Intorno a La magica penna di Joanne di Marina Lenti

“Ora lo so: da grande farò la scrittrice!”

Queste parole sono l’inizio della sinossi dell’ultimo libro di Marina Lenti, La magica penna di Joanne. E probabilmente sono parole che anche Marina e io abbiamo pronunciato, da bambine, anche se poi la nostra storia si è svolta in modo molto diverso da quello di Joanne. Questo perché Joanne è J.K. Rowling, e decisamente la sua storia è una storia straordinaria.

Ne abbiamo parlato alcuni anni fa, Marina e io. Entrambe, da bambine, dopo aver letto un libro di Gianni Rodari abbiamo deciso che saremmo diventate scrittrici. Marina ha scritto molto più di me, di libri ne ha pubblicati parecchi, ho dovuto fare un controllo per rintracciare tutti i titoli ed essere sicura di non dimenticarne nessuno, anche se i saggi li ho letti tutti: L’incantesimo Harry Potter, La Metafisica di Harry Potter, Harry Potter: il cibo come strumento letterario, J.K. Rowling: l’incantatrice di 450 milioni di lettori, Harry Potter a test. Poi ci sono le antologie che ha curato, e a tre (mi manca la prima) ho collaborato anch’io: Potterologia, Il Fantastico nella Letteratura per ragazzi, Hobbitologia e L’ombra del cattivo. L’unica cosa che non ho letto è il racconto contenuto in Code di stampa.

Rowling è davvero diventata una scrittrice, lei fa quello per vivere, e con le sue storie ha fatto sognare un’infinità di persone. Io e Marina abbiamo fatto altro, per quanto mi riguarda penso di saper scrivere abbastanza bene, almeno se resto al di fuori della narrativa. Qualche sporadico tentativo con i racconti l’ho fatto quando avevo poco più di vent’anni, ho persino provato a scrivere un romanzo, prima di capire (da sola, non ho tormentato nessuno con le mie pagine mediocri) che non valeva nulla e buttarlo via. Dopo c’è stato solo un mini racconto, qualche anni fa, semplicemente perché mi è venuto di scriverlo, ma non l’ho mai preso sul serio e non ho provato a chiedere a nessuno di pubblicarlo, un’infinità di articoli per FantasyMagazine e per i miei blog, una biografia che sto ancora cercando di pubblicare e due… no, non li posso definire. Stavo leggendo un libro, ho dovuto scrivere, la ma qualità è quella che è.

Pioggia di suoni
ruba il respiro
su un filo di lama

No, non servono spiegazioni. Qualcuno può capire quello che ho scritto, e non ne ha bisogno, chi non lo capisce non ne ha bisogno lo stesso, perché non gli interessa. Le spiegazioni non servono dappertutto, e non serve davvero capire tutto. Insoddisfatta, perché le mie capacità sono quelle che sono ma al cuore non si comanda, nemmeno un mese dopo ho… no, non fatto un tentativo. Ho scritto qualcos’altro.

gesti dalle note
note dai gesti
uniti, creano il mondo

Vorrei saper scrivere qualcosa di meglio. Ma anche così, anche con le loro imperfezioni, le mie parole sono l’espressione di un bisogno. Qualcosa che ho dentro e che deve uscire. Io non sarò mai J.K. Rowling, né qualcuna delle numerosissime persone diventate famose perché sanno scrivere (un certo numero di persone sono diventate famose per quello che scrivono anche se non sanno scrivere, ma questo è un altro discorso). Io non sono loro, ma dentro di me, e dentro Marina, e dentro Joanne, c’è quel bisogno insopprimibile di scrivere. Quando avrò tempo leggerò il libro di Marina, e se fossi stata bambina sicuramente avrei amato un libro come questo, perché andava dritto al cuore di quello che ero io. Indipendentemente dal successo, dal riuscire a costruirsi una vita sopra, per molte persone la scrittura è vita.

Questa voce è stata pubblicata in impressioni di lettura e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.