Novità di giugno 2016 – prima parte

 

Ray Bradbury, Fahrenheit 451, Mondadori, 12,00 €

Ennesima edizione economica. La quarta di copertina:

“Questo è un libro che ci mette in guardia. Ci ricorda che ciò che abbiamo è prezioso, e che a volte diamo per scontato proprio quello a cui teniamo. Quando l’ho riletto da adolescente, ‘Fahrenheit 451’ era diventato un testo sulla libertà, sulla capacità di pensare con la propria testa. Parlava di fare tesoro dei libri e delle voci di dissenso che si esprimevano al loro interno. Di come noi esseri umani cominciamo col mettere al rogo i libri e finiamo col mettere al rogo le persone.” (dalla prefazione di Neil Gaiman) Età di lettura: da 12 anni.

 

 

William King, Illidan. World of Warcraft, Mondadori, 17,90 €

La quarta di copertina:

Millenni or sono, l’Elfo della Notte Illidan Grantempesta si infiltrò nella Legione Infuocata, nemica giurata del suo popolo. In questo modo, fingendosi alleato dei Demoni, riuscì a scongiurare l’invasione di Azeroth. Al termine della guerra, però, il suo popolo, invece di acclamarlo come un eroe, mise in dubbio le sue intenzioni e lo chiamò il “Traditore”. Calunniato e sepolto vivo in una tetra prigione per diecimila anni, Illidan non ha mai dimenticato il torto subito, e il desiderio di vendetta non l’ha mai abbandonato. Ora che la Legione è tornata a minacciare il suo mondo, egli è l’unico campione in grado di affrontarla. Per questo, coloro che lo avevano condannato all’isolamento si trovano costretti a chiedere il suo aiuto. Finalmente libero, Illidan si prepara per lo scontro finale nelle Terre Esterne, alla guida di un esercito di Vilorchi, Naga, Elfi del Sangue e Cacciatori di Demoni. Eppure, oggi come un tempo, continua a essere perseguitato da chi legge nei suoi piani una ricerca cinica di potere, prima tra tutti la Custode Maiev Cantombroso. La sua ex carceriera, infatti, non si fida ancora di lui: lo inseguirà nelle Terre Esterne e non avrà requie finché il Traditore non sarà di nuovo sotto la sua custodia… o in una tomba.

 

 

George R.R. Martin, Il trono di spade. Il trono di spade e Il grande inverno, Mondadori, 16,50 €

I primi due romanzi di Le cronache del ghiaccio e del fuoco (oltre a questo c’è Il regno dei lupi e La regina dei draghi) sono stati appena ripubblicati nella nuova collana Absolute. Di fatto al di là di minime differenze nella copertina questi libri non hanno nulla di diverso dalle precedenti edizioni nella collana Oscar Grandi bestseller, semplicemente Mondadori sta facendo quello che aveva anticipato a me e a diverse altre persone all’inizio di aprile: sta sostituendo le vecchie edizioni dei libri con quelle nuove, ma a livello di testo non cambia nulla: https://librolandia.wordpress.com/2016/05/25/a-proposito-di-oscar-fantastica-1/. Suppongo che gli altri tre romanzi arriveranno in un futuro non troppo lontano.

La quarta di copertina:

In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L’ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all’ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all’estremo Nord, la Barriera – una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei – sembra vacillare. Si dice che gli Estranei siano scomparsi da secoli. Ma se è vero, chi sono allora quegli esseri con gli occhi così azzurri e gelidi, nascosti tra le ombre delle foreste, che rubano la vita, o il senno, a chi ha la mala sorte di incontrarli? La fine della lunga estate è vicina, l’inverno sta arrivando: solo un nuovo prodigio potrà squarciare le tenebre. Intrighi e rivalità, guerre e omicidi, amori e tradimenti, si intrecciano nel primo volume della saga delle “Cronache del ghiaccio e del fuoco”.

Un estratto: http://leggere.librimondadori.it/george-r-r-martin-il-trono-di-spade-1-il-trono-di-spade-il-grande-inverno/

 

 

Rick Riordan, Il ladro di fulmini. Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo, Mondadori, 11,00 €

Come già detto con Martin, si tratta semplicemente della già annunciata riedizione dei libri con copertina e carta lievemente diversi. Nel caso di Riordan sono stati ripubblicati tutti e cinque i romanzi che compongono la saga Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo.

La quarta di copertina:

Percy Jackson non sapeva di essere destinato a grandi imprese prima di vedere la professoressa di matematica trasformarsi in una Furia per tentare di ucciderlo. Le creature della mitologia greca e gli dei dell’Olimpo, in realtà, non sono scomparsi ma si sono semplicemente trasferiti a New York, più vivi e litigiosi di prima. Tanto che l’ultimo dei loro bisticci rischia di trascinare il mondo nel caos: qualcuno ha rubato la Folgore di Zeus, e qualcuno dovrà ritrovarla entro dieci giorni. Sarà proprio Percy a dover indagare sull’innocenza di Poseidone, dio del mare e padre perduto, che l’ha generato con una donna mortale facendo di lui un semidio. Nuove gesta e antichi nemici lo aspettano, e non saranno solo lo sguardo di Medusa e i capricci degli dei ad ostacolare la ricerca della preziosa refurtiva, ma le parole dell’Oracolo e il suo oscuro verdetto: un amico tradirà, e il suo gesto potrebbe essere fatale… Età di lettura: da 12 anni.

 

 

Jean-Christophe Rufin, Globalia, E/O, 19,00 €

La quarta di copertina:

Magistralmente scritto da Jean-Christophe Rufin, autore dell’Uomo dei sogni, nella migliore tradizione della fantascienza, il libro ha diritto a un posto sul podio insieme ai classici del genere quali 1984 di Orwell e Il mondo nuovo di Huxley. Avvincente, ironico, amaro, sognante.

In un futuro prossimo, così prossimo da apparirci verosimile in maniera preoccupante, il pianeta è un unico grande stato in cui vige la democrazia perfetta: Globalia. A Globalia non c’è più povertà, non ci sono guerre, c’è totale libertà di opinione, la medicina ha fatto tali progressi che la vita umana sfida i secoli e la tecnologia è talmente progredita che non c’è più nemmeno il brutto tempo! È come se Globalia si fosse isolata dai problemi che affliggono il mondo ordinario. E l’isolamento è concreto, oltre che metaforico, perché i suoi territori sono protetti da gigantesche cupole di vetro che la separano da tutto il resto. Il resto sono le non-zone, i territori che Globalia non ha ritenuto opportuno inglobare e che, lasciati a se stessi e precipitati nel degrado, sono abitati da un’umanità regredita alla barbarie, un’umanità violenta, diffidente, brutale.

A tenere le fila di un sistema che apparentemente tutela l’individuo, ma in realtà lo controlla in maniera ossessiva, è un ristretto pool di magnati ultracentenari guidati da Ron Altman, da cui dipendono tutte le fonti di energia. A sfidare quella finta perfezione penseranno Baikal e Kate, due dei rarissimi giovani rimasti in quel mondo popolato da vegliardi, con un avventuroso tentativo di evasione che li porterà a confrontarsi direttamente con Ron Altman in una rocambolesca successione di colpi di scena.

 

Questa voce è stata pubblicata in anteprima, freschi di stampa e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...