I fuochi del cielo di Robert Jordan. Dal capitolo 13 al capitolo 18

I fuochi nel cielo ne“Sono in ritardo, sono in ritardo, sono terribilmente in ritardo”. È così che diceva il Bianconiglio, giusto? Credo, ma in realtà non potrei giurarci. Ho provato per ben due volte a leggere Alice nel Paese delle Meraviglie, in entrambi i casi mi sono annoiata parecchio e in entrambi i casi ho rinunciato. Dall’ultimo tentativo devono essere passati almeno vent’anni, ma la voglia di riprovare non c’è. Però è vero che sono in ritardo, terribilmente in ritardo. Questa settimana dovrei finire il capitolo 42 di I fuochi del cielo di Robert Jordan, ma in questo momento sono solo a metà del capitolo 35. La vedo dura. E i commenti? L’ultima volta che ho scritto ero arrivata fino al capitolo 12, e cinque capitoli li avevo liquidati con una o due frasi. La vedo ancora più dura. Sono in ritardo, vedremo fin dove arriverò… Spoiler su tutta La Ruota del Tempo.

13: Una piccola stanza a Sienda

Questo è rapido. Elayne e Nynaeve incontrano per strada un circo e poi trovano una locanda dove dormire. Dei battibecchi fra le due potrei fare a meno. Fare attenzione: il villaggio è pieno di Manti Bianchi.

14: Incontri

Incontro nel Mondo dei sogni fra Nynaeve e Birgitte, che ha perso di vista Gaidal Cain.

«È un po’ di tempo che non lo vedo. Credo che la Ruota lo abbia intessuto di nuovo. Accade sempre così.» Nella sua voce c’erano aspettative e preoccupazioni in egual misura.

Se Birgitte aveva ragione, da qualche parte nel mondo era nato un bambino, un neonato frignante che non aveva idea di chi fosse, eppure destinato a imprese che avrebbero dato vita a nuove leggende. La Ruota intesseva gli eroi nel Disegno a seconda dei bisogni, per modellare il Disegno stesso

Ecco, questo non ha senso. Gaidal è appena nato. Ricordiamoci che Perrin in L’ascesa dell’Ombra lo ha visto, anche se una volta sola e per poco, e anche se il tempo del Mondo dei sogni è strano va comunque in avanti, mai all’indietro. E allora perché far nascere Gaidal Cain ora, quando non c’è più tempo per farlo crescere abbastanza e farlo diventare utile per Tarmon Gai’don? Artur Hawking fa la sua parte nell’Ultima Battaglia, pur essendo ancora nel Mondo dei sogni, Birgitte pure ed è grandiosa, uno dei migliori ritorni che abbia mai letto (fa il paio con il ritorno di Noal), ma Gaidal Cain che combina? Non è Olver, Jordan lo ha affermato categoricamente in qualche intervista. Magari pensava di scrivere un sequel in cui Cain avrebbe fatto qualcosa di fondamentale, ma così come stanno le cose il dettaglio ha poco senso.

«Le regole ci impongono di non rivelare a nessuno che risiediamo in Tel’aran’rhiod. Io ne ho già infrante molte parlando con te, anche di più aiutandoti, perché non posso restare in disparte a guardarti mentre lotti contro l’Ombra – ho preso parte a quella battaglia in più vite di quante possa rammentare – ma ne rispetterò il maggior numero possibile. Devi mantenere la tua promessa.»

Nynaeve sguinzaglia Birgitte e poi s’incontra con Egwene, mi spiace per la promessa di non rivelare nulla su Birgitte perché avrei voluto vedere la reazione di Egwene. Del terzetto di Ammesse in giro per Randland è la futura Amyrlin quella che mi piace di più. Comunque le regole del Mondo dei sogni – quando farsi vedere, cosa dire o non dire – hanno poco senso. Sono il classico caso di elemento che in un fantasy mi irrita: si fa così perché è così e basta. No, io voglio capire, forse sono un po’ Egwene anch’io, però con tutto il resto che c’è in La Ruota del Tempo posso perdonare a Jordan qualche piccola pecca.

15: Cosa si può imparare nei sogni

Nynaeve ed Egwene si incontrano alla Torre. Mi ero dimenticata di come facessero Elayne e Nynaeve a sapere di non dover tornare a Tar Valon, ecco la risposta. Quanto all’incontro con Egwene è di quelli importanti: il rapporto di forza inizia a cambiare. Per essere un’Amyrlin forte Egwene deve capire come far fare agli altri ciò che desidera lei, e inizia ora. Informazioni nella scatola di Elaida:

Nynaeve prese circospetta il primo foglio. Firmato formalmente ‘Joline Aes Sedai’, era un’umile richiesta di compiere una serie di penitenze

dal prologo.

Nessun documento sembrava importante. Il Maresciallo Generale di Saldaea e il suo esercito erano scomparsi, e la Regina Tenobia si rifiutava di cooperare

No, non è per nulla importante. Ritroveremo Davram Bashere da Rand in Il Signore del Caos. Per conoscere Tenobia ci vorrà un po’ di più.

Da tre settimane non arrivavano rapporti dagli occhi e orecchie delle Ajah a Tanchico

località da cui le nostre amiche sono appena scappate. Troppi nomi, a volte devo fermarmi un attimo per capire chi è chi, o cosa è cosa, o dove è un determinato luogo. Se sbaglio qualcosa ditemelo, non ho la pretesa di essere perfetta.

Alcuni problemi fra Illian e il Mu­randy si stavano risolvendo, e Pedron Niall se ne attribuiva il merito

Cosa sta combinando Pedron Niall? Ricordo che in L’ascesa dell’Ombra aveva mandato Padan Fain nei Fiumi Gemelli, ma poi? Boh. Comunque odio i Manti Bianchi.

quello che sembrava un rapporto su un sospetto – era quella la parola usata – raduno di sorelle Azzurre

Quindi Elaida lo sa fin da subito, checché ne pensino le fuggitive. Solo che come sempre Elaida non agisce o, se lo fa, lo fa tardi e male. Ovviamente Egwene e Nynaeve non gradiscono i cambiamenti nella Torre Bianca, discutono su come comportarsi, sulle possibili conseguenze di quanto è avvenuto, e arrivano a parlare di bugie.

Quando Egwene si risveglia si rende conto di quel che è riuscita a fare con Nynaeve, sono davvero tante le prese di coscienza dei personaggi all’interno della saga, e se questa è positiva non sempre le cose stanno così. Dopo aver visto che Rand sta parlando con Natael Egwene va da Moiraine e la trova circondata da saidar, con la sua piccola pietra azzurra fra le mani. La pietra per origliare. Jordan non l’ha mai chiamata così, ma in effetti è questo il modo in cui la usa Moiraine: per origliare. E il nome mi piace, quasi quasi metto le maiuscole e lo faccio diventare un nome proprio. Egwene va da Moiraine e la trova circondata da saidar, con la Pietra per Origliare fra le mani. Il che significa che Moiraine conosce già la vera identità di Natael e non dice nulla per non privare Rand del suo insegnante. Un Drago rinato passato al Tenebroso è una brutta cosa, ma anche uno incapace, o del tutto folle, non è tanto bella. Essere Moiraine, dover valutare tutte le alternative, e questo sapendo di essere diretta a Samarcanda per incontrare Lanfear, non dev’essere facile. E in più deve essere umile e ubbidire a Rand. Considerando i suoi pensieri nella Pietra di Tear le sta quasi bene, ma in effetti la donna sopporta una tensione notevole e la gran parte delle sue decisioni sono giuste.

«Moiraine, perché hai iniziato a fare tutto quello che Rand ti chiede? Anche Nynaeve non ritiene sia giusto.»

«Non lo ritiene giusto, vero?» mormorò Moiraine. «Tuttavia sarà un’Aes Sedai, qualsiasi cosa desideri. Perché? Perché mi sono ricordata come si controlla saidar

Dopo un po’, Egwene annuì. Per controllare saidar prima dovevi arrenderti a esso.

Solo quando, tutta tremante, fu sulla via del ritorno alla tenda, Egwene si rese conto che Moiraine le aveva parlato tutto il tempo da pari a pari. Forse era più vicina a dover scegliere l’Ajah di appartenenza di quanto credesse.

No, niente Ajah per Egwene, ma i discorsi precedenti sulla torre spezzata e quelli di adesso sul potere ottenuto tramite la resa (a determinate condizioni) sono interessanti.

16: Un’offerta inaspettata

Ritroviamo Galad. Non so chi, fra lui e Gawyn, ha reagito peggio alla deposizione di Siuan. È Gawyn quello che ha ucciso Hammar e Coulin, accidenti a lui, ma Galad è diventato un maledetto Manto Bianco. Inizierò a tifare per lui solo quando affronterà Eamon Valda. A quanto pare Jordan dona ai suoi personaggi un’opportunità di riscatto, devono solo volerla cogliere. Ora però per il gruppetto di Elayne è tempo di fuggire.

«Hai altro da aggiungere? Nessun piano brillante? Tutto il tuo interesse per i pettegolezzi non ti fa venire in mente nulla che possa essere di aiuto?»

Thom si portò una mano sul viso e le rivolse un’occhiata offesa. «No. A meno che tu non ritenga utile il fatto che Ailron reclami alcuni villaggi ai confini dell’Altara. Una striscia di terra che corre lungo tutto il confine, da Salidar a So Eban e Mosra.»

Salidar. Ecco cosa gira nella mente di Nynaeve, anche se nel capitolo dedicato alla scatola di Elaida Jordan si era guardato bene dallo scrivere il nome. Secondo me si divertiva a mettere alla prova la memoria dei suoi lettori.

17: In viaggio verso ovest

I quattro – mica posso scrivere i nomi in continuazione… no, forse oggi non ho ancora menzionato Thom e Juilin – si uniscono al circo di Valan Luca, personaggio che ritroveremo più avanti. L’ho già detto che Jordan non dimentica mai un personaggio dopo avercelo fatto conoscere? Fra gli altri artisti ci sono Aludra, l’Illuminatrice di Il Drago rinato, e Cerandin, una Seanchan. E io che, la prima volta, avevo creduto di essermi liberata di loro! Cerandin per la verità non è male, ma ogni volta che si parla di damane io reagisco come Egwene.

18: Un segugio nell’oscurità

Moghedien si presenta ufficialmente a Liandrin e compagnia e si mette a dare ordini spedendo le Nere qua e là. Dove? Falion Bhoda e Ispan Shefar vengono mandate a Ebou Dar a cercare la Scodella dei venti, e questo prima ancora non solo che noi veniamo a conoscenza dell’esistenza di una Scodella dei venti, ma anche che il caldo che percepiscono tutti i personaggi è eccessivo per quella stagione perché provocato dal Tenebroso. Marrilin Gemalphin viene inviata a Caemlyn, la ritroveremo lì a creare problemi a Elayne quando la giovane sarà impegnata nel tentativo di conquistare il trono che era stato di sua madre. Rhianna Andomeran, Jeaine Caide e Berylla Naron, però, ce le perdiamo. Qualcuno le ha viste?

Ora ho la risposta alla mia domanda iniziale: sono arrivata al capitolo 18. “Sono in ritardo, sono in ritardo, sono terribilmente in ritardo”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in citazioni, Robert Jordan rilettura e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...