Sui Mandala

-Ho letto sul giornale che vendete i libri da colorare… sa, i masala…

E mentre accompagno il cliente a reparto io mi chiedo da dove sia spuntato fuori questo termine, forse un mix fra il popolo dei Masai e Malala, la ragazzina pachistana vincitrice del Premio Nobel per la Pace per via del suo desiderio di studiare, lei femmina, in una pseudo cultura che glie lo proibisce.

Questa è la spiegazione del termine “mandala” fornita alla Treccani:

màndala s. m. [voce sanscr., propr. «cerchio»], invar. – Diagramma simbolico, caratteristico del tantrismo induista e buddista, in cui circoli e quadrati concentrici (spesso variamente decorati e integrati con altre simbolizzazioni) rappresentano l’universo e l’origine del cosmo nonché le connessioni tra le forze cosmiche e le divinità: considerato atto a favorire la meditazione, può essere realizzato con intrecci di fili su telaio, o tracciato al suolo con polveri di vario colore, dipinto su stoffa, affrescato sulle pareti dei templi ovvero costituire la pianta stessa del tempio.

Questa voce è stata pubblicata in Libri ai confini della realtà. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...