Il sentiero dei pugnali di Robert Jordan. Dal capitolo 11 al capitolo 20

Yellow = Min; Green = Rand; Cyan = The Seanchan; Red = Elayne, Nynaeve and Aviendha; Orange = The Forsaken; Black = Egwene with the Salidar Aes Sedai; Blue = Perrin, Faile and Morgase; White = Elaida and Alviarin; Light Green = Sevanna and Galina Casban; Magenta = Seaine Herimon and Toveine Gazal

Rilettura di Il sentiero dei pugnali di Robert Jordan.

11: Domande e un giuramento

Perché devo ricominciare con quella piaga di Sevanna? Perché? E subito dopo di lei, nello stesso capitolo, c’è Galina. Avrei quasi potuto provare pietà per Galina, ma no, per quanto le Shaido la cuociano ben benino (letteralmente e metaforicamente) Galina si merita questo e altro.

Sevanna ha con sé praticamente tutte le incanalatrici, è stata astuta a tenersi vicina le persone più potenti anche se non si può dire che con Therava abbia vita facile. Galina giura sulla versione 11 del Bastone dei Giuramenti. Alla Torre c’è il 3, chissà dove sono finiti gli altri. Averne uno a portata di mano, nel dodicesimo romanzo, avrebbe fatto davvero comodo.

12: Nuove alleanze

Piccola riunione fra Graendal, Moghedien e Cyndane, alias Lanfear. Avrei dovuto metterlo sotto spoiler? Si, avrei dovuto. Va bene, Lanfear è viva e di nuovo in giro pronta a rompere le scatole. Moridin/Ishamael è il nuovo boss dei boss, ovviamente dopo il Tenebroso che fa conoscere la sua volontà tramite Shaidar Haran. Davvero una riunione di persone simpatiche!

A proposito di simpatia si passa a quell’altra piaga di Cadsuane, che sarà pure dal lato della Luce ma che troppo spesso riesce a essere notevolmente irritante. Qui comunque riesce a raggiungere un accordo con Sorilea riguardo al fatto che Rand deve imparare di nuovo a ridere e a piangere.

13: Come neve al vento

Rand è sul campo e si prepara alla battaglia contro i Seanchan insieme a Bashere, a un bel po’ di soldati e di nobili non tutti affidabili e a un piccolo gruppo di Asha’man. Piccolo problema: quando incanala vede doppio, probabilmente dovuto al fatto che il suo Fuoco Malefico è entrato in contatto con quello di Moridin a Shadar Logoth.

14: Un messaggio dal M’Hael

Informazioni sulle posizioni degli eserciti, sul numero di uomini capaci d’incanalare e sul loro destino, sul fatto che chi impazzisce viene fatto morire nel modo più indolore possibile e sulla strana sensazione data da saidin a Ebou Dar. Per la prima volta Rand dice a qualcuno di voler pulire saidin, e visto che Herid Fel è stato ammazzato probabilmente perché stava ragionando sul problema della Contaminazione, e anzi era convinto di aver trovato la soluzione, non so quanto sia stato saggio da parte di Rand parlare ad alta voce dei suoi progetti futuri. Anche se gente come Damer Flinn (e non solo lui) merita la speranza che queste parole gli donano.

15: Più forte della legge scritta

Ok, qui avviso: spoiler su tutta Le Ruota del Tempo.

Egwene dorme, e ovviamente sogna.

Rand, che indossava diverse maschere, finché all’improvviso una di queste facce finte non era più una maschera ma il suo vero volto.

Certamente Rand ha dovuto mascherare i suoi pensieri e le sue intenzioni più volte, in qualche caso (pensiamo, per esempio, all’incontro con Darlin Sisnera e Caraline Damodred dello scorso libro) ha anche mascherato la sua identità. E alla fine il suo volto sarà un volto che all’inizio non era suo. Una maschera che diviene il suo volto?

Perrin e un Calderaio, che si facevano freneticamente strada tra i rovi a colpi di ascia e spada, inconsapevoli del dirupo che c’era al di là.

Perrin e Aram. Hanno combattuto un bel po’, all’inizio insieme e alla fine uno contro l’altro. Un dirupo è qualcosa che fa cadere, e la loro amicizia è caduta. Sono precipitati nel baratro della diffidenza e dell’odio. Lavoro troppo di fantasia?

Mat, che soppesava due Aes Sedai sui piatti di un’immensa bilancia, e dalla sua decisione dipendeva… Questo Egwene non lo sapeva; qualcosa di enorme; il mondo, forse.

In Le torri di mezzanotte Mat si troverà a decidere se aprire la lettera di Verin o aiutare Thom a salvare Moiraine. Se avesse letto la lettera avrebbe saputo della progettata invasione di Caemlyn. Quella mossa fa quasi vincere il Tenebroso, per fortuna Olver apre la lettera all’ultimo istante utile perché Talmanes possa agire e portare in salvo un po’ di gente e soprattutto i cannoni. Sì, c’è davvero in ballo il mondo.

Di recente, tutti i sogni che faceva su Mat erano sbiaditi e pieni di dolore, come ombre proiettate da un incubo, quasi Mat non fosse del tutto reale.

È a Ebou Dar, dove si sta curando le ferite provocategli da un muro che gli è caduto in testa, ci credo che prova dolore. E probabilmente ha avuto anche molti momenti d’incoscienza, magari pure un breve coma, a portarlo temporaneamente fuori da Randland.

Egwene ora è assistita da Halima, che si occupa dei suoi mal di testa: glie li provoca con saidin e poi li attenua con un bel massaggio. Che simpatica, fa tutto lei! Egwene e Siuan hanno uno scambio di vedute sui Tre Giuramenti, poi Gareth Bryne organizza un incontro con alcuni nobili dell’Andor. Ho mai detto che adoro Bryne? Oh, Bryne…

16: Assenze impreviste

Egwene cerca di destreggiarsi fra Romanda e Lelaine. La trama che la vede protagonista è una di quelle che mi piacciono di più.

Sheriam si trova in seria difficoltà. Non ne avevo parlato prima, ma considerando la difficoltà che ha nel controllare qualsiasi cosa quando si trova nel Mondo dei Sogni, come ha fatto Sheriam a non tradirsi mai pur essendoci andata un bel po’ di volte? Una delle tante, piccole sviste di Jordan.

La Ruota del Tempo non è perfetta, e non sarei onesta se non lo dicessi. In una saga così lunga e complessa, che si è sviluppata in così tanti anni, è semplicemente umano che qualcosa sia sfuggito all’attenzione di Jordan, che lo scrittore non sia riuscito a rifinire tutti i dettagli. Alcune piccole sviste sono state sistemate nel corso del tempo, per esempio le prime edizioni in questo capitolo parlavano di nove Adunanti troppo giovani, cifra successivamente corretta a otto per uniformarsi agli altri romanzi, ma quando il problema è nella trama non c’è nulla da fare. Nonostante questo, la saga è straordinaria. È talmente ricca e complessa, talmente potente, che quella manciata di errori che vi sono all’interno spariscono in rapporto a tutto il resto.

Nota su Mattin Stephaneos, già re di Illian: è stato rapito da Elaida e si trova alla Torre Bianca.

17: Sul ghiaccio

Egwene incontra i nobili di Andor e Murandy, parla direttamente con loro invece di delegare una delle Sorelle Prepotenti e fa sapere di volersi fermare per un mese e di aver aperto a tutte le donne il Libro delle Novizie.

18: Uno strano richiamo

Intrighi. Egwene ha un breve ma simpatico colloquio con Talmanes, sotto gli occhi attenti di Halima. Peccato che nessuno possa sospettare di lei/lui. Buffo il fatto che il Ta’veren Mat faccia sentire il suo richiamo su Talmanes anche da lontano.

19: La legge

Al ritorno si parla del fatto che Siuan è innamorata di Bryne, dettaglio intuito da Egwene un paio di capitoli fa, del vecchio desiderio di Romanda di essere eletta Amyrlin, frustrato dall’elezione di Tamra Ospenya, e della Legge della guerra. Grazie, Takima, per aver tenuto la bocca chiusa. Una volta che Egwene ha ottenuto ciò che vuole dichiara che si fermeranno per un mese prima di iniziare l’assedio a Tar Valon. Questo il voto:

  • Blu – Lelaine Akashi – SI
  • Blu – Lyrelle Arienwin – SI
  • Blu – Moria Karenatis – SI
  • Marrone – Escaralde – SI
  • Marrone – Janya Frende – SI
  • Marrone – Takima – NO
  • Grigia (Nera) – Delana Mosalaine – SI
  • Grigia – Kwamesa – YES
  • Grigia – Varilin – NO
  • Verde – Faiselle – NO
  • Verde – Malind Nachenin – SI
  • Verde – Samalin – SI
  • Bianca – Aledrin – SI
  • Bianca – Berana – SI
  • Bianca – Saroiya – NO
  • Gialla – Magla Daronos – NO
  • Gialla – Romanda Cassin – NO
  • Gialla – Salita Toranes – SI

20: In Andor

Elayne in cammino per prendersi la corona che era stata di sua madre. Sente un bel po’ di dicerie, qualcuna è persino vera, e inizia il brutto tempo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in citazioni, Robert Jordan rilettura e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...