George R.R. Martin torna in libreria

Malgrado tutte le chiacchiere, compreso un certo numero di ipotesi assurde, che ho visto circolare su internet, nessuno ha idea di quando sarà pubblicato The Winds of Winter. Non lo sa George R.R. Martin che sta scrivendo il romanzo e che, tanto per cambiare, è terribilmente in ritardo, come potrebbe saperlo qualsiasi altra persona? Certo, ho letto teorie secondo cui Le cronache del ghiaccio e del fuoco sarebbero finite ma Martin starebbe ritardando la pubblicazione perché pagato da HBO, un tale ha pure ribadito più volte e con notevole convinzione che tutti i librai sanno che i romanzi sono finiti, anche se la pubblicazione è stata posticipata per non ricordo quale assurdo motivo complottistico. Boh, sarò io una libraia di seconda categoria, o forse anche di terza, perché a me risulta di imminente pubblicazione solo la versione illustrata di A Game of Thrones (Il trono di spade e Il grande inverno). Il prezzo annunciato è 45,00 €, e prima che qualcuno si metta a urlare contro questa bieca speculazione faccio notare che

  • è un libro illustrato, e stampare illustrazioni di buona qualità per l’editore ha un costo notevole
  • nessuno è obbligato a comprarlo, il romanzo continua a essere disponibile nelle altre tre edizioni più economiche

il che significa che secondo me ogni polemica è inutile. Chi lo vuole perché ama le illustrazioni lo compra al prezzo deciso dall’editore, gli altri possono comunque leggere la storia spendendo cifre ragionevoli. Il libro sarà in libreria la prossima settimana, io non l’ho ancora visto ma è ovvio che appena possibile gli darò uno sguardo – per un eventuale acquisto deciderò dopo la visione – e che prima o poi scriverò e mie impressioni in proposito.

L’unica altra cosa che so che verrà pubblicata in tempi ragionevoli è la traduzione di The Book of Swords, antologia multiautore curata da Gardner Dozois e contenente, fra l’altro, il lungo racconto di Martin The Sons of the Dragon. Edoardo Rialti e altri sono impegnati nella traduzione, la pubblicazione avverrà nel 2018 ma ancora non c’è una data precisa.

Intanto in libreria sono appena arrivati due libri di Martin. Uno è una riedizione, si tratta di Il battello del delirio, l’altro è una novità assoluta, un lungo racconto del 1976 intitolato Nella casa del verme fino a ora giunto da noi solo sotto forma di brutto graphic novel: https://librolandia.wordpress.com/2015/09/26/george-r-r-martin-in-the-house-of-the-worm/. Vi ripropongo gli articoli di presentazione che ho scritto per FantasyMagazine.

Prima di Le cronache del ghiaccio e del fuoco il più grande successo commerciale di George R.R. Martin è stato Il battello del delirio. Pubblicato nel 1982, con la sua ambientazione lungo il corso di un fiume il romanzo proponeva una versione dell’immaginario sui vampiri del tutto inedito. Il titolo originale del romanzo, Fevre Dream, è anche il nome del battello su cui si svolge gran parte della vicenda. L’opera è stata finalista al Locus e al World Fantasy Award.

La prima edizione italiana, pubblicata da Fanucci nel 1994, è stata tradotta da Ornella Ranieri Davide. Dopo alcuni anni in cui è stato fuori catalogo il romanzo è stato stampato nuovamente da Gargoyle Books nel 2010, primo approccio dell’editore romano alle opere di Martin. A questo avrebbero fatto seguito In fondo il buio (attualmente disponibile in edizione Mondadori con il titolo La luce morente, 2012) e Armageddon Rag (2013). La traduzione della nuova edizione era firmata da Simone De Crescenzo.

La crisi dell’editore romano, che lo ha costretto a interrompere le pubblicazioni a metà 2015 – anche se nel 2016 c’è stato un timido tentativo di ripresa con la pubblicazione di soli tre romanzi – aveva portato tutti questi libri a sparire dal commercio. Ha provveduto ora Mondadori a riproporre le opere una dietro l’altra, Armageddon rag in maggio, La luce morente in giugno e Il battello del delirio ora, provvisto di una nuova traduzione realizzata da Teresa AlbaneseSergio Altieri. All’interno del libro è possibile leggere queste parole:

Sergio Altieri ci ha lasciati pochi giorni dopo avere consegnato la sua traduzione. Questo volume è a lui dedicato.

Questa dunque è l’ultima opera su cui ha lavorato Altieri, scomparso improvvisamente lo scorso 16 giugno. Le prossime opere di Martin che potremo leggere in italiano saranno tradotte da altre persone, a partire da quell’Edoardo Rialti che qualche tempo fa sulla sua pagina Twitter ha fatto sapere di essere impegnato a tradurre I figli del drago, lungo racconto sul secondo e terzo sovrano della dinastia Targaryen compreso nell’antologia The Book of Swords.

Nella casa del verme è un racconto pubblicato per la prima volta da George R.R. Martin nel 1976 nell’antologia curata da Teddy Carr The Ides of Tomorrow: Original Science Fiction Tales of Horror. Lo scrittore, che aveva iniziato a pubblicare racconti nel 1971, si era già costruito una buona fama fra gli appassionati di fantascienza grazie a Un canto per Lya, con cui nel 1975 aveva vinto il suo primo premio Hugo, e a diversi altri racconti capaci di andare in finale a premi quali il Nebula, il Locus e lo stesso Hugo.

A cavallo fra la fantascienza e l’horror, Nella casa del verme è ambientato in un mondo dal sole morente i cui abitanti sono impegnati in una disperata lotta per la sopravvivenza. Anche se il racconto è sempre rimasto un testo marginale nella produzione dello scrittore, Martin lo ha ripubblicato all’interno di diverse antologie: Sankings (1981), Songs the Dead Men Sing (1983), in forma autonoma come ebook dal titolo In The House of The Worm (2005) e infine in una versione illustrata a tiratura limitata destinata ai supporter della convention Balticon 50, tenutasi a Baltimora fra il 27 e il 30 maggio 2016. La tiratura era di 500 copie numerate e firmate da Martin e dall’illustratore, John Picacio.

Se le vecchie antologie non sono mai state tradotte in italiano, un paio d’anni fa è diventato possibile leggere nella nostra lingua un adattamento della storia. Nel 2009 infatti John Jos. Miller ha trasformato il testo in una sceneggiatura successivamente illustrata da Ivan Rodriguez. Nel 2015 il graphic novel è stato pubblicato in Italia da Panini Comics. Ora è la volta della storia originale, proposta da Mondadori nella sua versione illustrata. Il testo infatti è accompagnato da quattro tavole in bianco e nero realizzate da Picacio. La traduzione, ed è la penultima volta, è opera del compianto Sergio Altieri.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in freschi di stampa, George R.R. Martin, prossimamente in libreria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.