Kaladin e Hoid in La via dei re di Brandon Sanderson

Kaladin in un’illustrazione di Michael Whelan

Magari prima o poi analizzarò davvero La via dei re di Brandon Sanderson, certo non prima di un’altra rilettura. Dell’intero Cosmoverso, ovvio. Intanto riprendo una breve conversazione che si svolge fra Kaladin e il personaggio più sfuggente di tutti i mondi: Hoid. Siamo a pagina 913:

«Cosa avete messo nel fuoco?» chiese Kaladin. «Per fare quel fumo speciale.»

«Nulla. Era un normale fuoco.»

«Ma io ho visto…»

«Quello che hai visto appartiene a te. Una storia non vive finché non viene immaginata nella mente di qualcuno.»

«Cosa significa la storia allora?»

«Significa quello che tu vuoi che significhi» disse Hoid. «Lo scopo di un cantastorie non è quello di dirti come pensare, ma di darti delle domande su cui riflettere.»

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Brandon Sanderson, citazioni, fantasy e realtà e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.