Con l’arrivo dell’inverno giunge la fine del mondo

Gli Estranei secondo John Picacio

L’inverno è arrivato. Ci abbiamo scherzato per anni sul motto degli Stark, L’inverno sta arrivando, e adesso eccolo qua. George R.R. Martin e i Maya lo sapevano, con l’arrivo dell’inverno, il 21 dicembre, arriva anche la fine del Mondo. Orde di Estranei che scendono lungo il Fiumelatte, travolgono la Barriera portando con loro The Winds of Winter, i venti dell’inverno, e uno dopo l’altro la Siberia, la Russia, l’Europa e infine l’America, con l’avanzare del sole, vengono spazzati via in questo giorno apocalittico.

Sto facendo un po’ di confusione forse? Sono davvero cose diverse?

Allora, oggi è il 21 dicembre, e fin qui non abbiamo alcun dubbio. Il 21 dicembre secondo il nostro calendario inizia l’inverno, perciò l’inverno è arrivato. Anche questo è un fatto, dopo di che passiamo nel mondo della fantasy.

Nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco l’arrivo dell’inverno fa davvero paura. Lo abbiamo visto fin dal prologo del Trono di spade, con la brutta fine fatta da due dei tre Guardiani della notte. Per il momento Martin ci ha fatto vedere solo frammenti di quel che potrebbe accadere ma non c’è dubbio che in futuro quest’aspetto della saga diventerà preponderante. Non per nulla il prossimo romanzo – salvo cambi di idee – si chiamerà The Winds of Winter.

Salvo cambi di idee perché secondo il primo progetto A Dance with Dragons avrebbe dovuto essere il secondo romanzo della saga, poi è diventato temporaneamente il quarto ed è stato pubblicato come quinto, quindi meglio non mettere mano sul fuoco per nulla finché Martin non pubblica davvero i libri. Quello che sappiamo, sia perché le premesse ci sono tutte sia perché lo ha dichiarato lo scrittore in diverse interviste, è che prossimamente vedremo un po’ meglio quel che c’è dall’altra parte della Barriera – incidentalmente segnalo che secondo me quella muraglia di ghiaccio è destinata a cadere – e che allora davvero per Westeros e probabilmente anche per gli altri continenti ci sarà un altissimo rischio da fine del Mondo. Sarà qui, in questa lotta disperata, che si giocherà tutto, compresa la battaglia per il potere, ammesso che qualcuno sopravviva e che ci sia un regno da governare. Non che questo sminuisca i vecchi morti, fatti fuori in lotte meno cruciali per il mondo, visto che in genere i morti rimangono tali (ed è meglio che lo rimangano), ma ora saranno guai seri. L’arrivo dell’inverno, e probabilmente l’apocalisse. Avete letto i racconti di Martin? Avete visto quanto spesso finiscono male? Ecco, c’è ancora qualcuno pronto a scommettere su un finale trionfante per questa saga? Secondo me gli Estranei alla fine saranno sconfitti, ma non ho idea di quanto sarà grande la devastazione portata da loro, o quanti e quali cadaveri si lasceranno sul terreno. Certo qualcuno a cui teniamo, altrimenti Martin non sarebbe Martin.

Passando a un aspetto ancora più fantasy, ecco i Maya. Peccato che oggi non sia uscito nessun nuovo volume di Martin, novità o ristampa che sia, altrimenti ci si poteva scherzare ancora meglio.

Comunque i Maya usavano per calcolare il tempo ben tre calendari. Ne ho parlato nel primo di questi messaggi apocalittici, una serie che avrebbe dovuto contenere più articoli ma che è stata fortemente limitata dalla mia mancanza di tempo. Non ho nemmeno parlato della Ruota del Tempo, e Robert Jordan, ultimamente coadiuvato da Brandon Sanderson, ha inserito parecchi elementi nella saga per mostrare come la realtà si stia sfaldando. Altri autori hanno minacciato una prossima fine del mondo ma senza mostrare segni del suo arrivo, in Randland le cose si stanno mettendo davvero male. Come detto, meno di un mese per conoscere la fine.

Ho detto che i Maya sono più fantasy, anche se sono un popolo storicamente esistito. Il problema è che su dati reali le persone hanno costruito fantasie che sarebbero state ritenute assurde se proposte da un romanziere. E poi qualcuno ancora dice che la fantasy non è reale. È la realtà stessa che a volte propone situazioni irreali.

Cosa succede oggi? Tutti e tre i calendari dei Maya finiscono contemporaneamente, evento che capita abbastanza raramente. Non è la fine del mondo, è la fine del tempo calcolato con quei sistemi. Però dopo ogni calendario ne inizia uno nuovo. Se quando finivano singolarmente poi iniziava il calcolo degli anni successivo, perché stavolta dobbiamo pensare a una qualche catastrofe? Certo, al termine di uno di quei calendari, non ricordo quale e non ho tempo per cercarlo, c’erano cinque giorni infausti. Neanche il Natale in santa pace si può trascorrere, visto che è l’ultimo di quei cinque giorni. La catastrofe sarà ricevere regali brutti?

Comunque nel caso io mi sia sbagliata e l’apocalisse arrivi sul serio auguro a tutti una buona fine del mondo…

P.S.: L’immagine è quella realizzata da John Picacio per il mese di novembre del calendario 2012 dedicato alle Cronache del ghiaccio e del fuoco. Se volete vedere tutte le sue straordinarie immagini le potete trovare qui: http://www.johnpicacio.com/portfolio/2011/others.html.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Brandon Sanderson, Fine del Mondo, George R.R. Martin, nonsense, Robert Jordan e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Con l’arrivo dell’inverno giunge la fine del mondo

  1. Raffaello ha detto:

    Buona fine del mondo anche a te, Martina.
    …e se non dovesse arrivare la fine del mondo quest’oggi….buone feste!!!

  2. max ha detto:

    L’unica concreta e possibile fine del mondo è la morte di Martin prima che finisca di scrivere la saga ! Buone feste.

  3. Ecco, quella sarebbe una catastrofe…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...