In arrivo da Oscar Fantastica

Seguite la pagina Facebook di Oscar Mondadori Vault? Se non lo fate, fate male, molto male: le notizie che pubblica sono davvero interessanti. Per la verità le informazioni non vengono diffuse solo lì, comunque le foto che sono state pubblicate sono davvero affascinanti. Mi limito a guardare Oscar Fantastica, ma ci sono altre collane in fermento.

La foto è brutta, questo lo devo riconoscere. Il libro in questo momento non mi interessa, lo vedremo poi. Il segnalibro però mostra la trilogia The Book of Ancestor di Mark Lawrence, autore di cui anni fa Newton Compton aveva pubblicato La trilogia dei fulmini (che io ho pure comprato, forse è il caso che mi decida a leggerla) e Il principe delle tenebre. Un’altra foto che ho trovato dopo aver già inserito qui questa parla, per la traduzione, di fine 2020.

Di foto relative alla trilogia Nevernight di Jay Kristoff ne sono state pubblicate diverse, ho scelto questa perché mi piace l’illustrazione. L’aspetto è bello, curato in tutti i dettagli come già avvenuto con Giuramento di Brandon Sanderson, se i libri manterranno le promesse si vedrà. Saranno pubblicati tutti il 3 settembre, i titoli dei singoli romanzi sono Mai dimenticare, I grandi giochi e Alba oscura. Di Kristoff, insieme a Amy Kauffman, Mondadori ha già pubblicato la serie Illuminae File.

Joe Abercrombie, come suppongo molti ricordano, in passato è stato pubblicato da Gargoyle, anche se pure Mondadori ha pubblicato la Trilogia del Mare infranto e la raccolta di racconti Tredici lame. In arrivo in novembre tanto la nuova edizione della trilogia La prima legge quanto una novità, Un piccolo dio.

Di Neal Shusterman sono stati pubblicati diversi libri per bambini e per ragazzi da Piemme e Il Castoro. Ora a quanto pare arriverà qualcos’altro. Ma non subito, fra il 2020 e il 2021.

Va bene, questo non è un Oscar Fantastica ma un Oscar Draghi, e H.P. Lovecraft non è esattamente una novità. La collana però ultimamente sta pubblicando libri belli anche da un punto di vista estetico, e questo non sembra fare eccezione.

Isaac Asimov ristampato, e direi che era anche ora. Per la verità a me non piace nessuna delle due ipotesi grafiche per cui hanno chiesto un’opinione ai lettori, ma se Asimov torna in libreria del suo aspetto mi importa ben poco, lo consiglio a prescindere. No, non lo compro, i suoi libri li ho già, e sono stati fondamentali nel mio percorso da lettrice.

Marie Lu la conoscete? Io non ho mai letto niente di suo, un volume della serie Spirit animals non fa per me, poi ci sono Legend, Champion e Warcross, pubblicati da Piemme ma, almeno i primi due, non più in commercio, e La battaglia dei pugnali, pubblicato da Newton Compton, al quale un mezzo sguardo l’ho dato. Questo però sembra più interessante.

Cassandra Clare in Oscar Ink. Se Oscar dopo aver pubblicato i romanzi di determinati autori passa anche ai suoi graphic novel io ne sono felice. Uno che mi interessa verrà pubblicato in autunno, ma di cosa si tratta ve lo dirò solo quando uscirà una notizia ufficiale, su qualcos’altro sto incrociando le dita.

Direi che l’immagine parla da sola. Nuova edizione in volume unico per una trilogia di Richard K. Morgan in parte già pubblicata da Gargoyle – e i volumi della Titan edition sono davvero grossi, se non mi credete provate ad andare in libreria e a cercare Luna di Ian McDonald o Hyperion di Dan Simmons, appena pubblicati – e novità, direttamente in Oscar.

Non ho idea di chi sia Mackenzi lee, mi limito a riproporre la foto.

Non sono un’amante dei romanzi legati al mondo Marvel, comunque arriverà un personaggio da cui è bene guardarsi…

Ann Leckie, in parte già pubblicata da Fanucci, era stata annunciata già lo scorso autunno. Per chi la stava aspettando l’attesa è quasi finita.

Di Victoria Schwab Giunti ha già pubblicato Questo canto selvaggio, che forse è interessante, e Il Castoro un romanzo della serie Spirit animals. Mondadori pubblicherà, oltre ai suoi romanzi, e non tutti compaiono in questa foto, anche alcuni graphic novel firmati da lei.

Considerando da quanto avevano iniziato a parlarne, mi aspettavo che il libro di Michael Moorcock arrivasse in libreria un po’ prima, invece ancora niente. I romanzi erano già stati pubblicati in passato, ma mai tutti insieme e con una veste grafica di questo tipo.

Josiah Bancroft, e chi è? Non conosco tutti gli autori, e al momento non ho il tempo e le energie per fare ricerche. Intanto mi appunto il nome e l’anno, il prossimo.

A quanto pare a Kerri Maniscalco piacciono personaggi inquietanti che fanno parte del nostro immaginario. In arrivo, un po’ per volta.

Non conosco neppure S.A. Chakraborty, anche se riconosco che negli ultimi mesi ho navigato un po’ meno nei siti che mi fornivano le maggiori informazioni, ma con me queste copertine non possono che portare a uno sguardo più approfondito al libro.

Un paio di illustrati su J.R.R. Tolkien. Mi interessano? Devo davvero dirlo? Io e il mio portafogli a volte abbiamo un rapporto complicato.

Direi che era anche ora che arrivasse una nuova edizione per Patrick Rothfuss considerando da quanto non si riusciva più a ordinare il rilegato. Il libro non è particolarmente originale ma scorre che è un piacere. E avevano parlato di volume illustrato, come si vede anche dalle foto.

Va bene, a volte io sono troppo avanti. Sono anni che possiedo le mappe del mondo di George R.R. Martin… in inglese. Quello che posso dirvi è che sono davvero belle.

In arrivo anche Ken Liu, autore di cui ho sentito parlare bene. Uno sguardo lo darò certamente, poi si vedrà.

Samantha Shannon potrebbe essere un’altra autrice interessante, e per lei l’attesa non sarà lunga.

William T. Vollman è fuori catalogo da una vita, la foto non comprende nessuna indicazione, ma il fatto stesso che ci sia una foto non è un’indicazione?

L’immagine proviene da In cucina con Kafka di Tom Gauld, libro che, a differenza di tutti gli altri, è già stato pubblicato e ho già comprato e letto. Però un’immagine di una libreria, con tutte le sue categorie, ci sta sempre bene. Per la verità i miei “letto” sono molti di più, la quasi totalità, e non ho libri delle categorie “dico di averlo letto” e “solo per fare scena”, comunque Gauld è un genio.

Quando si è felici di aver comprato una saga in formato ebook, così quando finalmente La saga di Terramare di Ursula K. Le Guin arriverà nella versione illustrata da Charles Vess potrò dire di non avere il libro e di doverlo comprare. Gli esseri umani di Vess non mi piacciono ma i suoi paesaggi e le sue creature magiche sono straordinari.

Con Binti di Nnedi Okorafor dovremmo quasi esserci, e questa è una saga che voglio leggere fin dalla presentazione dello scorso ottobre.

Questa voce è stata pubblicata in prossimamente in libreria. Contrassegna il permalink.

11 risposte a In arrivo da Oscar Fantastica

  1. Antonello ha detto:

    Bellissime novità, però, mi sorprende che pubblichino tutti questi libri e non diano possibilità ad autori come Guy Gavriel Kay, io sono riuscito a leggere solo la Rinascita di Shen tai.
    Di questi libri ne compreró forse due o tre perché la saga di Rothfuss è ben lungi dall’essere finita e quindi posso aspettare per comprare i libri, quelli che compreró sicuramente saranno elric, il priorato e le mappe di martin (quest’ultimo dipende dal prezzo).

    Mi piace

    • Kay è un autore che segue un percorso tutto suo, è difficile da inquadrare, c’è troppo poco fantasy per chi vuole magia e creature strane, però non parla del nostro mondo quindi non lo puoi piazzare fra i romanzi storici… gli editori italiani faticano con lui perché il nostro mercato è piccolo e non sanno come inquadrarlo. Io ho provato a fare il suo nome a diversi editori, Mondadori compreso, per ora con un solo risultato, proprio La rinascita di Shen Tai. E provo anche a pubblicizzarlo sul blog. Vedremo, magari prima o poi verrà tradotto di nuovo.
      Non so cosa comprerò, suppongo che guarderò i libri al momento della loro pubblicazione e poi deciderò. Non le mappe perché le ho già, ormai sono abituata ai nomi in inglese perciò non è un problema. Il resto dipenderà da quanto riusciranno a catturarmi i singoli libri quando li avrò fisicamente in mano, e ovviamente visto il mio lavoro, e visto che sono io a occuparmi del reparto fantasy, avrò modo di maneggiarli tutti con calma. Però Mondadori si è impegnata con un programma notevole, ora sta a noi comprare i libri. Se la casa editrice non ha un guadagno da questo sforzo e blocca le traduzioni, poi nessuno si deve più azzardare a lamentarsi degli editori cattivi che non traducono i libri.

      Piace a 1 persona

  2. Ermth ha detto:

    Veramente interessante! Il mio portafoglio non ringrazia e mi fissa perplesso.
    Mondadori si sta impegnando seriamente, fra ristampe di classici e nuove proposte c’è veramente tanta roba. Mi piacerebbe se ci fosse uno spazietto per Guy Gavriel, rivalutato grazie a te, ma va bene così.

    Mi piace

    • Ermth ha detto:

      C’è un piccolo refuso sulla data di Shusterman oppure la Mondadori vuole vedere l’alba della nascita dell’impero galattico

      Mi piace

      • Ho corretto, grazie per la segnalazione.

        Mi piace

        • Antonello ha detto:

          È vero il tuo discorso, però, è pur vero che se un libro non mi interessa io non lo compro.
          Se devo comprare un libro che non mi piace per tenerlo in libreria e non leggerlo solo per aiutare la casa editrice mi sembra un po assurdo.
          Prendiamo ad esempio giuramento, io lo avrei voluto comprare ma non riesco a trovare i primi due libri della saga. Qui c’è stata una sbagliata gestione perché o la Mondadori avrebbe dovuto comprare i diritti dei primi due libri da fanucci oppure si sarebbe dovuta mettere d’accordo con fanucci per una ristampa contemporaneamente all’uscita di giuramento. In questo modo Mondadori ha perso tutti i nuovi lettori che avrebbero voluto leggere le cronache della folgoluce ma sono impossibilitati.

          Mi piace

          • Non dico che bisogna comprare i libri per far contenta la casa editrice, la prima considerazione è quanto il libro interessa a te. Però se il libro ti interessa lo devi comprare, non scaricare l’ebook piratato come ho letto che fanno in tanti. Non so quante volte ho letto sui social commenti di gente che si vantava di non spendere nulla per i libri e che sembrava considerare scemi coloro che, a differenza loro, non infrangevano la legge e consentivano agli editori di continuare a esistere.
            Io compro tantissimi libri, ma compro solo quelli che penso che leggerò – poi qualcuno finisce che per vari motivi non lo leggo, ma sarà uno su 100, gli altri li leggo davvero – o quelli che intendo regalare pensando che possano piacere alla persona che li riceverà. Fra i libri che ho segnalato c’è Il nome del vento, che non comprerò perché ce l’ho già, e anche se il mio non è illustrato non ho intenzione di spendere altri soldi per le illustrazioni. Ci sono anche i libri di una certa Terri Maniscalco che, a occhio, non mi attirano neanche un po’. Li ho segnalati perché possono essere interessanti per altri, ma da quelli girerò al largo. Semplicemente con tutta questa varietà è il caso di dare uno sguardo con attenzione, perché è probabile che qualcuno di questi libri sarà interessante.
            Mi stupisce che non riesci a trovare La via dei re di Sanderson, quello è stato ristampato recentemente e Fanucci lo ha spedito tranquillamente a tutte le librerie che ne hanno fatto richiesta. Non solo l’ho ricevuto io dove lavoro, ho letto numerosi commenti di persone che hanno detto di averlo visto nella tale o nella tal’altra libreria. Parole di luce non è stato ristampato, Fanucci ha scritto che lo avrebbe fatto ma siamo ancora nel regno dei forse. Mondadori evidentemente ha voluto bloccare un autore che ha ritenuto importante prima che potesse accasarsi altrove, probabilmente convinto che sarebbe riuscito a rilevare da Fanucci i diritti dei primi due romanzi. Al momento la situazione è nebulosa, non so se Mondadori rileverà i diritti, come credo voglia fare, o se aspetterà la loro naturale scadenza. Intanto leggi altro. Io ho appena comprato un paio di libri usciti qualche tempo fa, il saggio L’inverno sta arrivando, ovviamente su Martin, che sto leggendo, e Ritrovato e perduto di Ursula K. Le Guin, che leggerò a breve. Qualche tempo fa avevo letto il bellissimo La quinta stagione di N.K. Jemisin, se non lo hai ancora letto te lo consiglio. La scelta c’è, non va preso tutto, ma qualcosa d’interessante si trova.

            Mi piace

  3. Jimi Paradise ha detto:

    Corposissimo fine d’anno per una collana che sta fagocitando gran parte delle novità di letteratura fantastica e non posso che esserne contento! Speriamo non mi deluda e non trascuri autori come Peter F. Hamilton, Alastair Reynolds e, soprattutto, il compianto Ian M. Banks che in Italia non ha nemmeno avuto l’onore di una traduzione completa: sarebbero perfetti per la TITAN edition!

    Mi piace

  4. Vedo molti autori che ho già sentito ma non ho mai provato, come la Schwab o Lu. Riguardo la Shannon c’è stato un grande clamore per il suo libro (ben scritto e con personaggi lgbt) ma dovrei leggere qualche estratto per farmi un’idea.
    Jay Kristoff è un grande SI. Ho letto Nevernight e ho adorato anche le virgole. Il seguito mi ha entusiasmato meno, più che altro per il cambio di ambientazione che proprio non mi ha convinto; adesso spero nel terzo volume per concludere in bellezza. Poi ho letto che l’autore verrà a Milano e Roma e spero di trovare il tempo di chiedergli un autografo.
    Neal Shusterman l avevo molto apprezzato per l’idea di base di Everlost, e darò certamente un’occhiata a questa trilogia che non conosco.
    Joe abercrombie è un usato sicuro. Se piace lo stile, sai cosa prendi. Ho letto tutto, tranne i racconti, e in generale credo che renda meglio nei volumi autoconclusivi, che nelle trilogie ma son gusti.
    La mondadori sta facendo un notevole sforzo, cercando anche di mantenere le cover originali.

    Mi piace

  5. SimonFenix ha detto:

    In verità Elric in passato è stato pubblicato un un solo volume (la serie classica di 6 libri) dalla Nord dopo quella in 2 volumi. Io ho quest’ultima più i 2 midquel La Fortezza Della Perla e La Vendetta Della Rosa e non sento la necessità di riacquistarlo. Devo dire che anche se dal punto di vista economico possa essere conveniente questo trend di accorpare saghe, che siano di 3 (la maggior parte delle serie Fantasy) o più libri (Narnia, Earthsea, Elric, Conan) in un unico volume lo trovo scomodo.

    Mi piace

  6. Pingback: George R.R. Martin, Scott Lynch e Fritz Leiber in arrivo da Oscar Mondadori | librolandia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.