La grande caccia di Robert Jordan. Capitoli 31 e 32

Rilettura di La grande caccia di Robert Jordan, spoiler su tutta La Ruota del Tempo.

31: Sulla pista

Rand, Loal e Hurin si riuniscono agli altri, ora guidati da Verin. E perché no? Lei è un’Aes Sedai, e non un’Aes sedai qualunque. I nostri eroi comunque stanno cambiando, sono molto più sicuri di sé, e se ne rendono conto pure loro. Il Daes dae’mar qui si dimostra utile almeno per un motivo, fornisce a Rand un facile accesso alla dimora di Barthanes. La riunione si chiude con qualche informazione sui Choedan Kal:

Le due statue devono essere usate all’unisono per ottenere l’unico Potere sufficiente a Fratturare il Mondo – così funzionava nell’Epoca Leggendaria; un uomo e una donna che lavoravano insieme erano sempre dieci volte più forti di quando erano separati – e quale Aes Sedai oggi aiuterebbe un uomo che può incanalare? Una da sola sarebbe sufficiente, ma mi vengono in mente poche donne forti abbastanza da sopravvivere al flusso della statua nel Tremalking. L’Amyrlin, naturalmente. Moiraine, ed Elaida. Forse un altro paio. E tre ragazze che sono ancora in fase di addestramento. Per quanto riguarda Logain, gli ci sarebbe voluta tutta la sua forza solo per non essere ridotto in cenere. No, Ingtar, non credo che tu ti debba preoccupare. Almeno non fino a quando il vero Drago Rinato si proclamerà, e allora avremo tutti di che preoccuparci.

Forza delle Aes Sedai: Siuan Sanche 13 (1 della vecchia scala), Moiraine 13 (1), Elaida 13 (1), Romanda 13 (1), Lelaine 13 (1). Appena più deboli, 14 (2) sono Sheriam, Liandrin, Galina e Leane, tre su quattro Nere. Che allegria! Escludendo coloro che Verin non poteva conoscere, più forti di queste ci sono solo Elayne ed Egwene, 8 (+5), Cadsuane, 5 (+8) e Nynaeve, 3 (+10). Anche Verin comunque non è malaccio, la sua forza è 17 (5), con nessuna che ha una forza di 15 (3) o 16 (4).

32: Parole pericolose

Andiamo a casa di Barthanes e chiacchieriamo, il titolo lo dice chiaramente, anche se non possiamo fare a meno di notare che

il gatto attraversa il cortile.

Sì, l’ho fatto di nuovo. Comunque qui il Daes dae’mar, è divertente, con conversazioni quanto meno ambigue. Gli inviti non avevano senso, gli scambi verbali sì.

«Questi occhi. Questi capelli. Ho sentito dire che la stirpe reale di Andor ha quasi i colori degli Aiel per i capelli e gli occhi.»

Rand inciampò anche se il pavimento era di marmo lucido e piano. «Io non sono un Aiel, Lord Barthanes, e non appartengo nemmeno alla stirpe reale.»

La cosa buffa è che Rand è convinto di dire il vero, ma chi ha ragione è Barthanes: Rand è mezzo Aiel e appartiene alla stirpe reale di Andor. In mezzo alla confusione rivediamo Thom e incontriamo per la prima volta Breane Taborwin. La conosceremo molto meglio più avanti, durante la lunga fuga di Morgase in compagnia di un ristretto gruppo di persone: Lini, Tallanvor, Basel Gill e, appunto, Breane. Rand si sgancia dal gruppo grazie alla comoda scusa della caduta di Mat e io sono costretta a chiudere anche stavolta troppo presto per mancanza di tempo.

Questa voce è stata pubblicata in citazioni, Robert Jordan rilettura e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...