studi ma anche quelle legate a genere e razza, sparire.

A suo giudizio la fantascienza è più necessaria che mai perché è in grado di cambiare il nostro mondo, e lei continuerà a scrivere libri pieni di passione e di scienza e cercherà di renderli il più possibile divertenti. La prossima volta che qualcuno si interrogherà sul fatto se lei sia n on degna di scrivere fantascienza lei non risponderà citando i suoi studi, ma limitandosi ad affermare che la ama, perché è l’unica cosa che conta.

Pubblicato in attualità, fantascienza | Contrassegnato | Lascia un commento

Le caratteristiche del fantasy: i personaggi

Il sistema dei personaggi è costituito da un protagonista, da un antagonista e da uno o più aiutanti (del protagonista, ma anche dell’antagonista). I personaggi principali che hanno un ruolo determinante nella vicenda, sono descritti con precisione nelle loro caratteristiche psicologiche in modo da apparire il più possibile «reali» agli occhi del lettore. I personaggi secondari, che non sono sempre presenti sulla scena, vengono invece descritti con pochi tratti essenziali.

Ho ripreso in mano l’antologia di seconda Media di mia figlia per vedere come sono spiegate le caratteristiche del fantasy. In questi anni inizia un approccio alla letteratura che non è più limitato a scoprire quanto è bello un testo – che è il motivo principale per cui si legge narrativa, anche se poi la narrativa è capace di veicolare messaggi importanti e far imparare un bel po’ di cose – ma anche a capire come è strutturato. Il discorso sui personaggi da un lato non dovrebbe essere limitato solo al fantasy, anche in La coscienza di Zeno abbiamo un protagonista, con l’antagonista che può essere ravvisato nello psicologo o nella coscienza di Zeno stesso, mentre i vari personaggi incontrati dal protagonista, che in qualche modo influenzano la sua vita, sono aiutanti suoi o dell’antagonista. Una spiegazione di questo tipo va bene per l’intera narrativa, non strettamente per il fantasy, e il protagonista può essere più di uno. Molti romanzi sono corali. Indicare un unico protagonista per Le cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin è impossibile, anche se poi ciascuna vicenda ha un suo protagonista che è il singolo punto di vista. La precisione della descrizione è legata all’abilità dello scrittore e ai suoi interessi, ricordo di aver intervistato Guy Gavriel Kay qualche tempo dopo aver letto La rinascita di Shen Tai e di avergli fatto una domanda proprio sui personaggi secondari:

In tutti i tuoi romanzi non limiti la tua attenzione alle vicende di uno o di una manciata di personaggi, ma ti soffermi anche su quelli secondari. Nella Rinascita di Shen Tai Chou Yan, Wujen NingPei Qin e Tazek Karad sono figure minori, con ruoli secondari all’interno della trama principale, eppure le loro storie sono affascinanti e in poche pagine tu riesci a renderli vivi e reali. Come mai hai deciso di dedicargli quello spazio, invece di limitarti a usarli come parte della trama principale?

Una volta, riuscendo a essere divertente nel fare un complimento, qualcuno ha detto che “Kay non riesce mai a incontrare un personaggio secondario che non gli piaccia!”. È quasi vero: io posso non amarli tutti davvero, ma sono interessato a loro. Se i miei romanzi hanno ottenuto un’intensa risposta da parte di lettori provenienti da tutto il mondo, penso che sia in parte dovuto a questa volontà di prendermi uno spazio nella narrazione per donare “la vita” a personaggi che non siano solo quelli principali.

Lo spazio in genere consiste in due-tre pagine in cui viene narrato un dettaglio significativo della loro storia e della loro personalità, e quelle poche pagine bastano a rendere vivi i personaggi. L’intera intervista si trova qui: https://www.fantasymagazine.it/20648/i-mondi-fantastici-di-guy-gavriel-kay.

Comunque se i personaggi secondari non sono sempre sulla scena, anche quelli principali possono sparire. Pensiamo a La Ruota del Tempo di Robert Jordan, con Rand che quasi non si vede per tutto il terzo romanzo, Il Drago rinato, e con Perrin, Mat ed Egwene che, a loro volta, sono assenti ciascuno da un romanzo. Come sempre il testo, che per forza di cose deve operare delle scelte e andare dritto al punto, poi va integrato con spiegazioni aggiuntive.

I personaggi solitamente vengono presentati da un narratore esterno o da un altro personaggio interno alla vicenda. In alcuni casi però essi possono presentarsi anche da soli.

Mettiamo tutte le possibilità, così non sbagliamo. Ribadisco, queste non sono caratteristiche del fantasy ma della narrativa. Narrazione in terza persona, narrazione in prima persona ma dal punto di vista di un personaggio secondario che racconta le vicende del protagonista, narrazione in prima persona.

Una caratteristica tipica del fantasy è la presenza simultanea di personaggi umani e non umani, a volte esseri soprannaturali, che incarnano con chiarezza il ruolo dei «buoni» o dei «cattivi»: guerrieri, principi e principesse agiscono accanto a elfi, nani e draghi (personaggi spesso derivati dall’epica e dalla mitologia nordica), maghi, streghe e stregoni che operano incantesimi e trasformazioni, a volte appoggiando le forze del Bene, e quindi svolgendo il ruolo di aiutanti del protagonista, a volte quelle del Male, come antagonisti dell’eroe.

Se queste sono le spiegazioni, ecco da dove spunta quel tizio in cui mi sono imbattuta anni fa che affermava che Le cronache del ghiaccio e del fuoco non sono fantasy: mancano gli elfi, e gli unici nani presenti sono esseri umani affetti da acondroplasia. Addirittura ne Il paese delle due lune di Guy Gavriel Kay mancano non solo elfi e nani, ma non ci sono nemmeno draghi o creature paragonabili agli Estranei. Come può essere un fantasy?

Facciamo un passo indietro. Non serve elencare tutte le opere prive di creature fantastiche. Il fantasy tendenzialmente contiene elementi fantastici, che siano elfi o draghi, ma la cosa fondamentale è che in quel mondo, che può essere il nostro oppure no, c’è almeno un elemento che noi riconosciamo come non appartenente al nostro mondo. Può essere la capacità di operare magie, o una geografia inventata, o qualsiasi altra cosa. Noi ci rendiamo conto di essere al di fuori del mondo in cui viviamo, anche se le vicende sono ambientate in Provenza, come, tornando a Kay, avviene in Ysabel.

La chiarezza dei buoni e dei cattivi possiamo metterla nel cestino dei rifiuti e buttare via il sacchetto, non solo dopo George R.R. Martin, ma pure dopo che J.R.R. Tolkien all’interno di Il signore degli anelli ci ha mostrato la figura tormentata di Gollum. Alcuni personaggi sono chiaramente cattivi (anche nella nostra realtà, avete presente tal Adolf Hitler?), altri chiaramente buoni, ma spesso i due aspetti si mescolano e comunque non sono specifici del fantasy. Possiamo avere la lotta del Bene contro il Male, in molto fantasy epico c’è, anche se in Mistborn Brandon Sanderson si è divertito a cambiare le carte in tavola, ma anche in molte opere western o di guerra abbiamo i buoni (noi) contro i cattivi (loro), e se nel thriller l’investigatore deve fermare uno psicopatico non abbiamo dubbi su quale sia il lato dei buoni. E se il romanzo è sul bullismo? Questo per dire che è difficile tracciare linee nette, questo genere fa così, quest’altro no. Più interessante è vedere i singoli testi, ma ci arriveremo.

Pubblicato in fantasy, Guy Gavriel Kay, scuola | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Classifiche: 11 novembre 2018

1 (2) Antonio Manzini, Fate il vostro gioco, Sellerio;

2 (1) Antonio Scurati, M. Il figlio del secolo, Bompiani;

3 (3) Benedetta Rossi, La cucina di casa mia, Mondadori Electa;

4 Marco Malvaldi, La misura dell’uomo, Giunti;

5 (4) Michela Murgia, Istruzioni per diventare fascisti, Einaudi;

6 (5) Alessandro Baricco, The Game, Einaudi;

7 Paolo Cognetti, Senza mai arrivare in cima. Viaggio in Himalaya, Einaudi;

8 (7) Alessia Gazzola, Il ladro gentiluomo, Longanesi;

9 (6) Stephen King, The outsider, Sperling & Kupfer;

10 (13) Elena Ferrante, L’amica geniale, E/O;

11 Kent Haruf, Vincoli. Alle origini di Holt, NN Editore;

12 (9) Dante Alighieri, Inferno (con illustrazioni di Gabriele dell’Otto), Mondadori;

13 AAVV, Economica aziendale 2, McGraw-Hill;

14 Marco Cosentino, Alessandra Gigli e Luca Piretta, Almanacco alimentare 2019. Giorno per giorno un anno di ricette, Cairo;

15 (17) Rossella Postorino, Le assaggiatrici, Feltrinelli;

16 (10) Wu Ming, Prolekult, Einaudi;

17 (14) Paolo Borrometi, Un morto ogni tanto; Solferino;

16 Roberto Emanuelli, Buonanotte a te, Rizzoli;

19 (8) Haruki Murakami, L’assassinio del Commendatore, Einaudi;

20 Frederic H. Martini, Michael J. Timmons e Robert B. Tallitsch, Anatomia umana, Edises.

 

Vista la presenza in classifica di due libri didattici aggiungo altre due posizioni:

 

21 Sveva Casati Modignani, Suite 405, Sperling & Kupfer;

22 Elena Ferrante, Storia del nuovo cognome, E/O.

 

I titoli fantastici presenti nella top 100:

26 (11) J.R.R. Tolkien, La caduta di Gondolin, Bompiani;

69 (83) Shirely Jackson, L’incubo di Hill House, Adelphi;

71 (56) Gianmarco Zagato, Ouija. I 12 rintocchi, Mondadori Electa (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 15 novembre);

72 J.K. Rowling, Harry Potter e la pietra filosofale, Salani, 10,00 €;

89 J.K. Rowling, Harry Potter e la camera dei segreti, Salani, 11,00 €

95 George R.R. Martin, Fuoco e sangue, Mondadori (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 20 novembre);

100 Luis Sepúlveda, Storia di una balena raccontata da lei stessa, Guanda (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 15 novembre).

 

La classifica di fantasy e fantascienza:

1 (1) J.R.R. Tolkien, La caduta di Gondolin, Bompiani;

2 Daniela De Francesco, Cosmica, EKT Edikit;

3 (4) George R.R. Martin, Fuoco e sangue, Mondadori (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 20 novembre);

4 (9) Margaret Atwood, Il racconto dell’ancella, Ponte alle Grazie;

5 (10) Aleksandr Bogdanov, Stella rossa, Alcatraz;

6 (2) Ransom Riggs, La mappa dei giorni. Il quarto libro di Miss Peregrine. La casa dei ragazzi speciali, Rizzoli;

7 (13) Brian K. Vaughan e Fiona Staples, Saga. Vol. 9, Bao Publishing;

8 (3) Licia Troisi, L’isola del santuario. La saga del dominio. Vol. 3, Mondadori;

9 (15) Victoria Aveyard, Tempesta di guerra, Mondadori (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 13 novembre);

10 (7) Matt Haig, Come fermare il tempo, E/O;

11 (5) AAVV, Vikings. La saga di Ragnar Lothbrok, Fanucci;

12 (19) Philip K. Dick, La svastica sul sole, Fanucci;

12 (8) J.R.R. Tolkien, Beren e Lúthien, Bompiani;

13 (17) George R.R. Martin, Il trono di spade. Le cronache del ghiaccio e del fuoco. Oscar Draghi. Vol. 1, Mondadori;

14 George R.R. Martin, Il trono di spade. Le cronache del ghiaccio e del fuoco. Oscar Draghi. Vol. 2, Mondadori;

15 Amie Kaufman e Jay Kristoff, Illuminae. Vol. 1, Mondadori;

16 (12) Amie Kaufman e Jay Kristoff, Obsidio. Illuminae file. Vol. 3, Mondadori;

17 Cecilia Randall, Magister Aetheris, Giunti;

19 Christelle Dabos, Fidanzati dell’inverno. L’attraversaspecchi, E/O;

20 George R.R. Martin, Il trono di spade. Le cronache del ghiaccio e del fuoco. Oscar Draghi. Vol. 5, Mondadori;

21 Isaac Asimov, Ciclo delle Fondazioni, Mondadori;

22 George R.R. Martin, Il trono di spade. Le cronache del ghiaccio e del fuoco. Vol. 4, Mondadori;

23 (28) Isaac Asimov, Io, robot, Mondadori;

24 Stephanie Garber, Legend, Rizzoli (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 13 novembre);

25 Kendare Blake, La battaglia della corona maledetta, Newton Compton;

26 J.R.R. Tolkien, Lo Hobbit, Bompiani;

27 Brian K. Vaughan e Fiona Staples, Saga. Vol. 4, Bao Publishing;

28 George R.R. Martin, Il trono di spade. Le cronache del ghiaccio e del fuoco. Oscar Draghi. Vol. 3, Mondadori;

29 (25) Douglas Adams, Guida galattica per gli autostoppisti. Il ciclo completo, Mondadori;

20 George R.R. Martin, Il trono di spade. Le cronache del ghiaccio e del fuoco. Vol. 3, Mondadori.

Pubblicato in classifiche | Lascia un commento