Novità di maggio 2016 – quarta parte

 

Victoria Aveyard, Spada di vetro, Mondadori, 19,90 €

La quarta di copertina:

Il suo sangue è rosso – come quello della gente comune – ma lo straordinario potere di controllare i fulmini, che nessun Argenteo possiede, rende Mare Barrow un’arma sulla quale il Palazzo vorrebbe riuscire a mettere le mani. Tutta la corte la considera un’eccezione, ma non appena Mare riesce a sfuggire a Maven, il principe – e prima ancora l’amico – che l’ha tradita, scopre una verità sconvolgente: lei non è affatto un’eccezione. Perché di giovani Rossi e Argentei ne esistono molti altri. Inseguita da Maven, diventato un sovrano crudele e vendicativo, Mare fa di tutto per trovare e reclutare altri guerrieri Novisangue che si uniscano alla lotta dei ribelli contro il re oppressore. Nel farlo, però, entra in un territorio molto pericoloso, dove rischia di diventare proprio come i mostri che sta cercando di sconfiggere. Riuscirà a sopportare il peso delle vite che dovranno essere spezzate durante la ribellione? O la slealtà e il tradimento subiti l’avranno indurita per sempre? Nel secondo elettrizzante romanzo di Victoria Aveyard, la lotta dell’esercito ribelle contro un mondo ingiusto, dove è considerato normale segregare le persone in base al colore del loro sangue, costringerà Mare ad affrontare il lato oscuro che piano piano si è fatto largo nel suo animo.

 

 

Kristin Cashore, Bitterblue, De Agostini, 12,90 €

Edizione economica. La quarta di copertina:

Sono passati otto anni da quando la principessa Bitterblue e il suo popolo sono stati salvati dai piani diabolici di suo padre Leck. Ora il regno è in pace, anche se il ricordo dell’ex sovrano, psicopatico e violento, è ancora vivo. Curiosa di conoscere cosa accade oltre le mura del castello, Bitterblue scappa, scoprendo ben presto che il solo modo di superare 35 anni di vessazioni è quello di rivangare e rielaborare il passato. Due ladri, che hanno giurato di rubare solo ai malfattori, cambieranno per sempre la sua vita, perché possiedono la chiave per svelare la verità sul regno di Leck. E uno di loro, un Graceling, potrebbe avere anche la chiave per il suo cuore. Età di lettura: da 12 anni

 

 

James Dashner, Maze Runner. La fuga. Vol. 2, Fanucci, 9,90 €

Edizione economica. La quarta d icopertina:

Il Labirinto e i viscidi Dolenti sono ben poca cosa se paragonati alla lunga marcia che la malefica organizzazione denominata C.A.T.T.I.V.O. ha pianificato per i pochi sopravvissuti che tiene prigionieri, i Radurai, attraverso la Zona Bruciata. La squallida landa inaridita da un sole accecante è sferzata da tempeste di fulmini, e popolata da esseri umani che l’Eruzione, il temibile morbo che rende folli, ha ridotto a zombi assetati di sangue. Nelle due settimane in cui dovranno percorrere i centocinquanta chilometri che li separano dal porto sicuro, la loro meta, tra cunicoli sotterranei infestati da sfere metalliche affamate di teste umane e creature senza volto dagli artigli letali, i Radurai dovranno dar prova del loro coraggio e dar voce al loro istinto di sopravvivenza. In questo scenario di desolazione, superando le insidie di città fatiscenti e foreste rase al suolo, il viaggio verso il luogo misterioso in cui potranno ottenere la cura che salverà loro stessi e il mondo diventerà per Thomas, Brenda, Minho e gli altri un percorso di scoperta del proprio mondo interiore, del limite oltre il quale è possibile spingere le proprie paure.

 

 

James Dashner, Maze Runner. La rivelazione. Vol. 3, Fanucci, 9,90 €

Edizione economica. La quarta di copertina:

Thomas sa di non potersi fidare delle menti malvagie che fanno parte della C.A.T.T.I.V.O., l’organizzazione che continua a tenere sotto scacco lui e gli altri Radurai, i sopravvissuti al Labirinto. Il tempo delle menzogne è finito, gli ripetono, i loro ricordi sono stati ripristinati e le tremende Prove cui sono stati sottoposti sono terminate. Sostengono di aver raccolto tutti i dati di cui avevano bisogno, ma di dover fare ancora affidamento su di loro per un’ultima missione: tocca ai Radurai trovare una cura per l’Eruzione, lo spietato morbo che conduce alla follia. Ma accade qualcosa che nessuno degli uomini della C.A.T.T.I.V.O. poteva prevedere: i ricordi di Thomas si spingono molto più lontano di quanto possano anche solo sospettare, fino alla verità. Il ragazzo adesso ha la conferma: non può credere a una sola parola di quello che dicono. E i suoi ricordi gli rivelano che dovrà fare molta attenzione, se vuole sopravvivere, perché la verità è più pericolosa della menzogna.

 

 

James Dashner, Maze Runner. La mutazione, Fanucci, 9,90 €

Edizione economica. La quarta di copertina:

Cos’è accaduto prima dei fatti narrati nella trilogia di Maze Runner? Riavvolgiamo il nastro. Prima che i potenti della terra costituissero la C.A.T.T.I.V.O., prima che si formasse la Radura, prima che Thomas entrasse nel Labirinto, una serie di tempeste solari ha messo in ginocchio l’umanità. La mutazione è la storia di questa caduta. Mark e Trina vivono in un polveroso insediamento, insieme ad altri sopravvissuti all’apocalisse solare. Sono passati anni dalla catastrofe, eppure gli incubi di Mark sono ancora popolati dalle immagini delle devastazioni e dai volti dei familiari che ha perduto. Ma il peggio deve ancora venire. Un giorno, un enorme aeromobile appare nei cieli sopra l’insediamento e scarica sui superstiti emersi dai rifugi una pioggia di mefitiche frecce portatrici di un morbo letale. La maggior parte degli sventurati muore all’istante, gli altri, i più sfortunati, sperimenteranno gli effetti della malattia, che porta alla follia e rende aggressivi. Sembra non esserci più scampo per nessuno, ogni esistenza è ormai priva di valore, ma forse Mark e Trina possono far risorgere il mondo dalle proprie ceneri. Dopotutto, la fine è solo l’inizio. Eppure, per poter ricominciare, dovranno prima di ogni altra cosa rimanere in vita…

 

 

James Dashner, Virtnet Runner. Il gioco della vita, Fanucci, 14,90 €

La quarta di copertina:

Per Michael e i suoi amici è il momento della resa dei conti all’interno del VirtNet. Il gioco a cui stava giocando è oramai diventato più reale di qualsiasi realtà. Solo poche settimane prima, percorrere il Sentiero ha significato per loro vivere un’esperienza virtuale, indotta, per alcuni aspetti addirittura divertente. Il VirtNet, con la sua combinazione di tecnologia avveniristica e sofisticati programmi di gaming, li ha però avviluppati in un’oppressiva e ineludibile riproduzione del reale, e ora Michael sa che è la sua stessa vita a essere a rischio: il VirtNet si è manifestato come il mondo delle estreme conseguenze, e il gioco sta per finire. Kaine e i Tangenti, i programmi di intelligenza artificiale che professano la Dottrina della Mortalità, il piano visionario che ne guida le azioni, stanno per realizzare il loro disegno. Se ciò dovesse succedere, il mondo cadrebbe sotto una spietata ciberdominazione. Solo Michael è in grado di scongiurare questo pericolo, ma a patto di conoscere veramente gli scopi di chi gli sta attorno.

Il terzo e ultimo capitolo di una trilogia indimenticabile, che getta una luce torva e allo stesso tempo rivelatrice sull’ingerenza del digitale nelle nostre esistenze.

 

 

Ernst T. Hoffmann, Il piccolo Zaccheo detto Cinabro, Nottetempo, 19,00 €

La quarta di copertina:

“Quello che, a prima vista, si sarebbe potuto benissimo scambiare per un pezzetto di legno tutto contorto e cartilaginoso era, in effetti, un bimbo deforme, alto si e no due spanne. Il mostriciattolo si rotolava sull’erba mugolando. Aveva la testa incassata fra le spalle, una gibbosità cucurbitacea al posto della schiena e due gambette sottili come verghe di nocciolo; sembrava, insomma, un radicchio tagliato in due…” Chi può salvare dal suo destino un essere cosi mostruoso e infelice? Solo una fata un po’ avventata, che crede nel potere dello scambio… Comincia così una fiaba meravigliosa, che mette in scena un personaggio che percorrerà la letteratura, da Dostoevskij ad Anna Maria Ortese. E ci avvicina piano piano, con agilità e leggerezza, alle paure e ai desideri più riposti del nostro cuore… Dopo averla letta, tante figure intorno a noi, che guardiamo con stupore, chiedendoci che cosa mai la gente veda in loro, sembreranno ricordarci qualcosa… Nel secondo volume della collana “Luce mediterranea”, la favola del piccolo Zaccheo di E.T.A. Hoffmann dialoga con le illustrazioni di Steffen Faust, in un incantesimo a due voci.

 

 


Mats Holm
e Ulf Roosvald, Game, set, match. Borg, Edberg, Wilander e la Svezia del grande tennis, Add editore, 16,00 €

La quarta di copertina:

Tra gli anni Settanta e Novanta il grande tennis parla svedese. Un Paese di appena 8 milioni di abitanti balza ai vertici del tennis mondiale grazie a tre mostri sacri: Björn Borg, Mats Wilander e Stefan Edberg. Borg era entrato nel mondo del tennis inventando il rovescio a due mani. Convocato a soli 15 anni in Coppa Davis, colleziona in pochi anni innumerevoli primati fino alla quinta vittoria consecutiva a Wimbledon contro McEnroe, una delle partite più belle di ogni tempo. È ancora l’unico giocatore ad aver vinto per tre anni consecutivi sia l’Open di Francia sia Wimbledon. Dopo di lui altri due grandi, Wilander ed Edberg, hanno reso la Svezia la regina del tennis occupando a turno il primo posto della classifica Atp. I tre hanno vinto in totale 24 titoli del Grande Slam.
Attraverso racconti, aneddoti e testimonianze su loro e sui grandi tennisti dell’epoca (da Panatta a Nastase, da McEnroe a Connors), il libro ripercorre gli anni d’oro di una nazione in cui il tennis era più di uno sport nazionale: ogni cittadina aveva decine di campi, si organizzavano addirittura tornei all’interno dei singoli condomini. La Svezia aveva saputo preparare il proprio successo investendo nella scuola e nel welfare, mettendo lo sport, e il tennis in particolare, al centro della formazione dei propri cittadini.
Game, Set, Match unisce al racconto della vita dei tre campioni e delle loro partite più celebri quello di una nazione (da molti definita come “socialista, senza i socialisti”) che ha saputo cullare con successo i propri talenti. Un libro di grande tennis, di partite memorabili e di uomini straordinari.
Quanto quella nuova passione imperversasse era evidente dalle partite improvvisate in strada, nei cortili dei caseggiati, davanti ai garage e nei parcheggi. Una volta spostate le macchine, si prendevano le misure e si disegnavano le linee del campo e quando un dritto particolarmente violento colpiva con un tonfo una Saab 99, per un attimo calava il silenzio.

Un estratto: http://www.addeditore.it/catalogo/holm-roosvald-game-set-match/

 

Sophie Jomain, Rivalità. Le stelle di Noss Head. Vol. 2, Fazi, 13,50 €

La quarta di copertina:

Hannah ha finalmente iniziato il primo anno di Storia all’Università di St Andrews. Insieme al suo bellissimo ragazzo Leith, che oltre a essere la sua anima gemella è anche un lupo mannaro, fra lezioni e nuovi amici le giornate scorrono piacevoli e meravigliose. Tuttavia, all’interno del piccolo universo di St Andrews, la confraternita del Cerchio – frequentata da studenti affascinanti e pericolosamente misteriosi – attira subito l’attenzione della ragazza, che ben presto verrà travolta da una rivelazione sconvolgente: i lupi mannari non sono le uniche creature leggendarie ad aver oltrepassato i confini del mito per entrare nella realtà. E così, la storia d’amore di Hannah e Leith, oltre a dover fronteggiare i pregiudizi del Branco, che ritiene di cattivo gusto l’unione di un lupo mannaro con un essere umano, sarà anche minacciata da una vera e propria guerra che sta per scoppiare con altre fazioni, infiammata da contrasti che si trascinano da centinaia di anni.
Con maestria e seduzione, in Rivalità, secondo capitolo della saga Le stelle di Noss Head, Sophie Jomain dà il bentornato al lettore nel magico mondo di Leith e Hannah, ammaliandolo con nuove leggende oscure e creature spettacolari. Un libro sull’amicizia, sull’amore e sul coraggio, da leggere tutto d’un fiato.

 

 

H.P. Lovecraft, Le montagne della follia, Newton Compton, 4,90 €

Nuova edizione economica. La quarta di copertina:

Artista geniale e spietato indagatore del lato oscuro dell’animo umano, Lovecraft è, insieme a Edgar Allan Poe, il padre della narrativa gotica americana, uno degli autori più affascinanti di tutti i tempi. Le Montagne della Follia è il suo romanzo più avventuroso, quello dove il genere dell’orrore trova nella dimensione psicologica il luogo da pervadere con un senso di inquietudine sottile e contagioso. Ambientato in Antartide, racconta le gesta di una spedizione scientifica alle prese con reperti vecchi di milioni di anni; vestigia di un’antichissima civiltà, scomparsa da millenni, custodite da esseri che, giunti sulla Terra dalle profondità del Cosmo, sono tornati alla vita dopo un lungo periodo di ibernazione. Nel sottosuolo antartico, i protagonisti della vicenda vivranno una serie di avventure da incubo, che li spingeranno sull’orlo della pazzia. Lovecraft, mettendo in scena la sua originale visione del Cosmo, tesse una trama avvincente, catapultando il lettore in un mondo visionario e fantastico dominato dalla paura e dall’orrore.

 

 

Antonio Pennacchi, Storia di Karel, Bompiani, 14,00 €

Edizione economica. La quarta di copertina:

La Colonia è un lembo di terra ai confini della galassia. I suoi abitanti, pochi, nel deserto e lontani dal mare, sono costretti a vivere secondo princìpi ferrei. Tutto è regolato da un fantasmagorico potere, invisibile, globale e realissimo, quello della Federazione. Sui giorni e le ore dei coloni aleggia un clima plumbeo talvolta interrotto dai rari e improvvisi quanto fugaci arrivi di un circo. Due divieti assoluti vigono sui coloni: non possono far uso di tabacco e utilizzare petrolio. A spezzare questo clima, a infrangere le due proibizioni, pensano tre bambini in fuga e una donna curiosa e vagheggiante di nostalgia per suo padre. Basterà poco per risvegliare l’ingegnosità, la brama di conquista e di progresso – in realtà mai sopiti del tutto – dei coloni, e il loro desiderio di ribellione. Antonio Pennacchi torna al romanzo con uno sguardo sul futuro che si abbatte impietoso sul nostro presente dimesso e depresso, per lanciare un grido di speranza; e riesce ad animare un mondo fantastico, popolandolo di personaggi indimenticabili, straordinari, malinconici, sognatori, burberi, eccessivi, sempre e comunque troppo umani: dall’intellettuale Karel all’inventore Foost, dal reverendo Jacob alla flessuosa Ursula, da Erika che ha un marito in cerca di miniere perdute a Sophie, che dal marito è stata abbandonata. Storia di Karel ha tutta la sensibilità romantica di Antonio Pennacchi, impiantata in un mondo che rende omaggio ai grandi autori della fantascienza, e non solo.

 

 

Kim Stanley Robinson, Il rosso di Marte, Fanucci, 16,90 €

Nuova edizione. La quarta di copertina:

Per secoli, le aride e desolate lande del pianeta rosso, sferzate da tempeste di sterile sabbia, hanno rappresentato per il genere umano la nuova frontiera della conquista interplanetaria. Ora, nell’anno 2026, un gruppo di cento coloni è pronto a compiere l’impresa: raggiungere Marte e trasformarlo in una nuova Terra. Per alcuni, Marte è la meta ultima di una vita votata alla conoscenza e al coraggio, per altri è solo un’opportunità di arricchimento, per altri ancora è un’imperdibile occasione di progresso nella scienza. I piani della missione prevedono di far orbitare intorno al pianeta enormi specchi che amplifichino la luce del Sole sulla superficie, di cospargere le calotte polari di una polvere scura che catturi il calore e faccia sciogliere il ghiaccio, di costruire tunnel titanici che veicolino gas incandescenti che producano un aumento della temperatura. Eppure, nonostante gli sforzi titanici e le risorse messi in campo, qualcuno sarà disposto a combattere fino alla morte per evitare che Marte diventi qualcosa di diverso da quello che è sempre stato.

Un’avventura irripetibile, il viaggio in un futuro remoto e allo stesso tempo tangibile, verso il limite oltre il quale è impossibile spingersi.

 

 

Emanuele Roncalli, Le città delle fiabe. I luoghi e le storie che hanno ispirato i racconti celebri per l’infanzia, Morellini, 17,90 €

La quarta di copertina:

Fiabe e leggende, per la loro capacità di incantare e far sognare, da sempre attirano e incuriosiscono piccoli e grandi. La fiaba è un viaggio onirico, desta emozioni, stupore, meraviglia. Questo volume nasce dal desiderio di trasformare la fiaba in realtà, di accompagnare all’astrazione del racconto un tour fra luoghi veri, da visitare, da toccare con mano, portando i lettori dentro luoghi fantastici.
Le città delle fiabe – e potremmo aggiungere, con i dovuti distinguo, delle favole – è un viaggio turistico e letterario che fa scoprire le case, i castelli, i boschi, le località dove sono state ambientate celebri pagine della letteratura per l’infanzia e che rivivono grazie a rappresentazioni, musei, festival. Questo lungo itinerario fa tappa nei Paesi di tutta Europa, dove è possibile visitare parchi, esposizioni, monumenti legati ai personaggi delle fiabe: dalla città di Andersen a quella dei fratelli Grimm, dal paese di Collodi a quello della Lindgren, e così via. Ecco dunque il castello della Bella Addormentata, il bosco di Cappuccetto Rosso, il Parco di Pinocchio, la città del Pifferaio magico, quella di Gulliver e del Gatto con gli stivali, per fare solo alcuni esempi. Alcuni capitoli propongono personaggi delle fiabe che i bambini conoscono per essere diventati i beniamini dei loro cartoons. In realtà i protagonisti di alcuni cartoni animati o di film di animazione (Walt Disney docet) – ma non solo – nascono dai testi di una fiaba. In altri casi, la fiaba è diventata un film o una serie televisiva con attori in carne e ossa. Il libro è in definitiva una guida per un viaggio da favola, una vacanza da sogno. Difficile da dimenticare.

 

 

Scarlett Thomas, Che fine ha fatto Mr. Y – PopCo – Il nostro tragico universo, Newton Compton, 9,90 €

La quarta di copertina:

Atmosfere surreali e lisergiche, giovani vite irrisolte e bizzarre, filosofie orientali e mondi paralleli, personaggi stravaganti e indimenticabili. Questi sono solo alcuni degli ingredienti che hanno contribuito all’incredibile successo internazionale di Scarlett Thomas, originalissima voce nuova della letteratura made in Britain. Considerata da Jonathan Coe una scrittrice «sensazionale» e definita da Douglas Coupland – l’autore di Generazione X – «un genio», finalmente grazie a questa raccolta inedita i lettori italiani potranno trovare in un unico volume i suoi romanzi più famosi. Che fine ha fatto Mr Y. è un romanzo che intreccia con risultati avvincenti la suspense di un thriller con le visioni della fantascienza, ma che realizza anche un appassionante cocktail di filosofia, fisica, scienza e letteratura: un nuovo e sorprendente Alice nel paese delle meraviglie. In PopCo, una multinazionale di giocattoli nasconde una complicata macchinazione, tra codici alfanumerici e messaggi criptati… Infine, con Il nostro tragico universo, tra psicologia e tarocchi, filosofia e humour, enigmi buddisti e teoremi di fisica, Scarlett Thomas ci regala un altro travolgente giro di giostra nella migliore letteratura.

Un estratto di PopCo: http://www.newtoncompton.com/libro/popco/popco_estratto.pdf?view

La mia recensione di PopCohttp://www.fantasymagazine.it/10225/popco

Un estratto di Il nostro tragico universo: http://www.newtoncompton.com/libro/il-nostro-tragico-universo/il-nostro-tragico-universo_estratto.pdf?view

 

 

Brandon Sanderson, Il ritmatista, Fanucci, 14,90 €

La quarta di copertina:

Joel ha da sempre una passione per la Ritmatica, la disciplina che consente di infondere vita in entità bidimensionali, semplici linee tracciate con il gesso, e creare creature indipendenti e autonome, i gesseri, in grado di interagire con ciò che li circonda. Ma Joel non è un Ritmatista e non può far altro che guardare con ammirazione e un pizzico d’invidia i giovani eletti che studiano alla sua stessa scuola. I Ritmatisti vengono prescelti da un Maestro dopo una misteriosa cerimonia di iniziazione e sono i soli in grado di contrastare i letali gesseri selvatici, spietate creature deviate che seminano il terrore. Figlio di un’addetta alle pulizie nella scuola, Joel ha la possibilità di osservarli alle prese con l’arte che lui stesso vorrebbe praticare. Quando, all’improvviso, gli studenti iniziano a scomparire uno ad uno, lasciando tracce di sangue, sarà Joel, come assistente del professor Fitch, a indagare su un mistero che sembra risalire alla sinistra Torre del Nebrask, il centro dell’arcipelago delle Isole Unite. Affiancato dalla sua eccentrica amica Melody, Joel arriverà a scoprire una verità che potrebbe cambiare per sempre il destino del mondo.

 

 

Evan Shamoon, The Art of Uncharted. Fine di un ladro. Vol. 4, Multiplayer.it, 24,99 €

La quarta di copertina:

Disegni e concept art mai visti prima, commenti degli sviluppatori, dietro le quinte, tutto il processo di sviluppo di questo gioco: questo artbook è per il vero appassionato della saga.

 

 

Wu Ming 4, Il piccolo regno, Bompiani, 13,00 €

La quarta di copertina:

Inghilterra, anni Trenta. Un’altra estate in campagna, un altro tempo lungo e libero per i tre fratelli Julius, Ariadne, Fedro, e per il cugino, voce narrante di una storia che parla dell’Età d’Oro e della sua fine. È il tempo delle conversazioni con gli animali, delle zuffe coi ragazzi del villaggio, della casa-albero coi suoi tesori, dell’amicizia con l’eroe di guerra Ned, raro esemplare di adulto che sa parlare ai ragazzi. Poi un giorno un’antica tomba viene violata e un fantasma torna ad affliggere i sogni e la veglia del quartetto. Lo spettro ha una vendetta da compiere e lo fa rubando ai ragazzi la loro infanzia, com’è inevitabile. Due gemelli troppo biondi, una tragedia ingiusta, le bugie e i misteri dei grandi sono gli elementi di una stagione decisiva in cui la Gente Bassa scoprirà tutto in una volta il male di vivere. Wu Ming 4 racconta l’estate in cui tutto cambia tenendo il passo delle storie inglesi di cui si nutre da sempre la sua scrittura: ne viene una storia tesa e lucida, essenziale e selvatica come un fiume, un albero, un animale del bosco.

Un estratto: http://www.rizzolilibri.it/wp-content/uploads/2016/03/10/308315/3532959-9788845281129_abstract.pdf

 

 


Edward Augustine Wyke-Smith
, Il meraviglioso mondo degli Snerg, MaBED, 18,70 €

La quarta di copertina:

In un luogo lontano, impossibile da raggiungere con i tradizionali strumenti di navigazione, si trova il mondo degli Snerg, un rifugio per bambini abbandonati che vengono assistiti da premurose tate. L’isola è popolata da una robusta razza di esseri generosi non più alti di un tavolo, appunto gli Snerg. E il loro regno è circondato da una foresta abitata da simpatici orsi. Questo è il contesto dell’avventura che si trovano ad affrontare Joe e Sylvia, due ragazzini che scappano di casa per vivere esperienze nuove ed eccitanti. I due, insieme a Gorbo lo Snerg, si imbatteranno in cavalieri, re e principesse, streghe e orchi che daranno del filo da torcere ai piccoli.

J.R.R. Tolkien, l’autore del Signore degli Anelli, definì questo libro una “fonte” per la scrittura dello Hobbit. Pur essendo un libro del 1927, questa del 2016 è la prima edizione in lingua italiana, che gli appassionati di fantasy e di letteratura tolkieniana non possono farsi mancare nella propria biblioteca. L’edizione è arricchita dalla prefazione curata direttamente dalla Società Tolkieniana Italiana e dalle illustrazioni originali di George Morrow.

Questa voce è stata pubblicata in anteprima, freschi di stampa, tennis e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Novità di maggio 2016 – quarta parte

  1. Matteo ha detto:

    Finalmente qualche uscita degna di nota.
    Oltre a Sanderson, che è un must have, trovo molto interessanti sia “Il piccolo regno” che “Il meraviglioso mondo degli Snerg” (anche se per quest’ultimo vorrei prima degli un’occhiata in libreria, dato che risale agli anni Venti).

    • Ho sfogliato rapidamente il libro di Sanderson ed è ricco di illustrazioni, mi incuriosisce tantissimo. Prima però devo finire di leggere Children of Earth and Sky di Guy Gavriel Kay. Tutto il resto l’ho momentaneamente messo da parte.
      È abbastanza improbabile che tu riesca a dare uno sguardo al Meraviglioso mondo degli Snerg in libreria, considerando che è pubblicato da un editore davvero piccolo mi sa che lo devi comprare a scatola chiusa, e magari anche da internet perché non so se abbia una distribuzione libraria. Io l’ho segnalato perché anche a me è sembrato interessante, ma può davvero essere difficile da trovare.

  2. francescoco ha detto:

    ieri sono passato in libreria e non trovando Sanderson mi sono comprato il primo libro storico di Anthony reiches e The Red. First Light di linda Nagata. OT: ma lo sai che i nuovi Oscar fantastica, pur essendo brossurati, costano quanto i cartonati?? un tempo la Oscar era la collana economica!!

    • Conosco i prezzi. Li scrivo regolarmente negli elenchi di novità che pubblico quindi li leggo. 12,00 € per ciascuno dei dodici Martin, prezzo molto vicino a quello della precedente edizione, 13,00 € per ciascuno degli Shadowhunters, 14,00 € per Omega Days e Batman, ma anche se questi due sono Oscar sono comunque novità e hanno la copertina con alette, che è una copertina più di pregio rispetto al semplice cartoncino degli altri volumi.
      Ormai 12,00-14,00 € per un’edizione economica è diventato normale. Tutto aumenta, è impensabile che il resto dei libri rimanga lo stesso anno dopo anno. Non ci fa piacere, siamo noi che spendiamo di più, ma non ci fa piacere nemmeno l’aumento della bolletta della luce, di un pacco di pasta, dei caselli autostradali, di un paio di pantaloni e via dicendo. I libri si comportano come tutto il resto.

      • francescoco ha detto:

        Scusami Martina, lo so bene che lavoro fai🙂 Volevo solo dire che la collana “Oscar Fantastica sale sempre più di prezzo,: 12 di Martin, 13 Shadowhuinters, 14 do Omega days (comprato, sulla pila di attesa) 15 di red. Speriamo si fermino!

        • Scusami tu, sono stata un po’ troppo secca. Quando stavo scrivendo la risposta mio marito e le mie bimbe sono arrivati a casa, e con loro in circolazione è impossibile scrivere qualcosa di sensato. Per un attimo ho pensato di cancellare tutto e rimandare la risposta a più tardi, poi ho premuto su “send” senza rileggere le mie parole e ho spento il computer.
          Red è un’altra novità, secondo me possiamo aspettarci le ristampe in edizione tascabile a 12-13 euro, le novità a un prezzo superiore, anche se visto che la copertina non è rigida spero che si mantengano su cifre non troppo alte.
          Mondadori non ha prezzi bassi, ma c’è chi fa di peggio. Hai mai provato a guardare il costo di un Einaudi? Tempo fa mi ero annotata alcuni libri dal prezzo davvero elevato, poi non ho mai scritto l’articolo che avevo progettato e ho disperso i miei appunti. Ho sempre troppa roba da scrivere e troppo poco tempo.
          Vedremo come andrà, anche la collana Flipback era stata lanciata in pompa magna e poi è sparita nel nulla.

  3. Matteo ha detto:

    Peccato. Allora ci penserò bene e valuterò. Il problema è sempre lo stesso: troppi libri da comprare e la cernita è difficoltosa. Però sembra una buona soluzione per tornare al fantastico d’altri tempi, dove la magia la faceva da padrona. Un testo da intervallare ai tanti Low fantasy di adesso, insomma.

  4. Giorgia ha detto:

    Be’ comunque è sempre una gioia quando c’è in uscita un libro di Sanderson. Spero non facciano passare troppo tempo prima di tradurre sia Calamity (spero questo sia in arrivo visto che abbiamo già i primi due) ma soprattutto Shadows of Self e The Bands of Mourning.
    Tornando alle uscite anche Spada di Vetro delle Aveyard mi incuriosisce, avevo letto il precedente e mi era piaciuto molto. Ovviamente va inquadrato per quel che è: YA quindi nulla di troppo impegnativo ma decisamente gradevole.

    • Io non ho iniziato a leggere Il ritmatista solo perché lunedì mi è arrivato l’ultimo romanzo di Guy Gavriel Kay, e Kay è il mio scrittore preferito. Però dopo aver dato un rapido sguardo al libro di Sanderson sono stata molto dispiaciuta di doverlo posare per fare altro.
      Fanucci ha in programma di pubblicare Calamity, ho trovato questa scheda:
      http://www.libreriauniversitaria.it/calamity-sanderson-brandon-fanucci/libro/9788834731444
      La data di pubblicazione indicata in basso, maggio 2016, in realtà indica la data di realizzazione della scheda. Se saremo fortunati avremo il libro fra le mani in ottobre. Non so nulla, invece, degli altri due romanzi.

      • Giorgia ha detto:

        Di Kay ho letto purtroppo solo La Rinascita di Shen Tai che ho adorato. Finalmente un mese fa sono riuscita a mettere le mani su una copia di Tigana nella vecchia (e unica) edizione della Sperling e lo leggerò a breve.
        Dovrei proprio superare la pigrizia e la difficoltà iniziale e leggere in inglese…
        E intanto incrocio le dita per i Mistborn visto che Sanderson è il mio scrittore preferito.

        • Se decidi di iniziare a leggere in inglese prova prima con una storia ambientata in un mondo che già conosci, almeno hai già i punti di riferimento dell’ambientazione e non devi trovare l’orientamento partendo dal nulla.
          La consapevolezza di poter leggere quello che voglio in qualsiasi momento, indipendentemente dalle decisioni degli editori italiani, è molto rilassante, so che in ogni caso arriverò alla fine delle storie che mi piacciono anche se le traduzioni dovessero interrompersi.
          Io avevo letto Tigana per caso, prendendolo in prestito in biblioteca, e mi era piaciuto così tanto che qualche tempo dopo non ho avuto dubbi nel comprare la Trilogia di Fionavar. Anni dopo ho comprato Il paese delle due lune (Tigana) fra i libri usati. Buona lettura.

  5. Matteo ha detto:

    Sono della stessa opinione di Martina. Anche io voglio cominciare a leggere in inglese, e lo farò da un libro che già conosco bene, ovvero Il Trono di Spade. Sicuramente, così, avrò una lettura agevolata.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...