La regina dei draghi di George R.R. Martin. Capitolo 4: Bran

Bran a Grande Inverno viene a sapere della vittoria di Robb a Oxcross, ma anche lui si rende conto che lo sconfitto Stafford Lannister conta ben poco e che l’unico importante è Tywin. Oltre a Stafford Lannister è morto anche Stevron Frey, l’erede del lord del Guado Walder Frey, ed è un peccato perché anche se praticamente non lo si è visto l’impressione è che fosse un valido aiuto per Robb. I due giovani Walder Frey comunque non sembrano molto addolorati, proprio una bella famiglia!

Osha parla a Bran di un Drago di Ghiaccio, e ricordo che George R.R. Martin ha scritto una storia per bambini intitolata proprio Il drago di ghiaccio. Però quello che abbiamo al momento sono solo chiacchiere, mentre noi vorremmo informazioni anche perché sappiamo che gli Estranei sono reali. Avendoli visti nel prologo del Trono di spade ci potevamo aspettare di rivederli un po’ prima, mentre qui ancora non ce n’è traccia (se escludiamo i non-morti incontrati da Jon), eppure non solo non vediamo loro ma ancora non sappiamo quasi nulla.

Osha sa qualcosa ma probabilmente le sue informazioni sono incomplete, quando non errate. Jojen Reed sogna, e visto che è un fantasy ci si può aspettare che i suoi sogni siano importanti, anche se qualche dubbio c’è. Il figlio di Daenerys era stato denominato “lo stallone che monta il mondo”, e secondo le profezie sarebbe dovuto diventare un kahl potentissimo, e invece non è sopravvissuto alla nascita. E qui? Io nel dubbio scelgo di dar credito alle profezie anche quando non so come interpretarle.

I sogni di Bran parlano del corvo con tre occhi, dell’albero del cuore, dei metamorfi. Tutto materiale preparatorio per cose che scopriremo più avanti. Fa effetto però l’affermazione che dei sogni bisogna aver paura perché contengono “il passato, il futuro, la verità”.

A livello più prosaico la vita prosegue con la cattura di Reek, un figlio di buona donna che era stato al servizio del Bastardo di Bolton e che lo aveva aiutato ad assassinare lady Hornwood. Tempo fa avevamo visto la triste lady partecipare a un banchetto a Grande Inverno, e avevamo sentito ipotesi su un suo possibile matrimonio (organizzato da altri, lei non aveva in programma di risposarsi), la situazione è cambiata in modo molto drammatico. A seguito di quanto fatto dal Bastardo di Bolton gli uomini di Manderly e Bolton si combattono, come se non ci fossero già abbastanza guerre.

I sogni dell’oltre comunque tornano a tormentarci a fine capitolo con la loro ineluttabilità, perché secondo Jojen Bran e il piccolo Rickon faranno una brutta fine: li ha visti morti ai piedi di Reek, scuoiati e infine nelle cripte di Grande Inverno insieme ai re morti e ai lupi di pietra. Brrr!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in George R.R. Martin rilettura e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...