Brandon Sanderson: Sixth of the Dusk

Cosa diavolo sta combinando Brandon Sanderson? Sulla copertina di Sixth of the Dusk compare la dicitura A Cosmere Novella. Un racconto del Cosmoverso, così come al Cosmoverso appartengono Elantris (in italiano è stato tradotto solo questo ma la serie comprende anche il racconto The Hope of Elantris, disponibile sul sito dell’autore, e il racconto lungo The Emperor’s Soul, con Sanderson che intende scrivere almeno un’altra storia ambientata in questo mondo), Mistborn (tradotti la prima trilogia, di genere epico e composta da L’ultimo impero, Il pozzo dell’ascensione e Il campione delle ere, e il primo romanzo di una seconda serie di atmosfera steampunk, La legge delle Lande, mentre i due successivi incentrati sugli stessi protagonisti, Shadows of Self e Bands of Mourning devono ancora essere pubblicati pure negli Stati Uniti, e un’ulteriore storia, provvisoriamente intitolata The Lost Metal, ha già fatto capolino nella mente dello scrittore), Le cronache della folgoluce (già pubblicati La via dei re e Parole di luce, il terzo romanzo, provvisoriamente intitolato Oathbringer, potrebbe essere pubblicato in lingua originale il prossimo anno), Il Conciliatore (al momento è un romanzo autoconclusivo, ma nel suo mondo sarà ambientato anche Nightblood, di prossima pubblicazione) e il racconto Ombre per Silence nelle Foreste dell’inferno, contenuto nell’antologia La ragazza nello specchio. Di un bel po’ di progetti Sanderson ha parlato nel dicembre del 2014 in questo messaggio: http://brandonsanderson.com/state-of-the-sanderson-december-2014/. Fra l’altro ha citato anche la serie Dragonsteel, non ancora iniziata, incentrata su quel personaggio misterioso che compare in tutti i romanzi del Cosmoverso e che risponde al nome di Hoid.

Per una breve introduzione al Cosmoverso riprendo la spiegazione fornita dalla wikipedia inglese:

The Cosmere is the name of the universe in which the majority of Sanderson’s books exist. This idea came from his desire to create an epic length series without requiring readers to buy a ridiculous number of books. Because of that he hides connections to his other works within each book, creating this “hidden epic”. In the end the Cosmere Cycle will include between 32-36 books.

The story of the Cosmere is about a mysterious being called Adonalsium, who existed on a world known as Yolen. Something made Adonalsium shatter into sixteen different Shards, of which each bears immense power. The sixteen people who took these Shards created new worlds, populating them with people and different types of magic. However, each Shard has an Intent, such as Ruin or Honor, and they became molded to it. A man named Hoid travels these so-called Shardworlds, interfering with the people of those worlds when they become heroes and come in contact with the Shards.

Ok. Serie lunghissima, 32-36 libri, e non sarò certo io a lamentarmene, anche se probabilmente questo creerà seri problemi di spazio nella mia casa. Il problema alla base del Cosmoverso nasce con l’Adonalsium, che si è frantumato in 16 frammenti diversi e potentissimi grazie ai quali sono stati creati 16 mondi molto diversi per intento e tipo di magia. Hoid viaggia fra i mondi interagendo con le persone che sono in contatto con questi frammenti.

Fine della spiegazione base, io non vedo l’ora di leggere la sua storia. E anche di finire Le cronache della folgoluce, in fondo se Sanderson mantiene le promesse per questa serie mancano solo otto libri di un migliaio di pagine l’uno.

In Sixth of the Dusk Hoid non compare, il racconto è troppo breve per lasciargli spazio, anche se non ho dubbi che se Sanderson continuerà a scrivere di questo mondo il nostro amico farà la sua comparsa pure qui. Un mondo ostile, tanto per cambiare, nel quale il protagonista – è il suo nome, Sixth of the Dusk, a dare il titolo al racconto – si reca per lavoro in un’isola pericolosissima e scopre che qualcun altro è già stato lì poco prima di lui. Qualcuno che fa parte di una spedizione voluta da una compagnia che ha deciso di sfruttare le ricchezze dell’isola a livelli ben maggiori rispetto a quanto siano in grado di fare Sixth e gli altri esploratori come lui. Qualcuno convinto che l’organizzazione, il numero e le più moderne tecnologie possano permettere di superare tutte le minacce celate dall’isola.

La storia è ambientata nel microcosmo di quest’isola stranissima, in cui davvero i pericoli sono in agguato dietro ogni angolo. Avventura, necessità di fare attenzione a tutto per poter anche solo sperare di sopravvivere, senso del mistero, fascino di un mondo misterioso… questi elementi ci sono tutti, e per certi versi possono far pensare alle antiche storie d’avventura, solo riscritte in un mondo decisamente strano e con una sensibilità moderna. Ma non è solo avventura quella che attraversa queste pagine. C’è il misticismo di Sixth, che si considera quasi un sacerdote per quell’isola, c’è il suo rapporto con l’intrusa, con la quale spesso fatica a comunicare non per problemi di linguaggio, che non ci sono, ma perché pur avendo conoscenze in comune le loro mentalità sono troppo diverse, e ci sono doni che fanno nascere domande inquietanti. Perché se qualcuno fa un dono bisogna sempre chiedersi perché lo ha fatto.

Dopo le prime pagine, necessarie per orientarmi in un mondo troppo diverso dal nostro per poter pensare di dare per scontata qualsiasi cosa, Sanderson mi ha catturata con l’ennesima storia dal ritmo travolgente. E gli accenni a un mondo più grande rispetto all’ambiente ristretto in cui si svolge la storia mi fanno pensare (e sperare) che prima o poi Sixth of the Dusk avrà i suoi seguiti.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in anteprima, Brandon Sanderson, impressioni di lettura e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...