Chiara Valentina Segré: Oscar il gatto custode

Anche se ci vediamo poco, ciascuna presa dai suoi impegni, conosco Chiara Segré di persona. Entrambe abbiamo scritto un saggio per Il Fantastico nella Letteratura per ragazzi (il suo è Possa la buona sorte essere sempre dalla vostra parte. Suzanne Collins e la trilogia di Hunger Games) e uno per Hobbitologia (il suo è Lo Hobbit fra di noi: quando letteratura e realtà si compenetrano), e di suo avevo già letto anche Non svegliate il drago che dorme, un testo sugli animali fantastici che compaiono nella saga di Harry Potter compreso in Potterologia.

Testi interessanti, secondo me Chiara scrive bene, sa esporre un argomento con chiarezza e andare in profondità, ma forse la parte più importante della sua produzione non sta nella saggistica. Chiara ha scritto diversi libri illustrati per bambini, anche se fino a questo momento io li avevo ignorati. Gedeone, Lola e io (albo illustrato inserito nella INTERNATIONAL IBBY SELECTION OF OUTSTANDING BOOKS FOR CHILDREN WITH DISABILITIES 2015), Ciabattina coccinella al contrario e Oscar il gatto custode. La sua bibliografia comprende diverse altre opere, tutte le informazioni al riguardo le potete trovare sul sito ufficiale: http://www.chiarasegre.it/.

Ora ho letto Oscar il gatto custode. Il libro è basato su una storia vera, come spiega l’autrice in quest’intervista: http://www.chiarasegre.it/index.php/2015/12/09/il-mondo-dietro-oscar/. Il tema trattato, quello della morte è un tema difficile, e proprio per questo è importante che venga trattato. Io ho dovuto parlarne seriamente con Alessia quando, nell’estate fra la seconda e la terza elementare, è morta la mamma di una delle sue più care amiche, malate da un paio d’anni. Avevo cercato le parole con l’aiuto di un libro, che per noi era stato Una mamma come il vento di Agnès Berton.

Quello che fa Chiara, aiutata dalle bellissime illustrazioni di Paolo Domeniconi, è rendere la morte naturale, come un’amica che viene ad accompagnare le persone che vivono in una casa di riposo nel loro ultimo viaggio. Oscar descrive in prima persona il luogo in cui vive e presenta una manciata di personaggi, mostrando le loro peculiarità e il loro bisogno d’amore, e spiegando che a volte le parole non sono tanto importanti. Quello che conta è esserci, come c’è lui, perché il calore di una presenza amica non potrà mai essere sostituito da nulla. Un libro dolcissimo, che parla di morte con semplicità e tiene vivo il calore della speranza.

Un estratto: http://www.chiarasegre.it/wp-content/uploads/2015/12/Estratto-Oscar-il-gatto-custode1.pdf

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in anteprima, impressioni di lettura, libri per bambini e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...