Valentina D’Urbano e gli ebook piratati

i libri si scrivono da soli. Sbucano dalla boscaglia, saltano in braccio all’autore già scritti e corretti e pronti per la stampa, e ovviamente, sono tutti bellissimi e privi di errori.

Perché non sono stati scritti da mano umana, vengono direttamente dall’ispirazione divina.

Non lo sapevate ancora? Beh, sapevatelo…

Questa spiegazione l’ha fornita Valentina D’Urbano, autrice di Il rumore dei tuoi passi (2012), Acquanera (2013) e Quella vita che ci manca (2014), pubblicati da Longanesi nella versione rilegata e da Tea in quella tascabile. Sono storie sull’amicizia, sulla famiglia, sull’amore (senza però essere sdolcinate), e sono probabilmente libri che io non leggerò mai. Non mi attirano, il che non significa che siano brutti. Io non li posso giudicare, posso solo testimoniare che vendono. Non saranno da primi posti della classifica, ma la D’urbano il suo pubblico di lettori affezionati lo ha trovato. Allora perché parlo di lei? Perché mi sono imbattuta in un suo testo su Il libraio, che è la rivista (cartacea e online) con cui il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol – di cui fanno parte, fra gli altri, Longanesi e Tea – informa i lettori delle loro prossime uscite e propone testi inerenti al mondo del libro. La D’Urbano risponde a una persona che si firma SSP (Scaricatrice Seriale di Pdf) con un testo divertente che dice anche cose su cui troppe persone non si fermano a riflettere. Lo potete leggere integralmente qui: http://www.illibraio.it/libri-pdf-pirateria-235460/

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in editoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Valentina D’Urbano e gli ebook piratati

  1. razvanconstantin ha detto:

    A due giorni dalla lettura di questo posto faccio ancora fatica a crederci a tanta stupidità. Va bene scaricare per i fatti propri il pdf di un libro, penso che bene o male chiunque lo abbia fatto almeno una volta, ma rivolgersi direttamente all’autore per chiedere gratis i pdf dei suoi libri mi sembra un tantino una grossa presa in giro. Spero che la SSP (Scaricatrice seriale di pdf) ha mandato quella mail per scherzo altrimenti se lo ha fatto per davvero mi inchino davanti a tanta ingegnosità&stupidità. Molto bella la risposta che dà l’autrice, mi sono fatto un po’ di risate leggendola.

    Ieri mi sono letto i 5 articoli di “Aspettando TWOW” e i 3 relativi sulla nascita di ASOIAF e devo dire che sono magnifici, uno più bello e interessante dell’altro. Mi ha lasciato perplesso che quasi nessuno di quei 8 articoli ha ricevuto dei commenti; infatti sono molto stupito che nessuno ha scritto niente dato che sono pieni di spunti per dare inizio a discussioni molto accattivanti. Poi i 3 che si basano sulla lettera mandata da Martin al suo agente sono pieni di chicche tipo il triangolo amoroso Jon-Arya-Tyrion, Joffrey che guida eserciti, la mancanza di Tywin e tanto altro. A dire il vero, dato come hai avvisato i lettori all’inizio degli articoli mi aspettavo degli spoiler molto più pesanti rispetto al sapere chi saranno i 5 personaggi che rimarranno in vita alla fine di tutto.

    Un saluto e buona serata!

    • Io invece non mi stupisco, più volte ho dovuto dire a qualcuno che non era possibile fare fotocopie dai libri che vendiamo, uno ha pure insistito dicendo che è impossibile che in un negozio come il nostro non ci sia una fotocopiatrice. L’idea che si tratta di libri nuovi, in vendita, e che le fotocopie possono essere fatte – entro ben precisi limiti stabiliti dalla legge – dai libri delle biblioteche non li sfiora neppure. Oppure trascrivono le ricette dai libri di cucina (pure da un libro che costava 0,99 €, con la signora che mi ha detto che a lei interessava una ricetta sola. Ma a quel prezzo finiva in miseria se comprava il libro?), o telefonano per prenotare gli alberghi direttamente dal reparto turismo, leggendo il numero di telefono dalla guida (anche qui, o lo cerchi su internet e non spendi nulla, o compri la guida, ma se rubi informazioni prima o poi l’editore – e già che ci siamo pure il curatore e la libreria – fallisce). O ancora, su un libro di test qualcuno ha fatto i test, e buttiamo un’infinità di libri per bambini perché i bambini giocano con gli adesivi, e credo che l’unica cosa che i genitori controllino sia non farsi scoprire da noi mentre ci fanno il danno. E c’è anche chi viene da noi, chiede consigli e poi tutto contento se ne va dicendo che comprerà l’ebook perché costa meno, senza considerare che se tutti comprassero l’ebook noi spariremmo e loro perderebbero i consigli.
      Ormai c’è una convinzione generale che le cose debbano essere gratis (a tutti i livelli, vedi per esempio gli stage non pagati che sono una scusa per sfruttare il lavoro di qualcuno senza dargli quel che gli spetterebbe).
      Non so quante persone mi hanno detto che non comprano più libri ma che scaricano tutto gratis, questa tizia ha solo una faccia tosta notevole e un’intelligenza scarsa.
      Anche a me è piaciuta molto la risposta di Valentina D’Urbano, per questo ho messo il link al suo pezzo.

      Sono contenta che quegli articoli ti siano piaciuti. Io non mi chiedo più quali articoli genereranno delle discussioni, a volte ho scritto cose che mi sembravano interessanti, magari anche importanti, e nessuno ha detto nulla, a volte ho scritto cose molto più leggere e poco approfondite e sono nate discussioni anche di una certa lunghezza. Chi attira più commenti, sul mio blog, è Martin, ma è anche vero che è l’autore su cui scrivo di più e il più famoso di quelli di cui mi occupo regolarmente.
      Io segnalo la presenza di spoiler perché in qualche caso, nei primi testi che ho scritto su internet, non l’ho fatto e ho ricevuto lamentele. Nel dubbio avviso. A proposito, SPOILER DALLE CRONACHE DEL GHIACCIO E DEL FUOCO FINO ALLA DANZA DEI DRAGHI COMPRESA.
      Così, giusto per andare sul tranquilli.
      Spero che il triangolo sia sparito con il trascorrere del tempo, per quanto Arya e Jon siano in realtà cugini e non fratelli e per quanto mi piacciano entrambi non mi piace l’idea di vederli insieme, e pure Tyrion lo vedrei volentieri con qualcun’altra. Le probabilità che lui ritrovi Tysha, e che lei voglia avere ancora qualcosa a che fare con lui mi sembrano scarsotte, ma posso fare a meno di un Tyrion innamorato se l’alternativa è che si innamori di Arya.
      Tutti i cambiamenti apportati da Martin mi sembrano in meglio, Joffrey meno marziale e più incapace, così lo disprezziamo meglio (e quando appare il Bastardo di Bolton ci rendiamo conto che esistono pure persone peggiori di Joffrey), Tywin che si fa ammirare per la sua astuzia ma che allo stesso tempo disprezziamo per come tratta Tyrion, la fine di Robb molto più drammatica… Le cronache del ghiaccio e del fuoco si saranno pure allungate a dismisura, ma sono diventate molto più interessanti.

      • razvanconstantin ha detto:

        Tutti i casi data te elencati nel primo paragrafo sono davvero scoraggianti; purtroppo in giro c’è un sacco di gente maleducata. Sinceramente non ci posso davvero credere che gente viene in libreria per consultare una guida turistica per trovare il numero di chissà quale albergo, quando tutto si può fare tranquillamente e più facilmente da internet (al massimo se uno è proprio impedito in questo genere di cose si può sempre rivolgere presso un’agenzia di viaggi). Poi quello che ha fatto il test direttamente sul libri che era proprietà della libreria e non sua è proprio il colpo. Gente come questa meriterebbe la fine di Reek.

        Ora come ora le Cronache sono molto più belle rispetto al progetto iniziale. La storia è molto più articolata, si può leggere da diverse angolazioni e suscita una varietà di emozioni che vanno dalla disperazione più pesante a risate quasi incontrollabili. Assunto anche che Jon sia figlio di Rhaegar e Lyanna, non mi piacerebbe per niente se ci fosse una storia d’amore tra lui e Arya (così come è stato descritto dall’inizio, il loro rapporto è più circoscritto ad un forte amore fraterno piuttosto che ad un altro genere di amore.

        Ora che ho finito i 5 libri, farò anche io parte di tutta quella gente che attende ardentemente l’uscita di TWOW anche se posso ritenermi molto più fortunato rispetto ai fan di vecchia data in quanto la mia attesa, in confronto con la loro, è molto molto più breve. Per ingannare il tempo, sempre restando in tema ASOIAF, guarderò la quinta stagione di GOT (anche se ho la paura che dentro ci sia qualche spoiler di TWOW) e giocare a Game of Thrones TellTale (cattura l’attenzione esattamente come i libri, forse anche di più in quanto è un gioco quasi interattivo in base alle proprie scelte). Più o meno a Settembre o giù di lì credo che acquisterà sicuramente anche TWOIAF. Ci stavo facendo un pensierino anche sul libro, ora uscito in edizione economica, che contiene i 3 racconti antecedente al periodo in cui si svolgono i fatti nelle Cronache, però sarei più propenso ad acquistarlo una volta che Martin avrà scritto tutti i racconti (dovrebbero essere 7 o 9 non ricordo esattamente) però sono sicuro che questo non avverrà tropo presto, come del resto la saga non si concluderà in tempi troppo brevi.

        • Se per avere una saga molto più articolata rispetto al progetto iniziale significa dover aspettare tutti questi anni fra un libro e l’altro è un prezzo che io sono pronta a pagare. Il primo progetto era interessante ma ora appare come un semplice abbozzo. Per me Martin può prendersi tutto il tempo che vuole a scrivere purché la qualità rimanga quella che conosciamo. Con tutti i libri che ho da leggere l’attesa mi pesa davvero poco. Basta non farsi ossessionare, e anche se si dimentica qualche dettaglio Martin fa in modo di ricordarci tutto quel che ci serve quando ci serve.
          Della love story fra Arya e Jon faccio volentieri a meno, spero che sia una cosa sparita nel corso degli anni. Quello che non è cambiato è il fatto se sopravvivono o meno, ma sui dettagli non possiamo certo giurare.

          Io ho letto il riassunto di diverse puntate della quinta stagione di Game of Thrones. Ci sono enormi modifiche, le trame di Sansa e Jaime non hanno nulla a che vedere con quello che accade nei romanzi, mentre Ellaria Sand da quella pacifista che è è stata trasformata in una furia vendicatrice. Mancano Arianne e Quentyn Martell e tutta la trama dei Greyjoy, la storia di Tyrion è semplificata… i cambiamenti sono un’infinità. Certo, c’è un evento che, pur con le dovute modifiche (in tv a mio giudizio è trattato davvero male) potrebbe essere uno spoiler di The Winds of Winter. Boh…
          Per Il cavaliere dei Sette Regni io non aspetterei, chissà quando li scriverà Martin gli altri racconti. Il numero preciso non è certo, dipende da quello che passerà per la testa di Martin e dal tempo che avrà a disposizione per scrivere.
          Dunk viene citato più volte nella saga, e anche un episodio che si svolge alla fine del primo racconto, ma nei romanzi si tratta di una riga e vederlo di persona fa tutto un altro effetto. Capisci meglio alcuni dettagli dell’albero genealogico dei Targaryen. Hai modo di vedere, anche se per poco, il Corvo con tre occhi di Bran. Si parla della rivolta Blackfyre, e visto che i loro discendenti si trovano con Aegon capire chi sia quella gente e perché si trova lì ti dona un quadro d’insieme migliore. Si parla di draghi, ormai estinti, ma ogni informazione sui draghi è utile. E soprattutto sono delle belle avventure su un cavaliere errante e il suo giovane compagno di viaggi.

  2. Roberto Menardo ha detto:

    Detesto i pdf (cioè, i libri in pdf ovviamente), odio gli ebook, i Kindle e tutto il resto. Detesto stare a leggere su uno schermo da 22 pollici (ma potrebbe essere pure di 220 e non cambierebbe, anzi lo odierei di più!). E non sopporto di scaricare i romanzi in pdf, mi è capitato e mi capita ancora adesso (più per la moglie che per me) ma solo per quei romanzi che ormai sono fuori catalogo e praticamente introvabili (o scovabili solo su Ebay et similia in condizioni che solo Dio conosce). Perchè il pdf sarà pratico e soprattutto gratuito, ma il valore di un buon libro fatto di carta e inchiostro è senza prezzo 🙂 (il valore di ciò che c’è scritto ovviamente poi dipende dal gusto del lettore!!).

    • Io ho comprato una manciata di ebook ma continuo a preferire la carta, perciò se posso compro il libro di carta anche se dei libri che mi interessano di più ho comprato anche l’ebook in modo da potermeli portare dietro anche in vacanza e poterli consultare se volessi scrivere un articolo su di loro pur essendo lontana da casa. Lo so, sono fissata…
      Però li compro, anche se magari aspetto che siano in promozione. Solo per un libro fuori catalogo che mi interessa davvero e che non trovo nemmeno usato potrei pensare a qualche pdf scaricato da internet, ma in questo caso sarebbe una scelta praticamente obbligata.
      Molte persone però ormai sono entrate nell’ottica di non voler pagare nulla, con la convinzione che gli editori sono brutti e cattivi e speculano sulle spalle dei poveri lettori. L’idea che l’editore debba far andare avanti un’azienda e che pure l’autore abbia bisogno di mangiare e pagare le bollette non li sfiora neppure. Perciò ecco la ricerca di ebook piratati, c’è stato pure un tizio che per aiutare gli altri lettori nella campagna contro gli editori cattivi ha provato a piazzare pure sul mio blog un link a un sito che consentiva di scaricare Le cronache del ghiaccio e del fuoco senza spendere nulla. Si tratta dell’unico commento di un “lettore” che non ha superato la mia moderazione, l’ho cestinato senza che sia mai apparso. Non solo commetteva lui il reato e spiegava agli altri come commetterlo con facilità, ma se io avessi pubblicato il suo link mi avrebbe resa sua complice, e secondo me non sì è neppure reso conto che aveva provato a coinvolgere una sconosciuta in un reato.
      Se qualcuno si comporta così c’è da stupirsi se qualcun altro pensi che l’autore possa omaggiare le sue opere a chiunque tanto a lui/lei non costa niente?

      • Roberto Menardo ha detto:

        Beh in quel caso però sarebbe “quasi” da fare i complimenti a chi ha avuto la pazienza di stare a scansionare migliaia di pagine e caricarle! Non è un lavoro che porti via poco tempo… se dovessi farlo io con la Ruota del Tempo, non vorrei più vedere uno scanner per il resto della mia vita!!!!! ok, sono ironico, non mordermi 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...