Fiorella Mannoia: Quello che le donne non dicono

Ci fanno compagnia certe lettere d’amore
parole che restano con noi,
e non andiamo via
ma nascondiamo del dolore
che scivola, lo sentiremo poi,
abbiamo troppa fantasia, e se diciamo una bugia
è una mancata verità che prima o poi succederà
cambia il vento ma noi no
e se ci trasformiamo un po’
è per la voglia di piacere a chi c’è già o potrà arrivare a stare con noi,
siamo così
è difficile spiegare
certe giornate amare, lascia stare, tanto ci potrai trovare qui,
con le nostre notti bianche,
ma non saremo stanche neanche quando ti diremo ancora un altro “si”.
In fretta vanno via della giornate senza fine,
silenzi che familiarità,
e lasciano una scia le frasi da bambine
che tornano, ma chi le ascolterà…
E dalle macchine per noi
i complimenti dei playboy
ma non li sentiamo più
se c’è chi non ce li fa più
cambia il vento ma noi no
e se ci confondiamo un po’
è per la voglia di capire chi non riesce più a parlare
ancora con noi.
Siamo così, dolcemente complicate,
sempre più emozionate, delicate ,
ma potrai trovarci ancora qui
nelle sere tempestose
portaci delle rose
nuove cose
e ti diremo ancora un altro “si”,
è difficile spiegare
certe giornate amare, lascia stare, tanto ci potrai trovare qui,
con le nostre notti bianche,
ma non saremo stanche neanche quando ti diremo ancora un altro “si”

Questa voce è stata pubblicata in attualità, musica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Fiorella Mannoia: Quello che le donne non dicono

  1. razvanconstantin ha detto:

    Vedere ogni volta ‘Le cinquanta sfumature di’ alle prime posizioni delle classifiche settimanali è come ricevere un pugno in faccia. Questo in un certo modo fa capire anche come il livello di una buona fetta dei “lettori” (se così posso chiamare coloro che leggono quella trilogia) sia molto basso.

    PS. Non ricordo più in quale articolo avevi lasciato ad un utente un commento in cui avevi specificato il tuo nickname nel sito labarriera. Potresti ripeterlo per cortesia?

    Grazie.

    • razvanconstantin ha detto:

      Evidentemente sono così sbadato da sbagliare anche l’articolo sotto cui commentare. Ciò che ho scritto era riferito all’ultimo uscito, cioè quello relativo alle classifiche aggiornate del 8 marzo. Sorry again!

    • Non lo ribadisco ogni volta per non essere noiosa, ma anche a me non piace per nulla vedere le Sfumature così in alto. E purtroppo in classifica ci sono anche il secondo e il terzo libro. A tutti capita di comprare un libro e poi scoprire che gli fa schifo, ma chi fa questa scoperta non va avanti con la lettura. Se il secondo e il terzo volume di una trilogia vendono significa che o il lettore li ha comprati in blocco o, molto più spesso, che gli è piaciuto il primo ed è andato avanti a leggere.

      Il mio nickname è kindra, ma è tanto che non faccio più un giro lì. Ho iniziato a navigare su internet per divertimento proprio con la barriera, mi sono anche fatta degli amici, poi ho iniziato ascrivere per FantasyMagazine e il mio tempo per il forum è diminuito. E ovviamente è diminuito ancora quando ho aperto il blog, anche se mi divertivo molto non riesco a essere presente dappertutto. Il mio avatar, perché mi piace ma anche per ragioni di riconoscimento, è sempre il San Giorgio e il drago di Paolo Uccello nella versione della National Gallery di Londra.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...