Cassandra Clare e Sarah Rees Brennan: Benvenuti in Accademia

Quella di Shadowhunters è una delle serie urban fantasy di maggiore successo degli ultimi anni. Iniziata nel 2007 da Cassandra Clare con Città di ossa, è composta ormai da tre trilogie –una, Le origini, è una trilogia prequel — un manuale realizzato a uso degli Shadowhunters, Il codice, e diversi racconti.

I primi racconti, Il primo bacio, A mio figlio Jace, L’atto di cadere, Questione di potere e Una trasformazione oscura sono stati pubblicati nel 2012 all’interno dell’ebook Pagine rubate. Un progetto più organico è stato quello di Le cronache di Magnus Bane, dieci racconti scritti dalla Clare insieme a Sarah Rees Brennan e Maureen Johnson e pubblicati con cadenza mensile in formato ebook prima di venire riuniti in un volume cartaceo.

Ora le autrici, a cui si è aggiunta Robin Wasserman, hanno iniziato una nuova serie, Le cronache dell’accademia. Si tratta di dieci racconti incentrati sulle avventure di Simon Lewis, che non aveva mai pensato di diventare uno Shadowhunter ma che, dopo essere passato da mortale a vampiro, comincia la sua nuova educazione. La serie, pubblicata in formato ebook con cadenza mensile, è iniziata negli Stati Uniti in febbraio e in Italia il 30 marzo con Benvenuti in Accademia, storia firmata da Clare e Rees Brennan.

I titoli degli altri racconti sono L’Herondale scomparso (con Robin Wasserman, cliccando sul titolo del racconto potete leggere le prime pagine), Il demone di Whitechapel (con Maureen Johnson), Soltanto ombre (con Sarah Rees Brennan), The Evil We Love, Pale Kings and Prince, Bitter of Tongue, The Fiery Trial, Born to Endless Night e Angles Twice Descending.

La sinossi di Benvenuti in Accademia

Simon Lewis non avrebbe mai pensato di diventare uno Shadowhunter e invece è arrivata la sua grande occasione. Il suo addestramento in Accademia ha inizio qui…

Il primo inedito episodio delle “Cronache dell’Accademia Shadowhunters”.

Un estratto: http://leggere.librimondadori.it/sarah-rees-brennan-le-cronache-dell-accademia-shadowhunters-1-benvenuti-in-accademia/.

Le autrici

Cassandra Clare è nata a Teheran nel 1973 e ha vissuto i primi anni della sua vita in giro per il mondo con la famiglia, trascinandosi sempre dietro bauli di libri. Dopo aver lavorato come giornalista tra Los Angeles e New York, si è fermata a Brooklyn, dove, per non farsi distrarre dai suoi gatti e dalla TV, scrive nei bar e nei ristoranti. Per Mondadori ha pubblicato la sagaShadowhunters, i prequel Shadowhunters — Le origini, Shadowhunters — Il Codice e, insieme a Holly Black, Magisterium. L’anno di ferro.

Sarah Rees Brennan, nata nel 1983, è una scrittrice irlandese autrice di romanzi fantasy per adolescenti. Le sue opere, al momento non tradotte in Italia, comprendono la Demon’s Lexicon Trilogy (2009-2011) e la serie Lynburn Legacy (2012-2014).

Fin qui, fatte salve un paio di modifiche perché l’articolo che ho pubblicato su FantasyMagazine risale a qualche mese fa e intanto altri tre ebook sono stati pubblicati, la segnalazione del progetto.

Io non sono un’amante dell’urban fantasy, ma di questa serie mi hanno parlato bene un paio di persone che il genere lo conoscono e che sanno valutare i libri. Io ho preso atto di quello che mi hanno detto… e ho continuato a ignorare Cassandra Clare. Mica posso riuscire a leggere tutto, esistono un’infinità di libri! Poi però l’ufficio stampa di Mondadori mi ha segnalato Le cronache dell’Accademia. Per loro è lavoro, informare i giornali della pubblicazione di un libro significa provare a far scrivere una notizia e quindi informare i potenziali lettori dell’esistenza di un libro che potrebbe interessarli. Nell’occasione ho fatto una cosa che non faccio quasi mai (e che, visto il costo dell’ebook, 2,99 €, non era neppure giustificata dalla voglia di risparmiare qualche soldo): ho chiesto l’ebook in omaggio.

Di solito non lo faccio perché chiedere un libro o un ebook in omaggio significa impegnarsi a leggerlo e recensirlo in tempi ragionevoli, mentre preferisco leggere quello che mi pare secondo i miei tempi e scrivere solo se mi va, e nel caso in cui il libro non piace diventa pure imbarazzante scrivere una recensione negativa (cosa che ho fatto, preferisco essere in imbarazzo con l’editore che prendere in giro i lettori, ma questo è solo un motivo in più per non chiedere nulla in omaggio. In questo modo se ho voglia di essere cattiva lo posso fare senza alcuno scrupolo).

Qualche giorno fa ho letto l’ebook, e se non sto scrivendo una vera recensione è solo perché per me questo testo non ha le basi. Benvenuti in Accademia è un racconto che si basa su eventi già raccontati nei romanzi, solo che io quei romanzi non li ho letti. Quando Simon e i suoi amici fanno riferimenti al passato, per me quel passato non esiste. Sono spiazzata, non so quali siano i punti di riferimento. Non so nemmeno come valutare la presenza dei vampiri, con tutti i romanzi incentrati sui vampiri che sono usciti negli ultimi anni i vampiri sono creature buone, cattive o un po’ e un po’? Una lettrice (ci sei ancora?) aveva provato ad avvisarmi dicendo che prima era meglio leggere i romanzi, ma io ho optato per la strada della pigrizia e ho letto quel che già possedevo. Pigrizia nel procurarsi un libro però può significare più fatica nella lettura, e certo io ho fatto più fatica. Nelle prime pagine cercavo riferimenti e l’unica cosa che davvero apprezzavo era la scorrevolezza della scrittura. Poi, man mano, dando per scontato che non potevo conoscere il passato, ho iniziato ad avere una storia nel presente. Non solo la Clare scrive in modo scorrevole, ma scrive anche cose interessanti. Simon sembra un bel personaggio, pur con i limiti che ha o forse proprio grazie ai limiti che ha, e se alcuni episodi della storia fanno sorridere altri fanno riflettere. Ci sono alcuni spunti su cui vale la pena soffermarsi in queste pagine, con una profondità e un paio di svolte che non mi aspettavo. Per apprezzare al meglio la storia bisognerebbe andare avanti, e pure tornare indietro, e non so se lo farò, però superati i dubbi iniziali la lettura si è rivelata davvero piacevole.

Della saga di Cassandra Clare ha parlato Amneris Di Cesare nel testo Non lasciare che gli altri decidano chi sei, decidilo da sola contenuto nell’antologia saggistica Il fantastico nella Letteratura per ragazzihttp://www.runaeditrice.it/index.php/component/virtuemart/view/productdetails/virtuemart_product_id/90/virtuemart_category_id/9.html.

Questa voce è stata pubblicata in anteprima, freschi di stampa, impressioni di lettura, prossimamente in libreria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Cassandra Clare e Sarah Rees Brennan: Benvenuti in Accademia

  1. Sara G ha detto:

    Ho letto tutta la saga e sto finendo i volumi de Le origini…la storia è molto bella, ben strutturata e con dei personaggi caratterizzati davvero bene. Sono molto contenta che la Clare abbia deciso di dare una storia a Simon perché è un personaggio che ho adorato, Jace e Clary sono stati esplorati e conosciuti ma Simon è sempre stato “l’amico che c’è sempre ma di cui non parli mai” e finalmente l’autrice può dargli una voce è una storia che merita dalla sua prima comparsa!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...