A Memory of Light è arrivato

Meno 7

I AM THE ONLY HONESTY YOUR WORLD HAS EVER KNOWN.

Meno 6

Humankind did not have days remaining, but hours.

Meno 5

They seemed to be cracks into nothingness. They drew the light in, sucked it away. It was as if he was looking at fractures in the nature of reality itself.

Meno 4

“We’ll remember those who fell, and we’ll tell our children how we stood when the clouds turned black and the world started to die. We’ll tell them we stood shoulder to shoulder, and there was just no space for the Shadow to squeeze through.”

Meno 3

They stood at the edge of time itself, and still Thom Merrilin found a smile.

Meno 2

Loial, son of Arent son of Halan, had secretly always wanted to be hasty.

Meno 1

By the Light, he had a book to finish before he went!

Secondo me chi ha il libro da terminare è Loial figlio di Arent figlio di Halan, mentre l’unica creatura onesta è il Tenebroso. Chi altri potrebbe gridare a quel modo, e pretendere di essere onesto? Sì, lo abbiamo sempre saputo di doverci guardare da lui, il che significa che in fondo non si è mai celato dietro a una maschera e non ci ha mai ingannati, e ora che l’Ultima Battaglia è iniziata dovremo dare fondo a tutte le nostre risorse per prevalere. Diversamente l’umanità potrebbe non avere giorni a disposizione, ma soltanto ore.

Queste sono le ultime Memorie della luce, o Ricordi della luce, inviati da Tor agli appassionati. Da oggi A Memory of Light, quattordicesimo e ultimo volume della Ruota del Tempo, progettato e parzialmente scritto da Jobert Jordan e completato da Brandon Sanderson, è ufficialmente in libreria.

Io ancora non lo possiedo, e non solo perché è ancora presto. Suppongo che nel negozio in cui lavoro lo riceveremo solo fra un paio di settimane, e sarà da quel momento che sospenderò tutte le altre letture per cavalcare ancora una volta insieme al Drago il vento del tempo.

Ieri Tor ha pubblicato alcuni interventi molto interessanti firmati da Sanderson e da Harriet McDougal, nei prossimi giorni scriverò qualcosa in proposito, probabilmente su FantasyMagazine. Quello che ricordo qui ora è che la conclusione, salvo alcuni minimi interventi di editing, è stata scritta personalmente da Jordan, ed è stata definita da Sanderson quella giusta. Secondo lui l’adoreremo, e ormai ho imparato a fidarmi del giudizio di Brandon. La Ruota del Tempo gira, ma almeno per noi la sua memoria non svanirà nel tempo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Brandon Sanderson, freschi di stampa, Robert Jordan e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a A Memory of Light è arrivato

  1. Raffaello ha detto:

    Il conto alla rovescia per la traduzione italiana inizia 😀 forza fanucci, mettiti al lavoro!!!

  2. Se vuoi appena finisco il libro in inglese ti riempio di spoiler 3:-)

  3. Raffaello ha detto:

    ARGH…che antipatica!! 😛 No, spoiler no, te ne prego. Ma riempici di impressioni di lettura. Quelle saranno molto gradite 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...