Da Dora Bruder di Patrick Modiano a Le variazioni Reinach di Filippo Tuena

Nel 2014 a Patrick Modiano è stato assegnato il Nobel per la Letteratura “per l’arte di ricordare con cui ha evocato i destini umani più difficili da comprendere e ha svelato l’universo dell’occupazione”. Figlio di un ebreo che ha corso il rischio di essere deportato da Parigi durante la Seconda Guerra Mondiale, nel momento in cui ha iniziato a scrivere si è concentrato su quel periodo di tempo e su quelle persone la cui vita era stata drammaticamente in bilico sull’orlo di un precipizio. Quella di Dora Bruder è, nei dati essenziali, una storia vera. Parte da un elemento reale, come ha spiegato lo stesso Modiano:

Otto anni fa, su un vecchio numero di «Paris-Soir» del 31 dicembre 1941 mi sono soffermato sulla rubrica di terza pagina: Da ieri a oggi. Nelle ultime righe, ho letto:

 

«PARIGI

Si cerca una ragazza di 15 anni, Dora Bruder, m 1,55, volto ovale, occhi castano-grigi, cappotto sportivo grigio, pullover bordeaux, gonna e cappello blu marina, scarpe sportive color marrone. Inviare eventuali informazioni ai coniugi Bruder, boulevard Ornano 41, Parigi».

Un annuncio che segnala la scomparsa di una ragazza datato, come si vedrà più avanti, 31 dicembre 1941. Il dato di partenza è reale così come sono reali i luoghi di Parigi e una serie di date e di elementi che Modiano è riuscito a scoprire con la sua indagine. L’identità dei genitori della ragazza, qualcosa della loro storia personale, il luogo da cui Dora è scomparsa… Modiano ricostruisce la Parigi degli anni ’40 e contemporaneamente racconta la sua storia di scrittore che vuole sapere, che s’interroga su quel che è avvenuto e su quel che potrebbe essere stato, che va avanti forse perché è l’unico modo per restituire una parvenza di vita a una ragazza a cui la vita è stata strappata dalla storia. Nella sua meticolosa attenzione ai dettagli, alla precisione delle informazioni, il libro di Modiano è più un’indagine che un romanzo, anche se pur non mostrando mai Dora lo scrittore riesce a far intuire il suo desiderio di vita e l’impossibilità per lei di una vita in un mondo sempre più cupo.

Dora Bruder è del 1997 ed è arrivato in Italia l’anno dopo, anche se sospetto che pochi se ne siano accorti. Quanti conoscevano l’autore prima del Nobel? Mentre lo leggevo io non potevo non pensare a un libro più recente: Le variazioni Reinach di Filippo Tuena.

Il romanzo di Tuena è del 2005, con una nuova edizione nel 2015, e nasce non da un annuncio su un giornale ma da una visita a un museo. Lì Tuena vede le foto degli ultimi proprietari di quella casa che è diventata un museo, legge le loro date di morte e inizia il suo personale viaggio nella memoria. Oggetto d’indagine Léon Reinach, un compositore, sua moglie, Béatrice de Camondo, e i loro figli Fanny e Bertrand. Il punto di partenza, la Parigi occupata, quello d’arrivo, il campo di concentramento, l’indagine nei documenti d’epoca e nei luoghi e anche il frequente passaggio del testo fra lo scrittore e i personaggi di cui egli sta scrivendo sono gli stessi, e lo stesso è il dolore che si prova nel leggere le due storie. Modiano ha vinto un Nobel, e per quanto la mia conoscenza della sua opera al momento sia limitata a un unico libro ne vedo anch’io la profondità e la capacità di scrittura, eppure Tuena mi piace di più. Proprio perché le due opere hanno strutture e soggetti molto simili non posso fare a meno di paragonarle e lo scrittore italiano, infinitamente meno famoso di quello francese, è riuscito a essere più intenso e a toccarmi con maggiore forza.

Un estratto di Dora Bruder: https://flipbook.cantook.net/?d=%2F%2Fedigita.cantook.net%2Fflipbook%2Fpublications%2F41866.js&oid=3&c=&m=&l=it&r=&f=pdf.

Questa voce è stata pubblicata in anteprima, citazioni, Filippo Tuena, impressioni di lettura e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.