Fire and Blood (Fuoco e sangue) di George R.R. Martin

George R.R. Martin lo aveva anticipato all’inizio dell’anno, il 25 aprile è arrivata la conferma ufficiale: Fire and Blood, primo dei due volumi dedicati alla storia di Casa Targaryen, sarà pubblicato nel 2018. Quanto a The Winds of Winter l’unica notizia certa è che non sarà pubblicato quest’anno. L’anticipazione era stata fornita dallo scrittore sul suo Not a blog in risposta alla domanda di un fan che aveva chiesto notizie circa la pubblicazione dei prossimi volumi ambientati nel continente di Westeros. Uno dei volumi di cui sarà composto Fire and Blood sarebbe stato pubblicato prima di Winds of Winter, l’altro dopo, aveva spiegato Martin. Con un commento di questo tipo, è ovvio che io aspettassi al varco eventuali dichiarazioni dello zio George, arrivate infine il mese scorso insieme a qualche commento scherzoso.

L’arcimaestro Gyldayn, ha scritto, ha infine completato la prima metà della monumentale storia dei sovrani Targaryen e l’ha consegnata agli editori Bantam Spectra e HarperCollins Voyager, i quali hanno fissato la data di pubblicazione dell’edizione rilegata al 20 novembre 2018. Non solo Martin ha avuto occasione di visionare il manoscritto ma, poiché Gyldayn si era servito di pergamena e penna d’oca, lui si è occupato della trascrizione nel più moderno formato WordStar 4.0 su un computer DOS. Ci è voluto un po’, ma qualche tempo fa George è stato in grado di consegnare il testo ai suoi editori su entrambe le sponde dell’Atlantico e ai rappresentanti dei suoi editori esteri sparsi nel mondo. Alcuni di loro pubblicheranno il volume in contemporanea con l’edizione originale, altri avranno bisogno di più tempo per realizzarne una traduzione nella Lingua comune. Noi siamo fra coloro che il libro lo leggeremo subito. Edoardo Rialti, che ha sostituito il compianto Sergio Altieri, è già al lavoro all’edizione italiana, che dovrebbe intitolarsi Fuoco e sangue. In passato Rialti ha tradotto, fra gli altri, Joe Abercrombie e Pierce Brown, di Martin ha già tradotto I figli del Drago, racconto contenuto nell’antologia Il libro delle spade. Ritroveremo questo testo, in forma più estesa, in Fuoco e sangue, insieme alla versione estesa di La principessa e la regina, contenuto nell’omonima antologia, e The Rogue Prince, mai arrivato in Italia.

Il libro è lungo, 989 pagine manoscritte, cifra che lo rende più breve di A Game of Thrones (Il trono di spade e Il grande inverno), ed è dedicato alla storia dei sovrani Targaryen da Aegon I il Conquistatore alla reggenza di Aegon III.

Dall’appendice di Il trono di spade, l’inizio dell’albero genealogico della Nobile Casa Targaryen:

I Targaryen sono il sangue del drago, discendenti dai supremi lord dell’antica fortezza di Valyria, il loro retaggio proclamato dalla loro prodigiosa (ma alcuni la ritengono inumana) bellezza: occhi color indaco o violetti, capelli biondo argento o platino.
Gli antenati di Aegon il Drago sfuggirono al Disastro di Valyria, al caos e al massacro che ne seguirono, e ripararono alla Roccia del Drago, un’isola pietrosa nel Mare Stretto. Fu da là che Aegon e le sue sorelle, Visenya e Rhaenys, partirono alla conquista dei Sette Regni.
Per preservare puro il sangue reale, la Casa Targaryen ha spesso seguito l’usanza valyriana del matrimonio tra fratello e sorella. Aegon stesso prese in moglie entrambe le sue sorelle, le quali gli diedero ciascuna un figlio.
Lo stemma dei Targaryen è un drago con tre teste, rosso su sfondo nero, ciascuna testa simboleggiante Aegon e le sue sorelle. Il loro motto: “Fuoco e sangue”.

LA DISCENDENZA TARGARYEN a partire dall’anno dell’approdo di Aegon I

1-37 Aegon I il Conquistatore, il Drago

37-42 Aenys I figlio di Aegon e Rhaenys

42-48 Maegor I il Crudele, figlio di Aegon e Rhaenys

48-103 Jaehaerys I il Vecchio Re, il Conciliatore, figlio di Aenys

103-129 Viserys I nipote di Jaehaerys

129-131 Aegon II primogenito di Viserys I [L’ascesa al trono di Aegon II venne contestata dalla sorella Rhaenyra, di un anno maggiore di lui; entrambi perirono nella guerra fratricida che seguì, chiamata dai cantastorie Danza dei Draghi.]

131-157 Aegon III Veleno di Drago, figlio di Rhaenyra [L’ultimo dei draghi dei Targaryen morì nel corso del regno di Aegon III.]

Ovviamente la storia della dinastia Targaryen non finisce con la reggenza di Aegon III, e l’arcimaestro Gyldayn intende narrare anche degli altri sovrani nel secondo volume di Fire and Blood, volume che però sarà pubblicato fra molti anni. Gyldayn (e Martin) è anziano e ha altri progetti di cui occuparsi visto che la Cittadella continua ad assegnarli nuovi incarichi che richiedono tempo, ma alla fine completerà anche quest’opera.

Fire and Blood sarà un volume illustrato, sullo stesso stile dell’edizione di A Game of Thrones pubblicata per il ventennale del romanzo e arrivata anche in Italia nell’autunno del 2017, o dell’edizione illustrata di Il cavaliere dei Sette Regni pubblicata nell’autunno del 2016. L’illustratore, autore di oltre 75 disegni in bianco e nero, è Doug Wheatley, un artista canadese che ha realizzato diversi graphic novel per il mondo di Star Wars e lavorato per Dark Horse Comics).

Per molto tempo Martin si è scherzosamente riferito a Fire and Blood chiamandolo GRRMarillion, con un ovvio riferimento al Silmarillion di J.R.R. Tolkien. A differenza di Tolkien, però, George ha scelto di non narrare l’intera storia del mondo a partire dalla Creazione e dalle guerre fra angeli ma si è concentrato sulla dinastia Targaryen dal momento della conquista di Westeros. Il volume è nato come una serie di riquadri riepilogativi che dovevano essere inseriti in Il mondo del ghiaccio e del fuoco, ma entro breve Martin si è lasciato trascinare del progetto – cosa che tende a fare piuttosto spesso – e ha scritto così tanto da rischiare di far sparire il progetto originario, sommerso dalle storie aggiuntive. Così ha scelto di eliminarle da lì e metterle da parte per questo nuovo progetto. Il distacco temporale fra le due parti di Fire and Blood, con la seconda che sarà pubblicata fra chissà quanti anni, è legato al fatto che Martin aveva quasi ultimato il primo volume già al tempo della realizzazione di Il mondo del ghiaccio e del fuoco, mentre aveva scritto ben poco del secondo. Rifinire questo libro gli ha richiesto poco tempo, scrivere l’altro gli richiederebbe un impegno troppo grande, cosa che al momento non si può permettere. Anche se non lo ha scritto in questo messaggio, Martin sa bene quanto tempo è trascorso da quando ha pubblicato A Dance with Dragons (I guerrieri del ghiaccioI fuochi di ValyriaLa danza dei draghi), e la sua priorità rimane completare Le cronache del ghiaccio e del fuoco. A proposito, so anch’io quanto tempo è trascorso, e la mia posizione è che leggerò il libro quando Martin lo pubblicherà, nell’attesa leggerò altro, tanto i libri che mi incuriosiscono non mancano.

Come ho scritto più in su una parte delle vicende di Fire and Blood è già stata pubblicata, ma questa è la prima volta che le storie dell’arcimaestro Gyldayn vengono pubblicate nella loro versione integrale, insieme a centinaia di pagine di materiale totalmente inedito.

Nonostante la presenza al suo interno di numerosissime storie Fire and Blood non è un romanzo. Non è scritto secondo i consueti canoni narrativi, e non è mai stata intenzione di Martin scriverlo in quel modo. Io mi sono divertita molto con Il mondo del ghiaccio e del fuoco, e non ho dubbi che mi divertirò con questo nuovo volume. Certo, dei veri romanzi sarebbero stati ancora più belli, ma per scriverli servirebbe tempo che Martin non ha. Anche così come è stato scritto e pubblicato Il mondo del ghiaccio e del fuoco è più bello della maggior parte dei romanzi fantasy in circolazione.

In passato George si è riferito ai testi pubblicati nelle varie antologie di racconti definendoli storia falsa, definizione che ad alcuni suoi fan non è piaciuta, perciò ora ha deciso di chiamarli storia immaginaria, con l’elemento più importante nella parola storia. Lui stesso adora leggere questo tipo di storie, non una finzione storica e nemmeno un vero e proprio fantasy ma qualcosa di simile a quel che ha fatto Thomas B. Costain con i quattro volumi della sua storia dei Plantageneti, con in più i draghi. Non un romanzo, anche se in queste pagine ci sono abbastanza storie da poter realizzare una ventina di romanzi, con battaglie, spargimenti di sangue, tradimenti, amore, lussuria, orrore, guerre religiose, politica, incesto, revisionismo storico e un mucchio di altre simpatiche cose.

Ora che questo lavoro è ultimato l’arcimaestro Gyldayn può riposare un po’. Quanto a Martin, è già tornato a The Winds of Winter. Certo, poi c’è gente che legge questo, lo scambia per un articolo serio e si arrabbia pure: https://www.theonion.com/george-r-r-martin-promises-fans-the-winds-of-winter-1826115223.

Ho scritto che Fuoco e sangue arriverà in Italia contemporaneamente all’edizione italiana, informazione presa dal sito dell’ Stesso Martin, che ha spiegato che data di pubblicazione ufficiale, fissata al 20 novembre, non è limitata solo all’edizione in lingua originale. Oltre a Bantam per gli Stati Uniti e il Canada e HarperCollins Voyager per la Gran Bretagna e il Commonwealth (Canada escluso) diversi editori stranieri si sono attivati per una pubblicazione simultanea. Il breve elenco di editori comprende Penhaligon in Germania, Éditions Pygmalion in Francia, Arnoldo Mondadori in Italia, Penguin Random House in Messico e Sud America, Luitingh-Sijthoff in Olanda e Zysk i S-Ka in Polonia, con altri ancora che potrebbero unirsi a loro. Il titolo italiano, ovvia traduzione di quello americano, deriva da una ricerca impostata su Amazon con il nome dell’autore e quello dell’editore. La data di pubblicazione indicata è 1 gennaio 2030, cioè la data generica che scrivono quando non vogliono o non possono rivelare la data corretta. Il prezzo (provvisorio, potrebbe essere modificato fino all’ultimo istante) indicato è 27,00 €, più di un romanzo in edizione rilegata ma dobbiamo tenere presente che questo volume contiene parecchie illustrazioni.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in citazioni, George R.R. Martin, prossimamente in libreria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.