George R.R. Martin oltre Il trono di spade

Partiamo dall’inizio: George R.R. Martin non ha scritto Il trono di spade. Lui ha scritto per Il trono di spade, cosa ben diversa. Il trono di spade è una serie televisiva creata da David Benioff e D.B. Weiss sulla base di Le cronache del ghiaccio e del fuoco di George R.R. Martin. È questo il titolo con cui è stata tradotta la saga, a partire dal 1999, dall’originario A Song of Ace and Fire. A Game of Thrones, diventato per la televisione Game of Thrones, senza articolo, è il titolo del primo romanzo, mentre in italiano Il trono di spade, quello firmato da Martin, è la prima metà del primo romanzo. Per Il trono di spade televisivo Martin ha scritto solo la sceneggiatura dell’ottavo episodio della prima stagione, la nona della seconda, la settima della terza e la seconda della quarta, poi basta. Si è fermato, anche se Benioff e Weiss hanno realizzato altre due stagioni, perché lui ha un romanzo intitolato The Winds of Winter da scrivere ed è decisamente in ritardo nella tabella di marcia. Ammesso che Martin abbia una tabella di marcia.

I romanzi sono nati prima, a partire dal 1996, la notorietà presso un pubblico di non amanti di fantasy è arrivata dopo, a partire dal 2011, anno della trasmissione della prima stagione della serie televisiva. E se è vero che i film o le serie televisive aumentano sempre le vendite delle opere da cui sono basati, con Martin questo è avvenuto in modo molto più forte rispetto a quanto non avvenga normalmente. Per anni i suoi romanzi sono stati nelle classifiche dei bestseller, anche in Italia.

Quali romanzi? Le cronache del ghiaccio e del fuoco, ovviamente, anche se nell’ultima edizione della saga pubblicata da Mondadori il titolo originale è sparito per essere sostituito da quello televisivo, di più facile richiamo per il pubblico. I romanzi che fanno parte della saga di George R.R. Martin fino a questo momento sono cinque, anche se in vendita in Italia esiste anche una versione in dodici volumi. Questo perché i vari romanzi sono stati tradotti originariamente suddividendoli in due o tre parti. Questi i titoli:

A Game of Thrones, diventato Il trono di spade e Il grande inverno;

A Clash of Kings, diventato Il regno dei lupi e La regina dei draghi;

A Storm of Swords, diventato Tempesta di spade, I fiumi della guerra e Il portale delle tenebre;

A Feast for Crows, diventato Il dominio della regina e L’ombra della profezia;

A Dance with Dragons, diventato I guerrieri del ghiaccio, I fuochi di Valyria e La danza dei draghi.

Attualmente Martin sta scrivendo il sesto romanzo, The Winds of Winter, poi dovrebbe concludere la saga con il settimo, A Dream of Spring. Dico dovrebbe perché non è detto che la saga non si allunghi, in fondo all’inizio questa era stata progettata come una trilogia, diventata poi una tetralogia, trasformatasi quindi in due trilogie strettamente collegate. Il progetto attuale è figlio di una serie di ristrutturazioni interne di Martin, il quale si è reso conto di avere da scrivere molto di più di quanto non avesse pensato in un primo momento. Visti i precedenti possiamo davvero escludere che non cambierà idea di nuovo?

La serie televisiva è andata più avanti rispetto ai romanzi. Di quanto non lo so, non la sto più seguendo, anche se qualche piccolo spoiler mi è arrivato (e non me ne servono di grandi, grazie, nel caso qualcuno avesse il dubbio). So qualcosa di quanto avverrà in The Winds of Winter perché ho letto i capitoli che sono stati pubblicati in rete, e immagino determinate cose – Jacopo mi ha detto di essere rimasto stupito per quante cose gli avevo detto in anticipo che sarebbero avvenute, anche se nei romanzi non sono ancora avvenute – perché sono anni che leggo i romanzi e perché a seconda del tempo che ho a disposizione partecipo a forum e leggo articoli dedicati ai romanzi. Ai romanzi, non alla serie televisiva. Della mamma di Jon Snow ho parlato su questo blog in un paio di occasioni anni fa (https://librolandia.wordpress.com/2012/10/23/sulla-mamma-di-jon-snow/ e https://librolandia.wordpress.com/2013/05/10/il-trono-di-spade-e-la-mamma-di-jon-snow/), altri argomenti li ho comunque trattati qui. Per trovarli basta cliccare sul nome di George R.R. Martin fra le categorie e armarsi di tanta pazienza perché gli articoli sono molti. L’ho fatto, ho potuto farlo, perché leggo i romanzi, ma se la vendita dei romanzi si è alzata in modo esponenziale in questi ultimi sei anni, è perché molte altre persone hanno scoperto il mondo creato da Martin attraverso la serie televisiva e poi hanno deciso di leggere le parole scritte da Martin. Chi lo ha fatto sa quanto la storia narrata dai romanzi sia più ricca di quella narrata in televisione, anche se magari è esasperato per i tempi di scrittura di Martin. Ma Martin non ha scritto solo Le cronache del ghiaccio e del fuoco, anche se le altre sue opere non hanno venduto più di tanto. Ed è un peccato, perché Martin sa scrivere.

Vediamo allora cos’altro ha scritto.

Il cavaliere dei Sette Regni. Raccolta di tre lunghi racconti ambientati nel continente di Westeros, quindi sempre nel mondo di Le cronache del ghiaccio e del fuoco, ma una novantina di anni prima rispetto alla saga principale. Il regno è in pace e il tono è più leggero, anche se non si può dire che per il cavaliere errante Dunk e per il suo scudiero le cose siano facili. Al momento è in commercio la versione economica, in autunno sarà pubblicata quella illustrata. La mia recensione: https://librolandia.wordpress.com/2014/07/08/george-r-r-martin-il-cavaliere-dei-sette-regni/

Il mondo del ghiaccio e del fuoco. La storia ufficiale di Westeros e del Trono di spade, scritto insieme a Elio M. Garcia e Linda Antonsson. Si tratta di un finto libro di storia illustrato, scritto da un immaginario maestro che vive nei Sette Regni. Dato che il fittizio autore del libro vive nel mondo di cui narra il libro contiene imprecisioni e leccate di culo al potente di turno, ed è strutturato in modo da non narrare nulla degli eventi futuri della saga, ma per chi la ama è divertentissimo da leggere e ricco di informazioni. E poi è magnificamente illustrato. Lo stile somiglia più a quello di un saggio di storia che a quello di un romanzo, caratteristica dovuta al fatto che un altro stile avrebbe richiesto un tempo di scrittura molto maggiore, e Martin non ha quel tempo, non ora. Nonostante questo non si può non ammirare la ricchezza della sua immaginazione, e non restare affascinati dalle infinite storie contenute in questo libro. La mia recensione: https://librolandia.wordpress.com/2014/12/18/george-r-r-martin-elio-garcia-e-linda-antonsson-il-mondo-del-ghiaccio-e-del-fuoco/

La principessa e la regina e altre storie di donne pericolose. Questa è un’antologia di racconti curata da Martin e dal suo amico Gardner Dozois. Di Martin c’è solo il primo racconto, La principessa e la regina, lungo un centinaio di pagine. Lo stile è lo stesso di Il mondo del ghiaccio e del fuoco, e alcuni dettagli di questa storia, ambientata circa 200 anni prima degli eventi della saga, si trovano proprio nell’enciclopedia, ma qui è tutto molto più sviluppato, ed è meraviglioso. E quello di Martin non è neppure il racconto più bello fra quelli compresi nell’antologia. Le mie impressioni: https://librolandia.wordpress.com/2015/02/18/george-r-r-martin-e-gardner-dozois-la-principessa-e-la-regina-e-altre-storie-di-donne-pericolose/

In fondo il buio. Romanzo di fantascienza scritto da Martin nel 1977. La trama è avventurosa, con un pianeta destinato a diventare inabitato che diventa teatro di una spietata caccia all’uomo. Quello che era notevole, già allora, era la capacità di Martin di caratterizzare i personaggi e la cultura particolare a cui appartengono. Alcuni commenti: https://librolandia.wordpress.com/2014/09/07/george-r-r-martin-in-fondo-il-buio/

Il pianeta dei venti. Sono tre racconti di fantascienza scritti insieme a Lisa Tuttle aventi la medesima protagonista. Il libro si basa su un antico sogno del genere umano: e se volare fosse possibile? Alcuni commenti: https://librolandia.wordpress.com/2016/04/16/george-r-r-martin-e-lisa-tuttle-il-pianeta-dei-venti/

Il battello del delirio. Vampiri + battelli fluviali per una storia d’horror, il romanzo di maggiore successo di Martin prima di Le cronache del ghiaccio e del fuoco. Bello, scritto come sempre benissimo, anche se in alcuni punti avevo paura ad andare avanti. Però ero curiosa, e infatti sono arrivata alla fine e sono contenta di averlo fatto. Non l’ho mai commentato, anche perché l’ho letto prima di aprire il blog. La recensione di Cristina Donati per FantasyMagazine: http://www.fantasymagazine.it/11856/il-battello-del-delirio-george-rr-martin

Armageddon Rag. Musica rock innestata su una trama gialla con qualche puntata nel paranormale. Romanzo bellissimo che fa capire un’epoca e che ha alcune pagine da brividi non per scene agghiaccianti ma per come viene sviscerato l’animo umano, che a livello commerciale è stato un fiasco totale. Se dovete leggere un solo libro di Martin leggete questo. La mia recensione: https://librolandia.wordpress.com/2013/06/09/george-r-r-martin-armageddon-rag/

Il viaggio di Tuf. Racconti di fantascienza a tema ingegneria genetica. Tuf viaggia fra un pianeta e l’altro risolvendo problemi ecologici. I miei commenti: https://librolandia.wordpress.com/2013/11/17/george-r-r-martin-il-viaggio-di-tuf/

Wild Cards. Serie di antologie e romanzi multiautore con protagonisti supereroi e personaggi grottescamente deformi per colpa di un virus alieno. Sono stati tradotti i primi nove libri, ma al momento la serie è stata sospesa. La lettura può essere interrotta senza problemi, avendo comunque una storia completa, dopo il primo, il terzo, il sesto, il settimo e, credo, il decimo. Io mi sono fermata all’ottavo: i primi sette libri mi erano piaciuti, fatto salvo qualche momento di disgusto provato verso personaggi particolarmente… disgustosi, l’ottavo no, e quindi ho interrotto la lettura. Un mio articolo sull’origine della serie: http://www.fantasymagazine.it/13527/un-invasione-di-wild-cards. La recensione del primo libro della serie (sul blog potete trovare qualche commento anche sugli altri volumi) https://librolandia.wordpress.com/2011/12/04/george-r-r-martin-wild-cards-lorigine/

Fuga impossibile. Romanzo di fantascienza scritto insieme a Gardner Dozois e Daniel Abraham. Non ho mai commentato neppure questo libro. Mi è piaciuto, ma non è da qui che inizierei la lettura di Martin.

Il drago di ghiaccio. L’unica storia per bambini scritta da Martin. Se comprate il libro fra la versione economica e quella illustrata da Luis Royo scegliete quest’ultima, i disegni sono meravigliosi. Volete la prova? Guardate le immagini che corredano quest’articolo: https://librolandia.wordpress.com/2014/11/11/george-r-r-martin-e-luis-royo-the-ice-dragon/

I racconti. Di volumi ne esistono parecchi: Le torri di cenere, I re di sabbia, due volumi intitolati I canti del sogno sia in versione Omnibus (rilegato con sovraccoperta, prezzo lievemente inferiore ai 20,00 €) sia in versione Oscar deluxe (pelle di drago, copertina rigida senza sovraccoperta, prezzo 25,00 €). Potendo scegliere io comprerei solo i due volumi in versione Oscar deluxe, è l’unico modo per avere tutta la traduzione dell’antologia di Martin Dreamsongs, brani autobiografici compresi, ed è il sistema migliore per avere tutti i racconti senza spendere un capitale, visto che l’unica altra soluzione per averli tutti (ma senza i brani autobiografici) comporta l’acquisto di ben sette libri. Per sapere cosa contengono i vari libri vi rimando a un altro articolo: http://www.fantasymagazine.it/25490/i-canti-del-sogno-volume-1-e-volume-2. Quell’articolo comprende anche i link alle recensioni di Le torri di cenere e del secondo volume (vecchia versione) di I canti del sogno.

Vi piace Il trono di spade? leggete Le cronache del ghiaccio e del fuoco, sono molto meglio. Vi piacciono Le cronache del ghiaccio e del fuoco? Leggete qualcos’altro di Martin, quasi certamente non ve ne pentirete.

Questa voce è stata pubblicata in George R.R. Martin e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a George R.R. Martin oltre Il trono di spade

  1. Simone Fileni ha detto:

    Dal punto di vista editoriale voler guadagnare è lecito, qui però esagerano con Le Cronache De Ghiaccio E Del Fuoco facendo 6 edizioni per lo stesso prodotto (3 edizioni spezzettate, una rilegata e 2 economiche e 3 integrali allo stesso modo).

    • Io non vedo nessun problema nel fatto che abbiano realizzato così tante versioni. Il lettore ne compra una, non deve mica comprarle tutte. L’esagerazione è stata la scelta di dividere terzo e quinto romanzo in ben tre parti, per il resto la moltiplicazione delle edizioni non crea problemi al lettore. E le ultime edizioni, la versione in dodici volumi nella collana Oscar Fantastica e quella integrale nella Oscar Absolute, vanno a sostituire le precedenti, non ad affiancarle. I nuovi libri non saranno pubblicati né nella collana Oscar bestsellers né nella Oscar grandi bestseller. Per i lettori costretti al cambio di grafica non è piacevole, ma gli editori hanno sempre fatto cambi di grafica e passaggi di collane, questa consuetudine non è un’esclusiva di Mondadori e non riguarda il solo Martin.

  2. viò ha detto:

    Grazie per questo articolo che mi aiuta a fare ordine nella produzione di Martin.
    a breve ibs riceverà un bell’ordine contenente alcuni di titoli che citi qui🙂

    • Prego. A volte mi stupisco di quanto sia forte la differenza nelle vendite dei vari titoli di uno stesso autore. Non tutte le opere riescono altrettanto bene, è vero, ma quando la differenza è eccessiva ho il sospetto che siano intervenuti altri fattori, come la scarsa conoscenza dei titoli che vendono meno. Ho scritto proprio per questo, per farli conoscere un po’ di più.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...