I repertori

Ieri ho pubblicato un elenco di saggi che ho letto negli ultimi anni. Un elenco incompleto, ho tralasciato la maggior parte dei saggi di pedagogia, di storia dell’arte, di argomento scientifico, storico o legati al mondo dell’editoria che secondo me avevano poco o nulla a che fare con ciò di cui scrivo su internet. Per la verità non ho citato neppure I mestieri del libro di Oliviero Ponte di Pino, di cui invece ho parlato più volte, ma quel libro è entrato in discorsi sull’editoria non strettamente legati al fantasy e quindi l’ho tralasciato. Anche così è venuto fuori un elenco molto lungo… e incompleto. Qualche titolo mi è sfuggito e l’ho aggiunto oggi, e ho aggiunto anche un paio di saggi che ho letto dopo aver letto determinati romanzi, perché quei romanzi mi avevano fatto voglia di approfondire alcuni specifici argomenti. Sono sempre libri che ho letto dall’inizio alla fine, per questo non ho inserito nell’elenco I benandanti di Carlo Ginzburg, di cui ho letto solo la metà e che ho abbandonato perché ero interessata all’ambiente generale della caccia alla stregoneria e alle sue caratteristiche più importanti ma non a tutti i più minuti dettagli. Non ho inserito nemmeno Poesia cinese dell’epoca T’ang, letto proprio perché avevo amato un romanzo fantasy (di mezzo c’è sempre Guy Gavriel Kay) perché non è un saggio ma una raccolta di poesie. E fuori dall’elenco sono rimasti testi che ho letto un bel po’ di anni fa, I miti greci di Robert Graves, I miti nordici di Gianna Chiesa Isnardi, Miti e saghe vichinghi di Maria Letizia Magini e Gabriella Agrati, Massa e potere di Elias Canetti e chissà quanto altri libri, ma se non mi fossi data un limite di tempo e argomento non ne sarei venuta più fuori. E ci sono pure romanzi letti proprio perché avevo deciso di scrivere di un determinato argomento e sapevo che la conoscenza di quei romanzi era fondamentale.

Ma a entrare in quel che scrivo non sono solo i libri o gli articoli che ho letto. Gli articoli sono un’infinità, al punto che mi è impossibile citarli (anche se salvo i più interessanti nel computer e a volte fanno capolino in un mio articolo), i blog che controllo regolarmente, a parte quello di George R.R. Martin, sono http://www.tor.com/http://fantasyhotlist.blogspot.it/ (e spesso Pat inserisce link a interessanti articoli pubblicati da varie testate, alcune che magari io neppure conosco), e, in modo più irregolare, http://www.unboundworlds.com/ (prima ero più assidua, ma da quando hanno cambiato grafica mi ci perdo), http://www.locusmag.com/index.phphttp://www.torforgeblog.com/. In più ci sono siti e blog legati ad alcuni scrittori, i già citati Kay e Martin ma anche Robert Jordan e Brandon Sanderson. Una certa importanza ce l’hanno anche i repertori. Alcuni li ho già citati nella pagina dedicata ai saggi visto che sono stata tanto folle da leggerli dalla prima all’ultima parola come se fossero stati un saggio, altri li elenco qui. Sicuramente ne dimenticherò qualcuno, le liste sono sempre difficili da fare. Si nota chi c’è, ma vedere chi manca è un’impresa.

La Sacra Bibbia

A qualcuno magari può fare effetto veder inserita la Bibbia fra i repertori, ma la mia copia è piena di appunti di storia dell’arte e di mitologia perché, al di là della fede di ciascuno, la cultura occidentale si è sviluppata anche in rapporto a questo testo e i suoi influssi sono notevoli. Otto Rank non si crea problemi nell’inserire la nascita di Gesù accanto a quella di vari personaggi mitologici in Il mito della nascita dell’eroe, molti scrittori hanno ripreso elementi biblici e li hanno inseriti nelle loro opere, perciò al di là di ogni altra considerazione per me questo libro rientra a pieno diritto fra i repertori. Fra i repertori dovrei inserire pure la Divina Commedia di Dante Alighieri, che ho citato in qualche articolo, ma se iniziassi ad allargare l’elenco così non ne verrei più fuori. Nella serie La legione perduta Harry Turtledove cita chiaramente – chiaramente per chi conosce quei testi, perché lui non dice che li sta citando se non proprio parola per parola in tutte le azioni compiute dai personaggi coinvolti nelle due scene – il De bello gallico di Caio Giulio Cesare e il Simposio di Platone. Dovrei mettere pure loro fra i repertori? E il Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare, che è stato il punto di partenza di Filippo Tuena per Com’è trascorsa la notte? No, mi fermo alla citazione della Bibbia, i libri che parlano con altri libri rimangono nella mia mente e sui miei scaffali.

AAVV, Enciclopedia dell’arte

La sinossi:

Il grande racconto dell’arte nel tempo attraverso le sue espressioni storiche e i suoi protagonisti: dal gotico al Bauhaus, dal barocco alla pop art. Non solo le arti figurative (pittura, scultura), ma anche l’architettura, l’urbanistica, l’archeologia, la fotografia. E inoltre: critici e teorici, istituzioni (accademie, musei), collezionismo e mercato dell’arte.

AAVV, Enciclopedia della letteratura

La sinossi:

L’unica enciclopedia tascabile della letteratura mondiale. Scrittori, poeti, saggisti, critici, movimenti e correnti, forme e generi letterari: dall’epica al thriller, dal romanzo alla graphic novel, il repertorio più completo e affidabile per la consultazione, lo studio, la ricerca. Lo strumento indispensabile per scoprire la civiltà letteraria di ogni tempo e paese.

Robert Adkinson, Simboli sacri

La sinossi:

Dalla notte dei tempi, i simboli regolano il nostro universo e influenzano i nostri comportamenti. Jung vedeva in essi gli archetipi dell’inconscio collettivo. Questo volume riunisce in tre grandi gruppi – popoli, religioni, misteri – le immagini e i segni più venerati nel mondo. La guida iconografica (770 illustrazioni) esplora i miti, i rituali e la ricchezza simbolica che chi ci ha preceduto leggeva nella natura. Dall’antico Egitto al mondo celtico, dagli indiani d’America al taoismo, dal cristianesimo ai tarocchi passando per i mandala. I più espressivi sistemi simbolici vengono qui decriptati.

Carlos Alvar, Dizionario del ciclo di re Artù

La sinossi:

Cosa accade nelle foreste selvagge dove si muovono cavalieri avventurosi e dame in cerca d’aiuto? Quali sono le fontane la cui acqua opera straordinari incantesimi? Come avviene che il Graal si trasformi da oggetto legato ai riti pagani dell’abbondanza in simbolo cristiano?
Chi è la donna che suscita l’amore del mago Merlino, derubandolo di tutti i segreti della sua magia? Cosa significa avventura nei racconti arturiani? Dove si trova Avalon? E dove le Isole Doviziose, dimora di una delle doti divinatorie? Quale rapporto hanno Virgilio e Salomone con le avventure arturiane?

Più di novecento voci descrivono, raccontano, spiegano fatti, oggetti, temi, luoghi, personaggi, noti e meno noti, che compongono la materia del ciclo epico di re Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda.

Uno strumento di consultazione scientificamente rigoroso che si può leggere tutto d’un fiato.
Un’avventura per lettori appassionati, pronti a lasciarsi trasportare in un mondo magico e lontano.

 

 

Matilde Battistini, Simboli nell’arte

La sinossi:

L’arte occidentale è ricca di simboli tratta dalla sapienza del passato, di cui spesso è andata persa la chiave di lettura. Nel corso dei secoli, i riferimenti culturali a cui gli artisti hanno attinto per veicolare particolari significati sono molteplici: dalla mitologia e filosofia del mondo classico ai culti di matrice orientale, dalla tradizione cristiana alle dottrine alchemico-esoteriche. Organizzato in modo tematico, il volume offre ai lettori gli strumenti per orientarsi nel mondo delle immagini attraverso una ricca scelta di temi e motivi iconografici di epoche diverse; l’analisi di alcuni capolavori significativi consente di cogliere i vari livelli di lettura dell’opera d’arte e di individuare il contesto culturale d’appartenenza.

Hans Biedermann, Enciclopedia dei simboli

La sinossi:

Astrologia e cabala, alchimia ed emblemi araldici, metafore e allegorie, credenze e superstizioni: l’affascinante universo dei simboli tra antropologia e curiosità. Un repertorio suggestivo per scoprire il significato nascosto di cifre e segni che da millenni popolano l’immaginario dell’Occidente e dell’Oriente. Un’opera che attinge a un vasto patrimonio culturale (dall’etnologia alla storia delle religioni) e propone al lettore un’appassionante storia comparata delle civiltà.

A cura di Maciej Bielawski, In principio. Racconti sull’origine del mondo

La sinossi:

“Da dove veniamo? Il mondo nel quale viviamo ha avuto un inizio? Oppure esiste da sempre?”. Sono domande che l’uomo non ha mai smesso di porsi. Attraverso le culture e le religioni di tutto il mondo, dall’antichità classica agli aborigeni australiani, dall’India buddhista al Corano, questo libro presenta le molteplici risposte elaborate dall’umanità. Si compone così un’antologia di testi primari, religiosi e no, che illustrano come la necessità di indagare l’origine del mondo sia un tratto fondante della storia dell’umanità intera, pur nelle sue mille sfaccettature. La lettura non mancherà di far discutere, soprattutto per la scelta di rileggere la teoria del Big Bang, vero paradigma della scienza del Novecento, come un racconto di mitologia contemporanea.

John Bowker, Religioni del mondo

La sinossi:

Le religioni più importanti ampiamente spiegate attraverso i Sacri Testi, le manifestazioni religiose, i dipinti e l’architettura.

.

.

.

.

.

.

Jean Chevalier e Alain Gheerbrandt, Dizionario dei simboli

La sinossi:

Tutte le civiltà, dalla Mesopotamia all’estremo Oriente, dal mondo classico al Medioevo cristiano, dalle culture tribali dell’Africa e dell’Oceania alla società contemporanea, si sono nutrite di simboli, e simboli antichi e moderni riaffiorano quotidianamente nella nostra vita, formando l’essenza stessa del nostro pensiero e della nostra immaginazione. Grazie all’unione di conoscenze e spiegazioni provenienti da molteplici ambiti di ricerca dalla storia delle religioni alla mitologia, dall’antropologia alla psicoanalisi questo dizionario offre le chiavi per interpretare le allegorie e gli archetipi che si sono affermati nelle diverse parti del mondo dall’antichità a oggi, mostrando i meccanismi che ne hanno permesso la nascita e la diffusione e permettendoci di comprendere le ragioni profonde della suggestione che da sempre i simboli esercitano sugli esseri umani.

John Clute e John Grant, The Encyclopedia of Fantasy

La sinossi:

This huge volume is the first comprehensive encyclopedia of the fantasy field. Not only does it describe the genre authoritatively, but it redefines it, offering an exciting new analysis of this highly diverse and hugely popular sphere of art. With more than 4,000 entries and over one million words, this volume covers every aspect of fantasy-literature, film, television, opera, art, and comics. Written and compiled by a team of editors with unparalleled collective experience in the field, it is an invaluable reference for anyone interested in the art of the fantastic. This paperback edition includes thirty-two pages of update material obtained since the hardcover when to press.

Umberto Cordier, Guida ai luoghi misteriosi d’Italia

La sinossi:

Pietre che rotolano in salita e iscrizioni misteriose, acque che prendono fuoco e sorgenti afrodisiache, foreste pietrificate e mummie che nei secoli si sono conservate in condizioni perfette. Case infestate, stupefacenti fenomeni astrologici, trasmutazioni, costruzioni enigmatiche ed eventi miracolosi. E ancora siti e oggetti che si ricollegano ai grandi miti della storia: la ricerca del Santo Graal, il segreto dei Templari, la perduta Atlantide. Dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, sono innumerevoli i luoghi che raccontano di eventi oscuri e sorprendenti e ci conducono nell’Italia del mistero. Per ogni luogo, una scheda chiara e dettagliata con indirizzi, itinerari, annotazioni storiche e artistiche, informazioni circa l’avvenimento misterioso.

A cura di Marcello Craveri, I vangeli apocrifi

La sinossi:
I vangeli apocrifi sono una delle testimonianze più vive del cristianesimo primitivo. Qui i primi cristiani riversarono tutto il loro ingenuo bisogno di conoscere del proprio Salvatore e Maestro quanto i quattro Vangeli canonici non dissero. Così l’infanzia di Gesù nella casa di Nazareth, dopo i prodigi della sua nascita, o i misteri che accompagnarono e seguirono la sua morte vennero elaborati da una fantasia ricca di tutta la tradizione orientale ed ellenistica, con la freschezza di un mondo nuovo che stava sorgendo sulla decadenza dell’antico. Le letteratura popolare di tutti i tempi trova fra questi testi molte delle sue pagine migliori.

 

Chiara De Capoa, Episodi e personaggi dell’Antico Testamento

La sinossi:

Tutti riconoscono Adamo ed Eva, Caino che uccide Abele o il sacrificio d’Isacco. Ma con Agar e Ismaele, Saul e la regina di Saba l’iconografia si complica. Eppure si tratta di personaggi ricorrenti nella pittura religiosa fin dal Medioevo.

.

.

Gaston Duchet-Suchaux e Michael Pastoreau, La Bible et les saints

La sinossi:

Désormais célèbre, ce guide iconographique est un outil indispensable pour comprendre et reconnaitre les principales représentations religieuses de la tradition occidentale.

Selon l’ordre alphabétique, les saints et les personnages bibliques y apparaissent sous leur nom, les scènes de l’Ancien e du Nouveau estament sous leur appellation les plus usuelles. Ont été retenus ceux qui offrent un interét iconographique certain, y compris pour les sainta des églises d’Orient, lesquels sont ajoutés ò la faveur de cette nouvelle édition.

Anna Ferrari, Dizionario dei luoghi letterari immaginari

La sinossi:

Un volume per chi ama i repertori, meglio se un po’ stravaganti: il lettore potrà divertirsi molto con il “Dizionario dei luoghi letterati immaginati” che affronta città e castelli, paesi e isole, montagne e boschi. I luoghi immaginari presuppongono, nota l’autrice, quasi sempre un viaggio. I lettori, infatti, sono andati sulla luna molto prima degli astronauti, per di più spendendo pochissimo.

Rosa Giorgi, Santi

La sinossi:

“Che cosa significa? Chi sono quei personaggi?” Domande che assillano i visitatori delle mostre e dei musei. Un tempo, le opere d’arte “parlavano” anche agli analfabeti, ma oggi, nel moltiplicarsi delle culture e dei riferimenti, il loro linguaggio visivo risulta spesso ostico. Da Agata a Zeno, questo libro presenta le immagini e le caratteristiche di oltre centoventi santi, i più ricorrenti nell’arte sacra, fra storia e leggenda, tradizione e devozione. Ogni santo è introdotto da una pratica scheda di identificazione, note sulla vita e il martirio, e una serie di riferimenti visivi per riconoscere senza indugi i personaggi, le loro vicende, le particolarità della devozione.

Lucia Impelluso, La natura e i suoi simboli

La sinossi:

Cosa significa quel grappolo di ciliegie rosse che tiene in mano una Madonna di Tiziano? Come mai Van Dyck si ritrae accanto a un girasole? Che valore ha l’ermellino che Leonardo dipinge tra le braccia di una nobildonna? Questo volume risponde a queste e altre domande sull’icononografia della natura, offrendo una sintesi per la comprensione del simbolismo naturale dell’arte.

 

John Matthews e Caitlin Matthews, The Element Encyclopedya of Magical Creatures

La sinossi:

The newest entry in the popular Element Encyclopedia series spans the globe and the ages to present a feast of magical beasts, both familiar and rare. Populating this ultimate reference is a host of marvelous creatures, many of which have stirred our imagination since childhood; they come from fairytales and myths, and from beloved writers such as the Brothers Grimm, Lewis Carroll, J.R.R. Tolkien, and J.K Rowling. Each entry delves into folklore and history to reveal such secrets as why dragons guard the weather, how to make mermen laugh, and how a slow lizard cost humans the gift of eternal life. From Chinese dragons to Norwegian sea monsters, banshees to griffins, cherufes to lampaluguas, every fantastic figure gets its due.

Francesca Pellegrino e Federico Poletti, Episodi e personaggi della letteratura

La sinossi:

Dai cicli arturiani ai romanzi dell’Ottocento, i personaggi e gli episodi della letteratura hanno ispirato gli artisti nel corso dei secoli. Paolo e Francesca, Romeo e Giulietta, Lucrezia, Ugolino o i manzoniani promessi sposi: sono numerosi gli episodi di origine letteraria raffigurati nell’arte che non sempre sappiamo riconoscere. Ecco uno strumento agevole, abbondantemente illustrato, per identificare eroi e scene tratte dalla letteratura mondiale. Il volume è strutturato in tre sezioni: poemi, poeti e letterati, temi letterari.

Paul Poupard, Dizionario delle religioni

La sinossi:

2300 voci, ognuna delle quali rappresenta un testo esaustivo frutto del lavoro autonomo di uno specialista. 180 studiosio. Cinque grandi temi: scienza delle religioni, religioni antiche, Bibbia e giudaismo, cristianesimo, religioni dell’Africa, Asia e Oceania.

Cesare Ripa, Iconologia

La sinossi:

Dalle virtù ai vizi, dalle passioni alle arti. Un repertorio di allegorie cui attinsero a piene mani generazioni di artisti e di poeti di tutta Europa. Scritto nell’ultimo decennio del XVI secolo, questo trattato conobbe il successo in età barocca e la sua fortuna si protrasse nelle epoche successive dando vita a quella tradizione iconologica, di cui le personificazioni allegoriche del Ripa sono insieme la Bibbia e i tarocchi.

Alexander Roob, Alchimia & mistica

La sinossi:

Il Musaeum Hermeticum è un compendio di testi alchemici pubblicato in Germania nel XVII secolo. Tra le sue pagine il lettore sarà condotto in un viaggio fantastico e avventuroso che unisce i cosmogrammi medievali e le immagini del misticismo cristiano, passando attraverso l’affascinante mondo dell’alchimia per arrivare fino all’arte di epoca romantica. Gli enigmatici geroglifici di cabalisti, rosacroce e massoni mostrano qui la loro stretta relazione con le prime illustrazioni scientifiche nel campo della medicina, della chimica, dell’ottica e della teoria dei colori. Anche per i profani di storia dell’alchimia, questo libro risulterà un’affascinante meraviglia tutta da esplorare. I capitoli, riccamente illustrati, iniziano tutti con un’introduzione e citazioni di alchimisti e sono opera di uno studioso del settore, Alexander Roob. In questo volume il lettore potrà ravvisare le radici del surrealismo e di molti altri movimenti artistici più recenti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in fantasy. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...