Arrivata la nuova edizione di Il cavaliere del Sette Regni di George R.R. Martin illustrata da Gary Gianni

Sono stata brava, almeno per ora. Facciamo i conti: Ho Il cavaliere errante in italiano nell’antologia I re di sabbia, in Il cavaliere dei Sette Regni, in versione graphic novel e, in inglese, in Dreamsongs. Ho La spada giurata in Il cavaliere dei Sette Regni, sotto forma di graphic novel e, in inglese, in Legends II. Ho Il cavaliere misterioso in Il cavaliere dei Sette Regni e, in inglese, in Warriors. La versione graphic novel di questo racconto sarà pubblicata in inglese nel 2017, e suppongo che non dovremo aspettare molto perché arrivi anche in Italia. Mi serve questo nuovo libro? No, infatti non l’ho (ancora) comprato, anche se in passato avevo valutato un acquisto in inglese. Se qualcuno avesse bisogno di suggerimenti per il regalo di Natale… ma forse io non aspetterò così tanto.

Di cosa sto parlando? Facciamo un passo indietro, a un articolo che ho pubblicato su FantasyMagazine poco più di un mese fa.

Il cavaliere errante è tornato a cavalcare in un libro che, se non racconta nulla di nuovo, è comunque un bel regalo per i fan di George R.R. Martin.

Che Mondadori fosse seriamente intenzionata a proporre tutto il catalogo dello scrittore americano ci era stato confermato da alcuni dirigenti del settore narrativa della casa editrice nei vari incontri che abbiamo avuto con loro a partire dal 2013. Già sul finire di quell’anno in libreria era arrivato l’inedito Il viaggio di Tuf, a cui erano poi seguiti Il cavaliere dei Sette Regni, L’arguzia e la saggezza di Tyrion Lannister, Il mondo del ghiaccio e del fuoco, la nuova edizione di Il drago di ghiaccio con illustrazioni di Luis Royo (e questo l’avevo comprato in inglese prima della traduzione in italiano, pur avendo già il racconto in inglese in Warriors, in italiano nella versione romanzo per bambini illustrata da Luca Enoch e nella versione racconto in… quanti libri? Tre? Come minimo, ma magari ne ho dimenticato qualcuno), il coloring book ufficiale Il trono di spade (e questo non l’ho comprato, poi non dite che sono fanatica), le edizioni integrali di I canti del sogno, diverse riedizioni di Le cronache del ghiaccio e del fuoco e nove volumi della serie Wild Cards, a cui vanno aggiunti i due volumi, La principessa e la regina e La ragazza nello specchio, che costituiscono la traduzione di un’antologia di cui Martin è curatore. E se ancora non è chiaro se proseguirà la pubblicazione delle Wild Cards, nei prossimi mesi in libreria arriveranno nuove edizioni di opere già pubblicate da Gargoyle Books, La luce morente e Armageddon Rag.

Non solo i romanzi o le opere inedite, ma un’attenzione completa a tutto ciò che riguarda l’attività di colui che da alcuni anni è diventato l’autore più importante del catalogo Oscar, anche attraverso la pubblicazione di edizioni di lusso. Si spiega così il volume appena giunto in libreria. Il cavaliere dei Sette Regni, già edito in versione rilegata due anni fa e in edizione tascabile lo scorso anno, è stato ora riproposto nella versione illustrata da Gary Gianni.

Il libro comprende tre lunghi racconti ambientati una novantina di anni prima degli avvenimenti di Le cronache del ghiaccio e del fuoco. Il primo racconto, Il cavaliere errante, risale al 1998 ed è già stato pubblicato in diverse antologie italiane, da Legends 2 a I re di sabbia e al secondo volume (edizione integrale) di I canti del sogno, oltre che in Il cavaliere dei Sette Regni. La spada giurata, del 2004, e Il cavaliere misteroso, del 2010, invece, sono apparsi solo nelle precedenti edizioni di Il cavaliere dei Sette Regni.

La pubblicazione in italiano in un unico libro dei tre racconti aveva preceduto l’edizione inglese. I lettori americani avevano da anni la possibilità di leggere tutte le avventure di Dunk ed Egg, anche se per farlo dovevano procurarsi tre libri diversi. In italiano questo era impossibile, visto che le due antologie che comprendevano secondo e terzo racconto, rispettivamente Legends II e Warriors, non erano mai state tradotte nemmeno in parte. Da qui la decisione di pubblicare in tempi brevi un’opera capace di soddisfare la curiosità degli appassionati di Le cronache del ghiaccio e del fuoco, il cui numero è cresciuto a dismisura dal 2011, anno in cui la serie televisiva Il trono di spade ha raggiunto il piccolo schermo.

Martin aveva preferito orientarsi su una pubblicazione un po’ diversa. Da grande appassionato di illustrazioni aveva deciso di riunire i tre racconti in un unico testo ma di farlo arricchire da alcune immagini. Gary Gianni, a cui era stata affidato l’incarico, si appassionava a tal punto all’opera su cui stava lavorando da decidere di fare ben più di quanto gli era stato chiesto. In diciotto mesi ha realizzato 160 tavole, da piccole illustrazioni che affiancano il testo a immagini a tutta pagina, ottenendo per le sue opere i complimenti dello stesso Martin. Il volume, disponibile in questa versione in lingua originale già dallo scorso anno, è appena arrivato nelle nostre librerie, negli stessi giorni in cui negli Stati Uniti è arrivata in libreria l’edizione illustrata di A Game of Thrones. In quel volume al fianco ai nomi di Donato Giancola, Michael Komarck, Ted Nasmith, John Picacio, Marc Simonetti, Magali Villeneuve e altri si trova anche quello di Gary Gianni, autore di due tavole. Lo comprerò? Questo solo il tempo può dirlo…

Come Le cronache del ghiaccio e del fuoco sono ben lontane dall’essere concluse, con Martin impegnato nella scrittura del sesto romanzo, The Winds of Winter, anche le storie del cavaliere errante non sono ancora giunte alla fine. Un quarto racconto, The She-Wolf of Winterfell, incentrato sul viaggio di Dunk e del suo scudiero nel Nord, avrebbe dovuto essere pubblicato nell’antologia Dangerous Women, tradotta anche in Italia. All’epoca della pubblicazione di Dangerous Women, però, Martin non aveva ancora terminato il racconto, al cui completamento ha deciso di dedicarsi dopo la pubblicazione di The Winds of Winter. Per questo ha preferito inserire nell’antologia un altro testo che aveva già terminato, La principessa e la regina, ovvero i Neri e i Verdi. Martin ha già iniziato anche un quinto racconto ambientato nelle terre dei Fiumi Gemelli, The Village Hero, ma anche il completament odi questo racconto è stato posticipato. Di altre storie, The Sellsword, The Champion, The Kingsguard e The Lord Commander, lo scrittore ha solo fornito un titolo ipotetico spiegando di avere molte idee e annotazioni e di voler narrare l’intera vita dei suoi personaggi. In libro contiene anche una breve postfazione di Martin. Avrei voluto pubblicarla ma non avendo avuto l’ok della casa editrice – mi hanno detto che mi avrebbero fatto sapere, per un semplice sì o no stanno dimostrando di avere tempi anche più lunghi di quelli di Martin – ho lasciato stare. Peccato, voi vi siete persi quella mezza paginetta, ma avete sempre un modo per rimediare: comprate la versione illustrata di Il cavaliere dei Sette Regni. Da quel rapido sguardo che gli ho dato fino a questo momento ne vale davvero la pena.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in freschi di stampa, George R.R. Martin e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...