Novità di novembre 2019 – terza parte

AAVV, Viaggi sulla luna, Racconti, 16,00 €

La sinossi:

Prima di concedersi il famoso bacio del ’69, nel buio dello spazio più profondo, Luna e Terra hanno dovuto danzare a velocità supersonica per millenni, senza mai staccarsi gli occhi di dosso. Perché si facesse il gran passo (per quanto piccolo secondo Neil) ci sono voluti propulsori, moduli e calcoli computerizzati, ma a niente sarebbe servita la risolutezza scientifica senza un po’ di poesia, di archetti, insomma, senza un po’ d’atmosfera. Molto prima che l’Apollo 11 toccasse il suolo lunare è stata l’arte, in tutte le sue forme, ad accomodare l’attrazione preparando fatalmente il terreno per l’allunaggio. Nei suoi sogni e desideri – spesso perdendo il senno come l’Orlando – l’uomo è stato sulla Luna infinite volte, eleggendo il «pianeta» prediletto a simbolo romantico dei migliori viaggi d’avventura. Senza che esistesse un’astro- tecnica su cui fantasticare, per esempio, al celebre Hans Pfaall erano bastati i debiti, una mongolfiera ben equipaggiata e un’interpretazione tutta sua delle leggi di natura, per salire al cospetto della Luna. Laddove al miliardario Harriman, nel racconto di Heinlein, non sembravano bastare tutti i soldi e i razzi di questo mondo, pur avendo il satellite a portata di mano. Forse che dopo tanta letteratura, dopo tanto vorticare nello spazio quel bacio strappato, rubato con astronavi vere e proprie, abbia tolto il gusto del racconto? Alla vigilia dello sbarco Buzzati intonava una preghiera: Non deluderci, Luna. Ma come l’astronauta ubriacone di Ballard sembrerebbe confidarci – e come questi racconti confermeranno – quel piccolo contatto non ha spento, semmai ha amplificato, la voglia di sussurrare ancora alla nostra dama di ballo.

 

AAVV, Il grande libro della fantasy epica, Fanucci, 25,00 €

La sinossi:

 

Dai miti della creazione e dalle antiche saghe popolari fino ai romanzi fantasy mainstream di oggi, quest’opera è la quintessenza dell’high fantasy. Grazie a una ricostruzione così ricca e vibrante dell’universo fantasy, i lettori viaggeranno in lungo e in largo attraverso regni antichi e domini inesplorati, per osservare da vicino nobili sacrifici e sorprendenti meraviglie in una perenne lotta tra il Bene e il Male. Tentando un’analisi completa di questo genere letterario, J.J. Adams riunisce opere di artisti come Ursula K. Le Guin, Robin Hobb e Tad Williams insieme a Aliette de Bodard, Carrie Vaughn, Brandon Sanderson, Patrick Rothfuss, Orson Scott Card, Juliet Marillier, Trudi Canavan, N.K. Jemisin, Robinette Kowal, Kate Elliott, Melanie Rawn, Michael Moorcock e Paolo Bacigalupi. Queste storie – allegorie delle più grandi speranze e paure dell’umanità – ci narrano di valori senza tempo come il coraggio e l’amicizia, unici veri antidoti al Male estremo.

Joe Abercrombie, La prima legge. Trilogia: Il richiamo delle spade-Non prima che siano impiccati-L’ultima ragione dei re, Mondadori, 28,00 €

La sinossi:

Logen Novedita è un guerriero in fuga dal Nord di cui è stato il campione idolatrato tanto dai nemici che lo vorrebbero morto come dagli amici che farebbero meglio a crederlo tale. Perché dentro di lui si annida il Sanguinario, un’ombra per cui orrore, fuoco e morte sono un banchetto al quale invitare tutto e tutti. Glokta l’Inquisitore trascina il proprio corpo torturato nei palazzi del potere, investigando su una cospirazione in grado di ribaltare l’ordine costituito. Il giovane Jezal dan Luthar, che forse si accontenterebbe della propria bellezza, sfacciataggine e abilità nella scherma, scoprirà che qualcuno nutre grandi e pericolosi progetti per lui. Il Maggiore West deve lottare contro la propria sorella, l’idiozia delle gerarchie militari, e la costante feroce emicrania. Nelle vene della misteriosa e intrattabile Ferro Maljinn scorre sangue di demone, e una sete di vendetta che minaccia di travolgere un Impero. I loro cammini sono destinati a incrociarsi nella guerra che chiude le sue fauci sull’Unione da Nord a Sud, mentre alle ombre del passato e ai sortilegi si sommano le nuove, devastanti forze dell’oro e della tecnologia. Con questo grandioso affresco, ricco di pathos e umorismo nero, che comprende rovine ciclopiche e bettole, schermaglie politiche e duelli brutali in un cerchio di scudi, mercenari e prostitute, regine e banchieri, Joe Abercrombie ha portato il fantasy verso nuovi confini, capaci di fondere J.R.R. Tolkien e i noir americani, il realismo di G.R.R. Martin e l’ironia citazionista di Tarantino.

 

Joe Abercrombie, Un piccolo odio, Mondadori, 22,00 €

La sinossi:

Savine dan Glokta è la figlia dell’uomo più odiato del regno, l’Arcilettore, a sua volta pronta a diventare la serpe più velenosa degli affari e delle industrie, se questo le garantirà un primato in un mondo in cui sembrano comandare solo gli uomini. Leo dan Brock, il Giovane Leone, attende di essere nominato Lord Governatore per respingere le aggressioni di Crepuscolo il Possente e dei suoi uomini del Nord, ma imparerà che le leggende degli eroi nascondono molte zone oscure, fatte di tradimenti e compromessi. Vick si è unita agli Spezzatori che intendono difendere i lavoratori dalle misure rapaci dei padroni, ma nasconde una decisione presa anni fa, nei gelidi campi di prigionia. Grosso è un veterano di guerra che vorrebbe dimenticare gli orrori degli assedi e la forza micidiale che si annida nelle sue mani tatuate, ma passato e violenza non sono mai troppo lontani. Il vecchio Trifoglio vorrebbe solo starsene seduto a insegnare un po’ di arte della spada, ma sarà costretto ad accompagnare e consigliare un manipolo di giovani che lo irridono, e non conoscono la belva che è stato e può ancora essere. Il Principe Coronato Orso deve decidere se sprofondare definitivamente sotto le droghe, le cortigiane e il vino, oppure se mettere la sua intelligenza a servizio d’un sogno più grande, per sé e tutto il reame. I loro cammini si incroceranno e affronteranno una nuova età di tecnologia, potere economico, barbarie e follia, insurrezioni popolari e congiure di palazzo, duelli brutali nel Cerchio di scudi e il ritorno della magia. Sì, perché, se antichi stregoni decidono di allearsi con banchieri e ingegneri, al Nord invece la giovane Rikke scopre di possedere un dono invidiato e maledetto, la Vista Profonda, la capacità di vedere le ombre del passato e gli spettri del futuro. E come deciderà di impiegarla determinerà il destino di tutti. Joe Abercrombie torna trionfalmente al mondo della Prima Legge che lo ha reso il re del fantasy grimdark con una nuova magnifica saga ambientata alcuni decenni dopo la prima, in cui Il Trono di Spade s’incontra con I Miserabili. Vecchi protagonisti cedono il passo a una nuova generazione che si addentra in un mondo ancora più realistico, ironico, brutale e commovente, che riflette e amplifica i drammi della politica attuale con la forza d’una immaginazione che ha sempre il sentore inesorabile della verità, e a ogni svolta conduce il lettore dove questi non avrebbe mai creduto di arrivare. Dentro e fuori di sé.

 

William Beckford, Vathek, Skira, 22,00 €

La sinossi:

Scritto di getto in tre giorni nel 1871, quando l’autore aveva ventun anni, Vathek è la storia di un califfo che frenetico d’ambizione e insoddisfatto dei piaceri che la vita concede a un buon musulmano, attraverso la pratica indefessa del delitto, della magia nera, del sacrificio alle potenze malefiche, conquista insieme alla donna amata il Regno del Fuoco Sotterraneo, che sarà quello della loro eterna disperazione. Le vicende sono percorse da un sottile umorismo e da una prodigiosa fantasia, che tocca l’orrido e il meraviglioso con la stessa grazia e la stessa raffinatezza. L’inesauribile stravaganza di questo celebre libro ha molte affinità con la vita del suo autore, William Beckford. Erede di una delle più grosse fortune inglesi, iniziato da ragazzo alle scienze magiche e occulte, passò da uno scandalo all’altro finché, stanco di fuggire e di difendersi, si andò a rinchiudere in una gigantesca e mirabolante torre che si era fatto costruire, imitando Vathek, il personaggio dei suoi anni giovanili. William Thomas Beckford (1760-1844) è stato uno scrittore e viaggiatore britannico. Cresciuto tra le più grandi agiatezze (era figlio del sindaco di Londra), ebbe la carriera politica preclusa a causa degli scandali omosessuali in cui rimase coinvolto che lo costrinsero a continui viaggi per l’Europa per evitare un’incriminazione formale.

 

Dinah Bucholtz, In cucina con Harry Potter. Il ricettario non ufficiale, Vallardi, 16,90 €

La sinossi:

C’è davvero qualcuno che riesce a leggere i libri di Harry Potter senza farsi venire l’acquolina in bocca? Il cibo è un elemento spettacolare della saga creata da J.K. Rowling e si manifesta, sorprendente e squisito, in mille forma e in mille occasioni: colazioni, pranzi, cene, merende o spuntini. Pietanze sontuose realizzate con ingredienti di ogni sorta che hanno però qualcosa in comune: sono tutti piatti fantastici, in qualche caso impossibili da riprodurre (a meno che non possediate una bacchetta magica), in altri possibilissimi e alla portata di tutti. Questo libro è una summa delle delizie culinarie sparse nel meraviglioso universo potteriano, in grado di soddisfare non solo l’appetito prodigioso dei maghi, ma anche quello più ordianrio di noi babbani. Tuffiamoci dunque tra pietanze fatate, dolcetti stregati, stufati portentosi e tortini prodigiosi: preparando e gustando gli stessi piatti che imbandiscono la tavola dei nostri personaggi preferiti, potremo davvero entrare nel loro mondo!

 

Francesca Cavallo, Elfi al quinto piano, Feltrinelli, 14,00 €

La sinossi:

È quasi Natale quando Manuel, Camila e Shonda, insieme alle loro due mamme Isabella e Dominique, arrivano nella città di R. Prendono possesso della loro nuova casa in via dei Camini Spaziosi 10, dove i vicini sembrano accoglierli con la diffidenza che gli abitanti della città riservano a tutto ciò che gli è nuovo ed estraneo. In compenso la mattina successiva dieci simpatici elfi si presentano a sorpresa a casa loro. Sono stati incaricati da Babbo Natale in persona di trovare una base operativa del Natale per la città di R. e chiedono ai ragazzi di aiutarli a impacchettare i 230.119 regali per i bambini della città e consegnarli in tempo per il passaggio della slitta. Niente di più emozionante per i tre fratelli che si mettono subito al lavoro. Ma il trambusto creato da quella strana catena di montaggio attira l’attenzione della polizia e gli elfi sono costretti a far scattare il piano B: nascondono il quartier generale del Natale, compresi i tre fratelli, così bene che anche le loro mamme non hanno idea di dove siano finiti. Il tempo stringe e il Natale non può aspettare… Ci vorrà l’intervento di una ragazzina intraprendente e con il talento per le invenzioni, un agguerrito gruppetto di scout e un desiderio sussurrato all’orecchio di Babbo Natale per portare a termine la missione e, soprattutto, per far cadere le convinzioni degli adulti e poter vivere un vero Natale nella città di R.

 

James S.A. Corey, L’ira di Tiamat. Tiamat’s wrath, Fanucci, 20,00 €

La sinossi:

Nei sistemi scoperti attraverso l’apertura dei portali, Elvi Okoye inizia una ricerca disperata per scoprire la natura di un genocidio antecedente alla nascita degli esseri umani e per trovare armi necessarie a combattere una guerra che sembra persa in partenza. Tuttavia il prezzo della conoscenza potrebbe essere molto alto. Nel cuore dell’impero intanto, Teresa Duarte si prepara ad assumere il peso dell’ambizione divina di suo padre. Nel frattempo l’equipaggio sparpagliato della Rocinante muove una coraggiosa azione di retroguardia contro il regime autoritario di Duarte e l’impero diventa teatro di guerra. Tutto sembra essere perduto in una battaglia in cui l’umanità sembra stia per capitolare.

 

Annette Curtis Klause, Il bacio d’argento, Salani, 12,00 €

Nuova edizione. La sinossi:

La tristezza di Zoe non è il solito mal di vivere dell’adolescenza: da quando sua madre si è ammalata e suo padre si e dedicato esclusivamente ad assisterla, la vita sembra improvvisamente averle tolto tutto quello che serve a essere felici. In più Lorraine, la sua migliore amica, sta per trasferirsi lontano. La solitudine, l’incomprensione e il dolore avvolgono Zoe come una nebbia, da cui lei teme di non poter più uscire; finché un incontro casuale con un giovane strano e conturbante non le instilla un’inquietudine vaga, uno struggimento insolito, come una promessa di piacere. E così Zoe prova il turbamento del primo amore, un amore che Simon, il misterioso ragazzo, sembra condividere ma anche temere. Perché Simon porta con sé la maledizione di coloro che si nutrono del sangue dei vivi: sono vampiri, vivono per la caccia, e il loro desiderio è legato alla morte della loro preda. Ma Simon vuole davvero solo il sangue di Zoe? E lei potrà mai accettare di amare qualcuno che incarna quello che lei teme di più: una vita come una malattia, una notte senza fine, e senza mai la speranza di un riposo?

 

Raymond E. Feist, Il re delle ceneri. Il ciclo di Firemane. Vol. 1, Fanucci, 28,00 €

La sinossi:

Diciassette anni dopo il tradimento ai danni di re Steveren Langene, re di Ithrace, gli altri quattro sovrani di Garn credono di aver ormai sterminato la dinastia dei Chioma di Fuoco. Eppure, il barone Daylon Dumarch riesce a mettere in salvo l’ultimo erede di Langene, anche lui dai capelli rosso fuoco come i suoi antenati, affidandolo alle cure di Coaltachin, la misteriosa Nazione Invisibile controllata dalle migliori spie di Garn. Benché Hatushaly venga addestrato a diventare un letale sicario, l’erede al trono di Ithrace non conosce le proprie origini e sente di non appartenere a quel mondo di criminali senza cuore. Ormai vicino alla maggiore età, il ragazzo scopre di essere molto più di un semplice orfano e di possedere poteri sconosciuti. Il suo destino si incrocia ben presto con quello del pragmatico Declan, allievo di Edvalt Tasman, il precedente armaiolo del barone Dumarch: fuggito dal proprio villaggio a causa dell’instabilità che sta investendo il territorio di Garn, il giovane fabbro si trasferisce nel baronato di Dumarch per mettere su una propria fucina. Tuttavia, Declan custodisce un segreto tramandato da secoli: il giovane è uno dei pochi fabbri a saper lavorare l’acciaio del re, il materiale di cui sono fatte le spade migliori. A causa della folle autorità di re Lodavico di Sandura e della Chiesa dell’Unico, ormai terra di forze sconosciute sulle tracce dell’ultimo Chioma di Fuoco, Garn si prepara lentamente a ospitare un altro sanguinoso conflitto: riconsegnato a Dumarch e accompagnato dall’enigmatica Hava, la ragazza di cui è sempre stato innamorato, Hatushaly dovrà ricostruire la propria identità e capire di chi fidarsi.

 

Stephanie Garber, Legend, Bur, 13,00 €

Edizione economica. La sinossi:

Dopo la travolgente avventura nel mondo magico e misterioso del Caraval, Donatella Dragna è riuscita finalmente a sfuggire al padre e a salvare la sorella Rossella da un disastroso matrimonio combinato. Ma Tella non è ancora libera; per ritrovare la madre Paloma ha stretto un patto disperato con un criminale misterioso, che vuole in cambio qualcosa che solo lei può dargli: il vero nome di Legend, il Mastro di Caraval. L’unica possibilità per scoprire il vero nome di Legend è vincere il nuovo Caraval, che si terrà a Valenda, l’antica capitale dove una volta regnavano i Fati, in occasione del genetliaco di Elantine, la sovrana dell’Impero di Mezzo. Tella dovrà quindi immergersi di nuovo nella competizione magica, tra le attenzioni di un inquietante erede al trono, una storia d’amore impossibile e una ragnatela di segreti, tra cui anche quelli di Rossella. Se fallirà non potrà mantenere il suo patto e rischierà di perdere tutto, compresa forse la vita. Ma se vincerà, Legend e il Caraval saranno distrutti per sempre.

 

David Gemmell, La spada nella tempesta. Il ciclo dei Rigante. Vol. 1, Fanucci, 19,00 €

Nuova edizione. La sinossi:

Nelle fertili terre dei Rigante si trova il villaggio dei Tre Torrenti, abitato da un popolo che onora gli spiriti della Terra e gli dèi dell’Acqua e dell’Aria. Fra loro vive un giovane uomo, destinato a diventare un valoroso guerriero, celebre in tutto il regno. È Connavar, nato durante la tempesta che uccise suo padre. Ma una terribile sventura si abbatte su di lui quando viene avvistato da un Seidh, un potente stregone che getta su di lui una maledizione. Intanto un esercito spietato sta marciando verso i Tre Torrenti per conquistare e distruggere i Rigante. Per proteggere il suo popolo, Connavar sarà costretto a intraprendere un lungo viaggio che lo porterà dritto al cuore del nemico. Fortunatamente, lungo la strada riceverà un dono: una spada invincibile e letale come il Seidh che l’ha forgiata e che gli farà guadagnare il nome di Spada del Demonio, emblema di un destino glorioso e amaro…

 

David Gemmell, Falco di mezzanotte. La saga dei Rigante. Vol. 2, Fanucci, 20,00 €

Nuova edizione. La sinossi:

Flagello è il figlio illegittimo del re dei Rigante, soprannominato dagli uomini Spada del Demonio. Nato dal frutto di un tradimento, Flagello è cresciuto come un emarginato, da sempre temuto e allontanato dai suoi compagni e ignorato dal padre, di cui porta l’inconfondibile marchio: un occhio bruno fulvo, e uno verde smeraldo. Stanco di essere un reietto tra i suoi simili, decide di partire alla volta di Stone, città lacerata dalla corruzione e dalle lotte politiche dove i Preti Cremisi, protetti dal malvagio Jasaray, hanno creato un regno dominato dal terrore. Qui si guadagna da vivere come gladiatore, nelle arene di un impero intriso di sangue, e aspettando il giorno in cui si potrà finalmente vendicare di suo padre e dei Rigante. Ma gli eventi stanno nuovamente precipitando e in gioco c’è qualcosa di molto più grande del desiderio di rivalsa di un giovane guerriero. Gli eserciti di Jasaray si preparano a marciare sulla terra dei Rigante e il destino degli uomini e dei Seidh sarà la posta in gioco di una guerra in cui si svolgerà una duplice battaglia: il conflitto per la supremazia tra due popoli nemici e l’altro, decisivo scontro, tra un padre e suo figlio…

 

David Gemmell, Cuore di corvo. La saga dei Rigante. Vol. 3, Fanucci, 19,00 €

Nuova edizione. La sinossi:

Sono passati ottocento anni da quando re Connavar dei Rigante e Flagello, suo figlio illegittimo, hanno sconfitto l’esercito di Stone. Ma ormai i Rigante hanno perso la libertà e la cultura per le quali un tempo molti avevano combattuto, scegliendo di sacrificare la propria vita. Solo una donna continua a seguire gli antichi costumi, la Wyrd del Bosco dei Desideri, e solo lei conosce la natura del male che è in procinto di scatenarsi. La sua speranza è riposta in due uomini: un gigantesco guerriero rigante, ossessionato dal ricordo di un amico tradito che non è riuscito a salvare, e un giovane dal talento mortale, disprezzato e temuto. Uno dei due diverrà Cuore di Corvo, un condottiero fuorilegge le cui gesta risveglieranno i Rigante dal loro torpore.

 

David Gemmell, Cavalca la tempesta. La saga dei Rigante. Vol. 4, Fanucci, 20,00 €

Nuova edizione, La sinossi:

Un moto di ribellione dei Rigante ha innescato una rivoluzione seminando morte e disperazione: la guerra civile sta spaccando il regno, ora conteso tra due diverse fazioni. Gli Alleati, comandati dal generale ribelle Luden Macks e i Monarchici – tra cui militano i temibili Redentori -, capitanati dall’astuto Winter Kay, stanno combattendo senza esclusione di colpi, pronti a tutto pur di vincere la battaglia e di ritagliarsi un posto d’onore tra i vincitori. Intanto, al Nord, il leader fuorilegge noto come Cuore di Corvo attende l’arrivo dell’armata di Moidart per fronteggiare Gaise Macon, conosciuto tra i Rigante con il nome di Cavalca la Tempesta, sostenitore dei Monarchici e unico figlio di Moidart. Ma i Redentori hanno risvegliato dal suo sonno millenario qualcosa che doveva rimanere sopito scatenando un’ondata di eserciti oscuri che avanzano implacabili sugli abitanti degli altipiani e sembra che nulla li possa fermare. Ignari del fatto che il destino del mondo sia nelle loro mani, i nemici giurati Cuore di Corvo e Cavalca la Tempesta saranno costretti a fare delle scelte che ribalteranno completamente le sorti del regno e di tutti quelli che lo abitano…

 

Robert Jordan, Wulfgar. Il guerriero degli Altaii, Fanucci, 25,00 €

La sinossi:

I pozzi della Pianura si stanno asciugando, i feroci fanghorn continuano a moltiplicarsi, e abbondano i cattivi presagi. Wulfgar, cavaliere del popolo degli Altaii, deve guardarsi dalla minaccia dei Troni Gemelli, su cui siedono le due algide regine gemelle della ricca e potente città mercantile di Lanta. Il destino degli Altaii s’intreccia con la misteriosa dinastia di semi-dei mascherati che si fanno chiamare Altissimi, e le oscure profezie e i sortilegi della Sacerdotessa Mayra sono l’unica speranza di salvezza per il popolo di Wulfgar. Elspeth, un’Errante e affascinante visitatrice proveniente da un’altra dimensione; secondo i presagi si rivelerà la chiave di ogni cosa, ma prima Wulfgar dovrà imparare a formulare le giuste domande. Ma cosa succede se la conoscenza che può salvare gli Altaii è la stessa che li distruggerà?

 

Thomas Ligotti, Nato nella paura. Letteratura, orrore, esistenza, Il Saggiatore, 22,00 €

La sinossi:

Cos’è la paura? Cos’è l’orrore? Cos’è l’esistenza? E che legame si crea tra le forze della vita e della morte, della realtà e della finzione fino all’esplosione del perturbante? In un libro intervista da non perdere, lo sguardo, la visione del mondo e la potenza creativa di uno dei grandi maestri del grottesco. Thomas Ligotti, autore di culto della letteratura americana e già pubblicato dal Saggiatore con Teatro Grottesco, La Cospirazione contro la razza umana e Nottuario, unico erede di H.P. Lovecraft e Edgar Allan Poe, propone un approccio filosofico ai grandi temi di cui già si è occupato come narratore. Alla ricerca del senso più profondo delle cose, attraverso i sentimenti più oscuri e ancestrali di ogni uomo, dove il disincanto del mondo pulsa come un tamburo battente.

 

Stefano Mancini, L’enigma del Fürer, Fanucci, 16,00 €

La sinossi:

Londra. È notte ed Ethan Cooper, giornalista del Guardian, è alla guida. All’improvviso, sbucato dal nulla, un uomo si lancia sotto la sua macchina. L’asfalto, zuppo di pioggia, rende inutile la frenata: l’impatto è inevitabile, gli effetti devastanti. Resosi conto della gravità dell’incidente, Ethan chiama i soccorsi e raggiunge l’uomo in fin di vita. Questi, con le ultime forze, gli consegna due oggetti e pronuncia alcune frasi incomprensibili. Sentendosi responsabile per quanto accaduto, Ethan comincia allora un’indagine che lo porta prima a una cassetta di sicurezza a Francoforte, poi in una cittadina al confine con la Polonia dove conosce Kirsten, brillante fisico, e nipote di un chimico al servizio del Terzo Reich, sequestrato e giustiziato per motivi mai del tutto chiariti. Trascinati in un vortice di enigmi da risolvere, codici cifrati e inquietanti messaggi dal passato, Ethan e Kirsten dovranno far luce sul più sconvolgente progetto mai sviluppato dalla Germania nazista. In palio non solo la loro vita, ma anche il futuro dell’intera umanità.

 

Roberto Marchesini e Sabrina Tonutti, Animali magici, De Vecchi, 24,00 €

La sinossi:

Lupi mannari, mostri marini, draghi, centauri… Da sempre gli animali, reali e fantastici, popolano il nostro immaginario, abitano i nostri sogni, danno volto alle nostre paure o ai nostri desideri. Sono simboli e segni capaci di contenere significati di ogni genere. Questo libro, ricco di storie e suggestioni, racconta leggende, fiabe, tradizioni popolari e superstizioni legate agli animali nelle varie culture. Gli autori analizzano paure, stereotipi e attribuzioni magiche, dedicando particolare attenzione agli animali in rapporto al sovrannaturale, toccando divinazione, zoomanzia, sciamanesimo e totemismo.

 

Philip Osbourne, Bad cat. Il lato oscuro del giovane Poe, Nexus edizioni, 14,50 €

La sinossi:

L’inquietante gatto nero del giovane Poe diventa il protagonista di una sua serie. Pluto è un gatto con poteri molto speciali, chiunque ci si imbatte finisce male. Nessuno riesce a stabilire con lui una connessione fino a che lui non voglia. Il gatto nero nelle storie del giovane Poe colpisce in maniera letale ogni persona che si scontra con il suo amico blogger di Baltimora. In questo libro, l’autore di Young Poe racconta le vicende di Pluto prima dell’incontro con Vincent. Il gatto nero, prima che si facesse trovare da Mary, viveva in uno strano motel e si compiaceva a punire gli ospiti non proprio moralmente corretti… e lo faceva con modi soprannaturali e terribili.

 

Susanna Raule, Il club dei cantanti morti, Fanucci, 16,00 €

La sinossi:

Jimmy Razor è appena morto nella sua lussuosa villa di Los Angeles, strafatto e solo. Era giovane, era dannato, era forse l’ultima rockstar a vivere all’altezza del mito. Nessuno sa come sia potuto accadere e questo è un problema. In primis al Club dei cantanti morti, che deve decidere se accoglierlo o meno tra i suoi iscritti. Per il presidente, John Lennon, la cosa rappresenta una grana gigantesca. Cobain e Morrison sono fieramente contro, Janis Joplin è possibilista, Sid Vicious vuole solo bere qualcosa. La morte di Jimmy crea problemi anche ai ragazzi della Morte, il più alto ordine di funzionari della Trista mietitrice, per cui la sua dipartita immotivata è un’onta professionale da lavare al più presto. Crea problemi a Weasley Pennington e Nastasia Scott-Greene, inglesi titolati e ficcanaso, assunti dal club per far luce sulla sua morte. Ma specialmente crea problemi al detective Jack Wyte della polizia di Los Angeles, che si trova per le mani un caso ad alta esposizione mediatica. E Jack è stanco, beve troppo, fuma come una ciminiera e vorrebbe imparare a fregarsene di tutto, però non ci riesce. Questa volta, poi, è tutto spaventoso, irritante e strano, a partire da Dare, la misteriosa ragazza vestita di scuro, che compare dall’ombra e svanisce nel buio. La prima a capire che la casa di Jimmy, la villa in cui è morto inspiegabilmente, ha qualcosa di sbagliato. O almeno che un pezzo di cemento, per quanto lussuoso, non dovrebbe dare l’impressione di leccarsi i baffi, no?

Pubblicato in freschi di stampa | Lascia un commento

Il portale delle tenebre di George R.R. Martin. Capitolo 24: Jon

George R.R. Martin si diverte molto a giocare con il tempo. Noi abbiamo sempre visto il rapporto fraterno che legava Jon e Robb, ma non tutto è stato rose e fiori. Jon è pur sempre un bastardo, e ci sono cose che saltano fuori a rinfacciarglielo quando meno se lo aspetta, penetrano nella pelle e determinano il suo cammino. No, anche se alla fine Robb, in mancanza di un figlio e convinto della morte di Bran, avrebbe voluto lui come erede di Grande Inverno, Jon non potrà mai prendere il posto che era stato di Robb, o quello che era stato di Ned. E il cambiamento di Catelyn operato da David Benioff e D.B. Weiss, che hanno molto attenuato la sua avversione a Jon, dimostra che ai produttori della serie televisiva importava ben poco della personalità di ciascuno.

Mentre Jon lotta contro tutti suoi dubbi Spettro finalmente fa la sua comparsa. Era da troppo che Jon era stato costretto a lasciarlo indietro, ma uno Stark senza metalupo è uno Stark incompleto, ed è molto più vulnerabile. Alla fine le chiacchiere di Sam hanno portato i loro frutti e Jon viene eletto quale nuovo comandante dei Guardiani della notte.

La Barriera era sua, la notte era piena di tenebre.

E lui aveva un re da affrontare.

Pubblicato in citazioni, George R.R. Martin rilettura | Contrassegnato | Lascia un commento

Classifiche: 17 novembre 2019

1 (1) Elena Ferrante, La vita bugiarda degli adulti, E/O;

2 Dario Bressanini, La scienza delle verdure. La chimica del pomodoro e della cipolla, Gribaudo;

3 (2) Gianrico Carofiglio, La misura del tempo, Einaudi;

4 Donato Carrisi, La casa delle voci, Longanesi (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 2 dicembre);

5 (4) Isabel Allende, Lungo petalo di mare, Feltrinelli;

6 (5) Fabio Volo, Una gran voglia di vivere, Mondadori;

7 (7) Walter Veltroni, Assassinio a Villa Borghese, Marsilio;

8 (14) Nadia Toffa, Non fate i bravi, Chiarelettere;

9 (11) Benedetta Rossi, In cucina con Voi!, Mondadori Electa;

10 (13) Marco Vichi, L’anno dei misteri, Guanda;

11 (17) Alan Snow e Maggie Bateson, Il mondo segreto di Babbo Natale!, Mondadori;

12 (6) Sandro Veronesi, Il colibrì, La nave di Teseo;

13 (19) Mark Z. Danielewski, Casa di foglie, 66th and 2nd;

14 (12) Maurizio De Giovanni, Nozze. Per i bastardi di Pizzofalcone, Einaudi (prenotazioni, il libro sarà in vendita dal 26 novembre);

15 (9) Stefania Auci, I leoni di Sicilia, Nord;

16 (8) Corrado Augias e Giovanni Filoramo, Il grande romanzo dei Vangeli, Einaudi;

17 (10) Massimo Gramellini, Prima che tu venga al mondo, Solferino;

18 Clive Cussler e Russell Blake, Le isole della morte, Longanesi;

19 Viola Ardone, Il treno dei bambini, Einaudi;

20 (18) Luca Ricolfi, La società signorile di massa, La nave di Teseo.

 

L’altro titolo fantastico presente nella top 100:

57 (80) Christelle Dabos, La memoria di Babel. L’attraversaspecchi. Vol. 3, E/O;

 

La classifica di fantasy e fantascienza:

1 (2) Christelle Dabos, La memoria di Babel. L’attraversaspecchi. Vol. 3, E/O;

2 (3) Margaret Atwood, Il racconto dell’ancella, Ponte alle Grazie;

3 (1) Margaret Atwood, I testamenti, Ponte alle Grazie;

4 (4) Christelle Dabos, Fidanzati dell’inverno. L’attraversaspecchi. Vol. 1, E/O;

5 (5) Christelle Dabos, Gli scomparsi di Chiardiluna. L’attraversaspecchi. Vol. 2, E/O;

6 (9) Ray Bradbury, Fahrenheit 451, Mondadori;

7 (8) Leo Ortolani, Luna 2069, Feltrinelli;

8 (6) Leigh Bardugo, Il regno corrotto. Grishaverse, Mondadori;

9 J.R.R. Tolkien, Il signore degli anelli, Bompiani;

10 (16) Cassandra Clare, Sarah Rees Brennan e Maureen Johnson, Shadowhunters. Fantasmi del Mercato delle Ombre, Mondadori;

11 Jay Kristoff, Mai dimenticare. Nevernight, Mondadori;

12 Valerio Evangelisti, Eymerich. Titan edition. Vol. 1, Mondadori;

13 (24) J.R.R. Tolkien, Lo hobbit, Bompiani;

14 George R.R. Martin, Elio M. Garcia Jr. e Linda Antonsson, Il mondo del ghiaccio e del fuoco. La storia ufficiale di Westeros e del Trono di spade, Mondadori;

15 (17) Jay Kristoff, I grandi giochi. Nevernight, Mondadori;

16 (18) Jay Kristoff, Alba oscura. Nevernight, Mondadori;

17 Patrick Rothfuss, Lo sguardo lento delle cose mute, Mondadori;

18 Valerio Evangelisti, Eymerich. Titan edition. Vol. 2, Mondadori;

19 Valerio Evangelisti, Eymerich. Titan edition. Vol. 3, Mondadori;

20 (12) Andrzej Sapkowski, Il guardiano degli innocenti, Nord;

21 Daniel Keyes, Fiori per Algernon, Nord;

22 (28) Aldo Maria Valli, L’ultima battaglia, Fede & Cultura;

23 George R.R. Martin e Jonathan Roberts, Il trono di spade. Le cronache del Ghiaccio e del Fuoco. Vol. 3. Ediz. speciale, Mondadori;

24 Suzanne Collins, Hunger games. La trilogia, Mondadori;

25 Isaac Asimov, Ciclo delle Fondazioni, Mondadori;

26 Douglas Adams, Guida galattica per gli autostoppisti, Mondadori;

27 Sarah J. Maas, La corte di rose e spine, Mondadori;

28 Douglas Adams e Neil Gaiman, Guida galattica per gli autostoppisti. Trilogia più che completa in cinque parti-Niente panico. Ediz. speciale, Mondadori;

29 (7) Leigh Bardugo, Sei di corvi. GrishaVerse, Mondadori;

30 George R.R. Martin, Fuoco e sangue. Vol. 1, Mondadori.

Pubblicato in classifiche | Lascia un commento

Peter Hamilton Reynolds: Fatti sentire!

A quanto pare non ho ancora cinque anni. L’editore, Il Castoro (uno degli editori di libri per bambini che mi piace di più), indica l’età di lettura per Fatti sentire! di Peter Hamilton Reynolds fra i 4 e i 5 anni, a me il libro è piaciuto molto, quindi cosa dovrei dedurne?

Oltretutto mi parla direttamente, perché quando Reynolds incoraggia a usare la propria voce, a non lasciarsi bloccare da sciocchi timori… ecco, quella sono io, e venerdì per l’ennesima volta mi sono lasciata sfuggire una possibilità perché ho avuto paura di parlare. Magari non sarebbe approdata a nulla, ma se io la smettessi di sabotarmi da sola, se imparassi a farmi avanti per portare avanti i miei progetti – progetti che so essere validi – sarebbe una bella cosa. Magari avrei dovuto studiare il libro di Reynolds più attentamente, certo ha qualcosa da insegnare anche a me.

Non solo a me, per la verità. È un libro per bambini, poche pagine, testo breve, illustrazioni grandi, e tante situazioni in cui è importante parlare. Dal vincere le proprie timidezze, qualcosa che a quanto apre a cinquant’anni non ho ancora imparato, al combattere il bullismo, o al saper consolare qualcuno che ha bisogno di non sentirsi solo. Gli spunti di riflessione sono tanti, e consentono di presentare ai bambini in modo facile temi importanti.

La sinossi:

In quanti modi una singola voce può fare la differenza? Ognuno di noi, ogni giorno, ha la possibilità di dire qualcosa, di farsi sentire: con le nostre azioni, e le nostre parole. Questa storia ricorda ai lettori l’innegabile importanza e potenza della voce di tutti. Ci sono così tanti modi in cui dire al mondo chi sei, cosa pensi e in cosa credi. E sopratutto come rendere il mondo un posto migliore. È il momento: fatti sentire!

Un’intervista all’autore: http://www.castoro-on-line.it/10-domande-a-peter-hamilton-reynolds-autore-di-fatti-sentire/.

Pubblicato in libri per bambini | Contrassegnato | Lascia un commento

Novità di novembre 2019 – seconda parte

AAVV, Super, La Corte Editore, 17,90 €

La sinossi

C’è una donna che dà alla luce un bambino con i super poteri e la sua vita viene stravolta. C’è un ragazzo che scopre di poter vedere le ombre delle persone assassinate. C’è un’adolescente che sogna di salvare il mondo e scopre invece che vogliono usare i suoi poteri per scatenare una guerra. Ma ci sono soprattutto 18 grandi scrittori che hanno deciso di regalarci questi meravigliosi racconti e che hanno realizzato un’antologia unica nel suo genere. Potrete infatti leggere i supereroi come non avete mai fatto prima. 18 racconti d’autore grazie ai quali potrete ritrovarvi nel sottoscala di Mister Magic, incontrare il ragazzo che ha scoperto di poter sfuggire ai bulli trasformandosi in pietra, scoprire che fine ha fatto il supereroe più famoso di tutti i tempi che ha deciso di ritirarsi dalle scene lasciando i fan disperati. 18 diversi punti di vista, 18 storie straordinarie, un unico grande fine.

 

M.T. Anderson ed Eugene Yelchin, La guerra segreta tra elfi e goblin, Rizzoli, 25,00 €

La sinossi:

Gli Elfi e i Goblin sono nemici di vecchia data. Sebbene tra loro al momento regni la pace, basterebbe una scintilla a far scoppiare nuove discordie. Perciò, quando un compìto archivista goblin e uno scorbutico ambasciatore elfo s’incontrano, la situazione si fa delicata. Ognuno di loro deve spiare l’altro, ma nessuno sa davvero quale sia la posta in gioco. Lo scopriranno a loro spese nel corso di un’avventura che vi farà rabbrividire… e ridere! Se infatti è terribile lo scontro tra il piccolo popolo che muta pelle e quello superbo che lo disprezza, niente è più divertente della convivenza tra il goblin Werfel e l’elfo Brangwain. Età di lettura: da 10 anni.

 

Katherine Arden, La ragazza nella torre. La notte dell’inverno. Vol. 2, Fanucci, 18,00 €

La sinossi:

Orfana e sola, costretta ad abbandonare il suo villaggio, Vasja dovrà rassegnarsi a trascorrere la vita in un convento o a permettere alla sorella maggiore di darla in sposa a un principe moscovita. Entrambe le strade la condannano a una vita in una torre, tagliata fuori dal vasto mondo che invece desidera esplorare. Così sceglie una terza via: travestendosi da ragazzo cavalca attraverso il bosco per sfuggire a un destino che altri hanno scritto per lei. A Mosca, intanto, la corte imperiale è scossa da lotte di potere e tumulti. Nelle campagne alcuni banditi razziano i campi, bruciano i villaggi e rapiscono le fanciulle. Dopo essere partiti per sconfiggere i briganti, il Gran principe e i suoi boiardi si imbattono in un giovane uomo in groppa a un magnifico destriero. Solo Sasa, un monaco guerriero, capisce che il “ragazzo” altri non è che sua sorella, creduta morta dopo la fuga dal suo villaggio in seguito all’accusa di stregoneria. Ma quando Vasja dà prova del suo valore in battaglia, cavalcando con una destrezza eccezionale e con un’inspiegabile forza, Sasa realizza che dovrà a tutti i costi mantenere il segreto della sua vera identità, per salvare la vita dell’unica persona in grado di fronteggiare le forze oscure che minacciano di distruggere l’impero…

 

René Barjavel, Sfacelo, L’orma, 21,00 €

La sinossi:

Francia, 2052. In un futuro ipertecnologico, l’elettricità viene improvvisamente a mancare. Nel giro di pochi giorni incendi devastanti divampano in ogni città e un’ondata di calore senza precedenti fa evaporare le riserve d’acqua. È la Natura violata che si ribella al giogo imposto dall’uomo, non lasciando scampo né possibilità di redenzione. L’umanità si ritrova catapultata in un mondo in cui vige solo la legge della sopravvivenza. Sullo sfondo di una Parigi in balia di bande di sciacalli ed epidemie di colera, il giovane Francois Deschamps si mette alla guida di uno sparuto gruppo di superstiti: la loro unica speranza è raggiungere l’incontaminata Provenza e rifondare una società libera dai micidiali errori del passato. Scritto nel 1942, “Sfacelo” è un classico della fantascienza che si è conquistato in molti Paesi una fama enorme e duratura. In questa parabola ecologica René Barjavel costruisce un perfetto congegno narrativo, non risparmiandoci nulla dell’orrore che si sprigiona quando si toglie ogni freno agli istinti più oscuri dell’animo umano.

Un estratto: https://www.lormaeditore.it/.

 

Arthur Bernède, Belfagor. Il fantasma del Louvre, Fanucci, 14,00 €

La sinossi:

Quale segreto si cela dietro il fantasma che, con mantello e maschera, si aggira nottetempo per le sale del Louvre? Chi è e perché terrorizza Parigi rendendosi responsabile dell’uccisione di un custode? Tutta la città è in fermento, i giornali non parlano d’altro. La polizia, guidata dall’ispettore Ménardier, brancola nel buio mentre Belfagor – come viene sopran-nominata la strana creatura, dal nome della statua accanto alla quale appare – continua a mostrarsi per poi sparire in modo misterioso. In un susseguirsi di colpi di scena, un giova-ne e ambizioso giornalista, Jacques Bellegarde, e il re dei detective, Chantecoq si mettono sulle tracce dello spaventoso fantasma.

 

Valerio Evangelisti, Eymerich. Titan edition. Vol. 1, Mondadori, 28,00 €

La sinossi:

Creato sulla suggestione di un vero inquisitore catalano del Trecento, Nicolas Eymerich è un personaggio complesso, un “antieroe” che emana tutto il fascino dei grandi cattivi, ma con un tocco in più, perché combatte contemporaneamente contro il Nemico, Satana, e contro se stesso. Ha un ruolo e una missione ben precisi: obbedisce solo a Dio e difende l’ordine che la Chiesa ha il dovere di instaurare, l’unico possibile. Lo fa con la fermezza di un guerriero – la sua uniforme è la tonaca domenicana, il suo vessillo la croce -, la dedizione di un santo, la spietatezza di un tiranno. Eymerich è l’incarnazione del potere che omologa, reprime e distrugge e le sue vicende raccontano una storia dell’umanità come conflitto perenne tra chi detiene il potere e chi lo subisce, e magari prova a ribellarsi. Ma Eymerich non è solo il lato oscuro della Storia, è anche il lato oscuro di ciascuno di noi. La sua ombra si proietta nel tempo, tra il XIV, il XXI e fino al XXXII secolo, un arco temporale che racchiude l’intero ciclo dei romanzi, nel quale l’inquisitore è alfa e omega. E l’omega, il finale, dovrebbe preoccupare non poco i lettori.

Contiene:

  • Nicolas Hymerich, inquisitore
  • Le catene di Eymerich
  • Il corpo e il sangue di Eymerich
  • Il mistero dell’inquisitore Eymerich
  • Cherudek

 

Valerio Evangelisti, Eymerich. Titan edition. Vol. 2, Mondadori, 28,00 €

La sinossi:

Nicolas Eymerich, l’inquisitore generale d’Aragona creato dalla penna di Valerio Evangelisti e protagonista di un ciclo di romanzi che fondono fantascienza, poliziesco, thriller, romanzo storico, gotico e horror, è un integralista determinato a reprimere quanto si oppone all’unico ordine che ritiene concepibile, quello della Chiesa. Lo fa con ogni mezzo, ed è pronto a distruggere tutto ciò che non si omologa alla sua visione del mondo. Non vuole sconfiggere i suoi avversari – si tratti di creature mostruose fantastiche, come zombie, golem o lupi mannari, oppure di ribelli all’ideologia, gli eretici. Vuole annientarli. E con loro eliminare il ricordo, ogni traccia della loro esistenza, cancellare i loro simboli, bruciare i loro libri. Eymerich conosce bene il dettato del Grande Fratello orwelliano secondo cui «chi controlla il passato controlla il futuro, chi controlla il presente controlla il passato». E anch’egli vuole imporre il proprio immaginario, la propria visione del mondo su ogni pensiero divergente. La storia sembra dargli ragione. Eppure la disobbedienza persiste. E proprio nel primo romanzo qui raccolto, “Metallo urlante”, nascerà un personaggio destinato a dimostrare che ribellarsi è possibile, ed è giusto: Pantera, la falla nel sistema a cui spetta un grandioso destino.

Contiene:

  • Metallo urlante
  • Picatrix. La scala per l’inferno
  • Il castello di Eymerich
  • Mater terribilis

 

Valerio Evangelisti, Eymerich. Titan edition. Vol. 3, Mondadori, 28,00 €

La sinossi:

Fin dai primi romanzi degli anni Novanta, l’inquisitore Eymerich è vissuto in un universo dalla cronologia elastica e permeabile: le vicende attentamente contestualizzate nell’Europa del XIV secolo si riverberano in ulteriori fasce temporali, nel XX-XXI secolo e poi nel XXXI-XXXII. In questo futuro più che distopico, caratterizzato da una guerra infinita, si è inasprito il controllo sui corpi, le menti, gli ambienti che il potere ha sempre esercitato; Eymerich è diventato un demiurgo capace di viaggiare attraverso le epoche pur di assicurare la permanenza di quel sistema di sopraffazione e violenza, di repressione e omologazione che si è sviluppato nei secoli a partire dalle sue imprese e non solo. Eppure, proprio perché fatto di livelli temporali permeabili, il futuro spaventoso popolato di individui soli, impauriti, rabbiosi, non è inevitabile. È solo uno dei futuri possibili. È un futuro che incombe, sempre. Ma non necessariamente è un futuro già scritto.

Contiene:

  • La luce di Orione
  • Rex tremendae maiestatis
  • Eymerich risorge
  • Il fantasma di Eymerich

 

William Hope Hodgson, La terra dell’eterna notte, Fanucci, 14,00 €

La sinossi:

In futuro, il Sole morirà e l’eterna notte avvolgerà ogni cosa. In quel futuro, ci sveglieremo ripensando a tutto ciò che oggi viviamo, al nostro presente e sarà come sognare… Una nebbia grigia, evanescente come una fosca nuvola, circonderà l’Ultima Ridotta, la Grande Piramide di metallo grigio che ospiterà nel sottosuolo i pochi abitanti superstiti di questo mondo. Protetta e prigioniera nelle sue mura d’acciaio, quello che resterà dell’umanità vivrà giorni scanditi da ritmi matematici. Fuori, nel buio eterno di una Terra senza aurore, tra megaliti animati da malefiche volontà, si aggireranno creature mostruose, inenarrabili emanazioni di forze imperscrutabili. Eppure, un giovane deciderà di avventurarsi sulla superficie, seguendo il richiamo di qualcuno, o di qualcosa, che non riesce a ignorare.

 

Montague Rhodes James, I racconti di fantasmi di un  antiquario, Skira, 14,00 €

La sinossi:

Le antiche carte, le lapidi, le iscrizioni sono tutt’altro che un passatempo da studioso. Nelle parole dettate da antiche maligne volontà, si cela un ambiguo segreto. Occorre poco perché una passione erudita si trasformi in un incubo, mettendo a nudo le debolezze di coloro che si danno alla ricerca per soddisfare le proprie ambizioni scientifiche. Montague Rhodes James è il maggiore poeta del gotico all’inglese, nutrito di mezze voci, di ambigui baluginii al crepuscolo, di creature che nascono dal vento. Le opere d’arte, in questa visione, si fanno portavoce di un mondo oscuro e misterioso, in cui è facile entrare, ma da cui è difficilissimo allontanarsi. Profondo conoscitore della storia britannica, traeva spunti da fonti remote, linfa per racconti come La mezzatinta, in cui un’opera di un ignoto illustratore si anima sinistramente, la notte, per rivelare le vicende di un antico quanto efferato delitto. Da un dato di ricerca, si sviluppano le trame del Maligno, sempre in agguato per punire l’eccessiva sicumera dei sapienti, che non vedono, nel loro accanimento, dove si celano trappole e insidie.

 

George Orwell, La fattoria degli animali, Mondadori, 13,00 €

Nuova edizione. La sinossi:

Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni animali sono più uguali degli altri. Stanchi dei soprusi, gli animali di una fattoria decidono di ribellarsi agli umani e, cacciato il proprietario, danno vita a un nuovo ordine fondato sull’uguaglianza. Ben presto, però, emerge tra loro una nuova classe di burocrati, i maiali, che con astuzia, cupidigia e prepotenza si impongono sugli altri animali. L’acuta satira orwelliana contro il totalitarismo è unita in questo apologo a una felicità inventiva e a un’energia stilistica che pongono “La fattoria degli animali” tra le opere più celebri della narrativa del Novecento.

 

George Orwell, 1984, Mondadori, 14,00 €

Nuova edizione. La sinossi:

L’azione si svolge in un futuro prossimo del mondo (l’anno 1984) in cui il potere si concentra in tre immensi superstati: Oceania, Eurasia ed Estasia. Al vertice del potere politico in Oceania c’è il Grande Fratello, onnisciente e infallibile, che nessuno ha visto di persona ma di cui ovunque sono visibili grandi manifesti. Il Ministero della Verità, nel quale lavora il personaggio principale, Smith, ha il compito di censurare libri e giornali non in linea con la politica ufficiale, di alterare la storia e di ridurre le possibilità espressive della lingua. Per quanto sia tenuto sotto controllo da telecamere, Smith comincia a condurre un’esistenza “sovversiva”. Scritto nel 1949, il libro è considerato una delle più lucide rappresentazioni del totalitarismo.

 

Gareth L. Powell, Focolai di guerra, Fanucci, 16,50 €

La sinossi:

La nave senziente Trouble Dog è stata costruita per la violenza, ma, dopo una brutale guerra, è in cerca di redenzione dagli orrori di cui si è macchiata durante il conflitto. Demilitarizzata dopo il patto di pace, vaga in cerca di espiazione e si unisce alla Squadra di Recupero, un’organizzazione dedicata al salvataggio di navi in pericolo. Quando una nave civile scompare in un sistema conteso, la Trouble Dog e il suo equipaggio di solitari, capitanato da Sal Konstanz, vengono inviati in missione. Nel frattempo, ad anni luce di distanza, l’ufficiale dei servizi segreti Ashton Childe ha il compito di individuare e mettere in salvo la poetessa Ona Sudak, passeggera della nave spaziale scomparsa. Ciò che Childe non conosce è però il passato misterioso della donna che deve trovare. Quello che inizialmente sembra essere un semplice salvataggio, si trasforma in un conflitto in grado di inghiottire l’intera galassia. Se vuole salvare il suo equipaggio, la Trouble Dog dovrà ricordare tutti i segreti dell’arte della guerra…

 

Patrick Rothfuss, Lo sguardo lento delle cose mute, Mondadori, 19,00 €

La sinossi:

Sotto l’Università c’è un posto oscuro, che solo poche persone conoscono; una rete spezzata di antichi passaggi e stanze abbandonate. Lì vive una giovane donna, nascosta tra i tunnel tentacolari, al centro di questo luogo dimenticato. Il suo nome è Auri, ed è piena di misteri. “Lo sguardo lento delle cose mute” è un breve e agrodolce scorcio sulla vita di Auri, una storia che, giocosa e inquietante al tempo stesso, offre al lettore la possibilità di guardare il mondo attraverso gli occhi della sua protagonista e di imparare cose che solo Auri conosce.

 

Lisa Jane Smith, Il diario del vampiro: Il risveglio-La lotta-La furia-La messa nera, Newton Compton, 9,90 €

La sinossi:

Elena è bella e brillante, sembra avere tutto nella vita, eppure le sue giornate sono insignificanti e monotone. In cerca del brivido, si lascia sedurre dal tenebroso Stefan, custode di un antico segreto: lui e suo fratello Damon sono vampiri, rivali in una guerra millenaria. Entrambi desiderano il cuore e il destino della ragazza, che finisce per trovarsi al centro di un pericoloso triangolo, fatto di amore e odio, di luce e ombra. Damon sacrificherebbe la vita del fratello per trasformarla nella regina delle tenebre; Stefan, invece, combattendo la propria sete di sangue umano, vorrebbe salvarla. Mentre tra i due la guerra infuria senza esclusione di colpi, Elena cede al fascino di Damon. Stefan sarà però costretto ad accettare una tregua e unire le sue forze a quelle del rivale: è l’unico modo che hanno per affrontare una terribile e oscura minaccia, una furia malvagia che può essere sconfitta solo da un’alleanza solida. Ma le prove da affrontare non sono ancora finite: Elena, l’amore che ha unito e diviso i fratelli vampiri, scompare. Un nuovo male incombe. I due, ancora una volta, dovranno essere pronti a mettere da parte le loro passioni, così brucianti e così distruttive.

 

Charles Soule e Giuseppe Camuncoli, Star Wars. La saga di Darth Vader. Vol. 3, Mondadori, 20,00 €

La sinossi:

Anche il Cavaliere Jedi Anakin Skywalker è stato sedotto dal lato oscuro della Forza, ha tradito l’Ordine ed è diventato Darth Vader, Signore Oscuro dei Sith. Sconfitto dal suo vecchio maestro Obi-Wan Kenobi, è stato lasciato morente sul pianeta Mustafar. Ma Palpatine ne ha recuperato il corpo e l’ha messo dentro un’armatura cibernetica in grado di farlo rivivere. Quando si risveglia, però, Vader scopre che sua moglie Padmé è morta. Ora per lui rimangono solo dolore, rabbia, desiderio di vendetta. E il nuovo Impero Galattico, per cui combattere. Palpatine lo mette a capo dell’Inquisitorio, un gruppo di ex Jedi passati al lato oscuro, con un’unica missione: spazzare via dalla galassia quanto resta dell’Ordine Jedi…

 

Adrian Tchaikovsky, I figli della caduta. Children of time. Vol. 2, Fanucci, 19,00 €

La sinossi:

I figli della caduta è il sequel de I figli del tempo, il pluripremiato romanzo sulla lotta alla sopravvivenza dell’umanità in cerca di un nuovo pianeta in grado di ospitare la vita umana. Molti anni prima gli scienziati mandano navi in esplorazione affinché si trovi un pianeta simile alla Terra. Quando tutto sembra perduto finalmente trovano la nuova Terra, ma gli scienziati non sono a conoscenza del fatto che l’ecosistema alieno ospita altre forme di vita.  Ora, migliaia di anni dopo, gli uomini inviano una nave in esplorazione sulla Terra, seguendo segnali radio frammentari. Scoprono un sistema in crisi e opposte fazioni impegnate in una guerra per cercare di riprendersi da una catastrofe apocalittica, conseguenza del disegno messo in atto dai loro antenati per fuggire dal pianeta Terra anni prima.

 

Scott Thomas, Kill Creek, Rizzoli, 19,00 €

La sinossi:

In fondo a una strada sterrata, mezzo dimenticata nel cuore del Kansas, sorge la casa delle sorelle Finch. Per molti anni è rimasta vuota, abbandonata, soffocata dalle erbacce. Adesso la porta sta per essere riaperta. Ma qualcosa, o qualcuno, aspetta nel profondo delle sue ombre, e non vede l’ora di incontrare i suoi nuovi ospiti… Quando Sam McGarver, autore di best seller horror, viene invitato a trascorrere la notte di Halloween in una delle case infestate dai fantasmi più famosa del mondo, accetta con riluttanza. Se non altro, non sarà solo: con lui ci saranno altri tre acclamati maestri del macabro, scrittori che come lui hanno contribuito a tracciare la mappa moderna di quel genere letterario. Ma quella che inizia come una trovata pubblicitaria si trasformerà in una vera e propria lotta per la sopravvivenza. L’entità che hanno risvegliato li segue, li tormenta, li minaccia, fino a farli diventare parte della sanguinosa eredità di Kill Creek.

 

Chris Wormell, Il posto magico, Rizzoli, 17,00 €

La sinossi:

Provate a immaginare una Grande Città Nera, avvolta da una coltre di fumo e fuliggine, dove i tetti si susseguono all’infinito. Laggiù, in una casetta lunga e stretta, vivono Clementine e i suoi perfidi zii. Confinata nell’umida cantina che le fa da cameretta, Clementine è felice solo quando sogna un posto lontano, molto lontano, dove al posto dei tetti ci sono colline, al posto delle strade ruscelli. Clementine è convinta che esista davvero, quel suo Posto Magico, e che prima o poi riuscirà a raggiungerlo. Così un giorno, con l’aiuto del suo migliore amico – un gatto molto intelligente di nome Gilbert – decide di scappare per sempre dalla città e di arrivare finalmente lì dove ha sempre sognato di stare.

Un estratto: https://www.rizzolilibri.it/content/uploads/2019/10/23/394677/4563328-9788817141536_abstract.pdf.

Pubblicato in anteprima, freschi di stampa | Contrassegnato , | 3 commenti

La quinta stagione di N.K. Jemisin

Ho già recensito La quinta stagione di N.K. Jemisin. Se vi interessa il commento professionale lo potete trovare qui:

https://www.fantasymagazine.it/30046/la-quinta-stagione. Qui invece ci sono il prologo e i primi sei capitoli: https://www.oscarmondadori.it/news/jemisin-primi-capitoli-quinta-stagione/.

Però a volte un commento professionale non basta. È coerente, porta avanti il discorso in modo lucido, ma non mi consente di spaziare come quando scrivo a ruota libera e salto di palo in frasca, o di seguire i miei sentimenti e di scrivere a frasi spezzate. Perciò eccoli qui i miei saltelli.

La quinta stagione è un libro meraviglioso. In primavera Mondadori pubblicherà il seguito, The Obelisk Gate, ed è uno dei libri che sto aspettando. Non mi aspettavo che questo romanzo mi piacesse così tanto, avevo già letto due romanzi di Jemisin, sapevo che scriveva bene, ma sulle storie avevo diverse perplessità. Stavolta no.

Uno dei personaggi, il primo che incontriamo, è Essun. Suo figlio è morto, ammazzato dal padre, e con la morte del figlio è morta anche una parte di lei. La scena in sé è forte, nessuno dovrebbe morire ammazzato, tanto meno un bambino, tanto meno ucciso da qualcuno che dovrebbe proteggerlo. Mi sono immedesimata così tanto in Essun perché anch’io sono mamma? Con questo non sto dicendo di aver paura per le mie figlie, solo che il suo dolore ha risuonato profondamente dentro di me. Un dolore talmente forte da essere paragonato alla fine del mondo, perché per il bambino il mondo è morto, e per Essun il mondo di prima, il suo vecchio modo di vivere, è morto. È morta la gioia, la fiducia, e di lei è rimasto un guscio vuoto, animato dal dolore e dall’urgenza di salvare la figlia che le rimane. E intanto che noi seguiamo il suo cammino scopriamo qualcosa del funzionamento del mondo, con il terribile potere degli orogeni e un padre Terra furibondo che cerca di liberarsi del genere umano.

Ci sono temi attualissimi in questo romanzo, la catastrofe ambientale è sotto i nostri occhi, anche se noi facciamo finta di non vederla e la nostra Terra non è consapevolmente attiva nel cercare la nostra estinzione come lo è il padre Terra di Jemisin. Ci sono il dolore per la morte di una persona che si ama, la confusione data dal non conoscere il proprio cammino, il proprio posto. C’è la discriminazione, perché gli orogeni sono temuti e disprezzati, e nei loro confronti è impossibile non provare pietà ma anche paura. La pietà come prima cosa, almeno per me, anche se per gli abitanti dell’Immoto prevale il disprezzo. Per il trattamento che subiscono, per l’isolamento, per il duro addestramento. Per i figli. Sì, sempre loro.

La storia viene narrata attraverso gli occhi di tre figure femminili, forti e deboli allo stesso tempo, capaci di controllare le cose e del tutto impotenti. La sensazione di essere fuori posto è fortissima, così come il desiderio di aggiustare tutto, solo che forse non è possibile aggiustare tutto, e comunque il cammino da percorrere è tutt’altro che chiaro. Sì, in teoria ci sono un inseguimento, un addestramento e una missione, cose concrete, semplici da capire, ma il cammino è pieno di insidie perché più che ciò che si fa conta il cammino interiore. E poi ci sono gli incontri con personaggi inaspettati e dagli obiettivi poco chiari.

Difficile inquadrare questo libro, perché è molto diverso da tutto quanto ho letto in passato. Quello che posso fare è consigliare la lettura di La quinta stagione.

Pubblicato in anteprima, impressioni di lettura | Contrassegnato | 4 commenti

Il portale delle tenebre di George R.R. Martin. Capitolo 23: Sam

Con tutti i pericoli che ci sono oltre la Barriera, i Guardiani della notte sono ancora lì a discutere. Le cronache del ghiaccio e del fuoco occupano così tante pagine perché George R.R. Martin ci racconta tutto quel che accade. Altri scrittori sarebbero stati più rapidi, avrebbero mostrato l’essenziale senza soffermarsi su tutte le discussioni, lui invece ce le mostra. Non mi sto lamentando, è solo una constatazione. Ciascuno ha il suo stile e il suo modo di procedere, ma se guardo a Guy Gavriel Kay e ai suoi romanzi autoconclusivi, vedo che Kay si concentra sulle cene fondamentali, mentre per Martin è tutto fondamentale. Amo entrambi, fino a quando uno scrittore è coerente con se stesso, porta avanti l’opera in modo bilanciato, non è detto che un modo di procedere sia migliore dell’altro.

Certo che per essere guerrieri che devono proteggere gli esseri umani da un pericolo difficile da quantificare ma certamente enorme, si perdono dietro a considerazioni davvero meschine e a idiozie. Mi viene da pensare ai nostri politici, che parlano di fesserie, pensano ai loro interessi, e intanto c’è crisi su tutti i livelli. Davvero, Martin si è ispirato alla realtà. Forse però è meglio se io non divago troppo.

Uno degli argomenti che salta fuori è il vetro di drago, o ossidiana. Che bello sapere dove trovarne parecchio, e non poterlo andare a prendere. È interessante invece che fra tutti, l’unico a vedere davvero la spada di Stannis sia il cieco, mastro Aemon. Quella spada non è una spada che brucia, è una spada bruciata, e prima o poi Stannis pagherà le conseguenze dell’impugnare la spada sbagliata.

Sam sarà anche un codardo – meno di quel che pensa lui – ma il cervello gli funziona benissimo, e trova esattamente la cosa giusta da fare e le parole giuste da dire. Forza Sam il Distruttore! O dovrei dire Sam il bugiardo? Sam il narratore creativo? Sam il Distruttore!

Pubblicato in George R.R. Martin rilettura | Contrassegnato | Lascia un commento